Cronache Pongistiche Sardegna del 7 novembre 2019

Cronache Pongistiche Sardegna del 7 novembre 2019

STAGE GIOVANILE A CAGLIARI: I DESIDERI PIU’ SENTITI SI REALIZZANO

Quasi tutti con il tecnico di riferimento al seguito. Una coincidenza rarissima che ha fatto felice il tecnico regionale della Fitet Sardegna Francesca Saiu, durante lo stage giovanile regionale tenutosi al Palatennistavolo di Cagliari.

“Si è creato finalmente quell’ambiente ideale che auspicavo da molto tempo – ha argomentato l’allenatrice originaria di Muravera – utile a generare un confronto serrato con i miei colleghi e a sviluppare lo scambio di idee sulla armonizzazione delle metodologie adottate da ciascun club. E’ stato bello constatare come tutti fossero diventati tecnici regionali al servizio degli atleti, soprattutto nei confronti di chi palesava lacune particolarmente profonde. Insomma secondo me questo visto a Cagliari è il metodo migliore per procedere uniti verso la crescita del nostro gruppo giovanile, soprattutto in quello maschile che si svela molto più debole rispetto al femminile. Ringrazio particolarmente Christian Ferro (La Saetta Quartu), il nigeriano Adebayo (Sporting Lanusei), Sandro Poma (Tennistavolo Sassari), Stefano Curcio (Marcozzi), Fabiano Peddis (TT Guspini), Gian Luca Mattana (Muraverese) e lo staff tecnico della Fitet in questa circostanza composto dai collaudati Nicola Pisanu, Michele Buccoli, Marco Sarigu e per ciò che concerne la preparazione fisica dal cagliaritano Marco Pintus che sta spremendo a dovere i nostri piccoli protagonisti. E poi un grazie anche alla società ospitante Marcozzi Cagliari che ci ha messo a disposizione la struttura”.

Durante lo stage al Palatennistavolo

Come spesso accaduto negli appuntamenti precedenti, i convocati sono stati suddivisi in gruppi: due riservati al lavoro sui tavoli ed un altro, a rotazione, alla preparazione fisica. Nell’arco della mattinata si sono profusi sforzi per due ore e mezzo, ininterrottamente, alternando il footwork, ed esercizi su palle fisse e libere. Dopo l’indispensabile pausa pranzo altre tre ore di fila con il cesto assurto a protagonista, e sedute riservate a top spin, palle tagliate corte e lunghe.

I tecnici Ferro e Curcio alle prese con il piccolo Elia Licciardi

“Ho visto dei progressi anche da parte dei più piccoli, soprattutto nell’approccio alla disciplina, aspetto che a me interessa maggiormente – aggiunge Saiu – e a breve fugherò qualsiasi dubbio relativamente alle scelte dei giocatori che parteciperanno al Trofeo Transalpino”.

Tutti i protagonisti dello stage cagliaritano

Al raduno sportivo hanno partecipato i seguenti atleti:

Stage Rosa: Alice Mattana, Michela Mura, Aurora Piras, Sara Congiu (Muravera TT).

Trofeo Transalpino: Eva Mattana (Muraverese) Luca Broccia (TT. Guspini), Francesca Seu (Muravera TT), Zemgus Lai (Marcozzi), Laura Pinna (Tennistavolo Sassari).

Coppa delle Regioni: Alessandra Stori (Muravera TT), Emanuele Cuboni, Elia Licciardi (Pol. Sporting Lanusei), Rossana Ferciug (TT. Quattro Mori) Federico Ibba (ASD L. O. Rosmarino), Manuel Broccia (TT. Guspini).

Prossimo appuntamento sabato 16 novembre nuovamente al Palatennistavolo di Cagliari con uno Stage regionale aperto a tutti i tesserati nati dal 2009 in su.

Foto ricordo dello stage di Cagliari dell’1 novembre

APPUNTAMENTI EUROPEI PER IL GRUPPO MARCOZZI

Il terzo turno della Europe Cup woman si consumerà nell’arco di ventiquattro ore con match di andata e ritorno che si giocherà nel medesimo luogo: il Palatennistavolo di via Crespellani a Cagliari. Protagoniste la squadra locale del Quattro Mori e il team turco del Kokasinan Belediyesi Spor Club. Sabato 9 novembre alle ore10:00 sarà il team della città metropolitana di Kayseri ad “ospitare” la squadra sarda. L’indomani, sempre alle 10, la ripresa delle ostilità per individuare chi delle due accederà al turno successivo. Le ragazze del club isolano avevano superato brillantemente il secondo turno dominando il girone disputatosi nella città danese di Hillerød.

Nella TT Intercup la Marcozzi Cagliari B, dopo aver superato in casa gli austriaci dell’UTTC Raiffeisen Kennelbach, nel secondo turno si sono dovuti arrendere ai padroni di casa del CTT Royal ALPA Schaerbeek Woluwe di Bruxelles.

La romena del Quattro Mori Cagliari Andreea Clapa

SERIE C VETERANI: BOLGIA GIOIOSA IN QUATTRO SEDI DIFFERENTI

Divertimento assicurato per i tesserati sardi nati dal 1980 in giù che hanno vissuto delle riunioni pongistiche molto coinvolgenti, nel segno dell’impegno agonistico, ma anche dell’amicizia e del rispetto reciproco. Complice sicuramente la formula Courbillon che prevede anche la disputa del doppio. Quattro i concentramenti sparsi nell’isola con un totale di ventiquattro compagini coinvolte. Il prossimo appuntamento, che sancirà i nomi delle quattro squadre ammesse alla fase finale della serie C veterani Sardegna, è fissato per sabato 11 gennaio 2019.

Il concentramento di Norbello

GIRONE A

Un ferreo trio dell’Alghero, composto dal presidente Christian Mulas e dai suoi compagni Carmine Niolu ed Efisio Pisano ha preso il sopravvento nella classifica che comanda a punteggio pieno. Segue il duo formato da i padroni di casa del Tennistavolo Sassari (Marcello Cilloco, Pierluigi Scudino, Salvatore Piga e Gian Felice Delogu) e Santa Tecla Nulvi (Davorin Kvesic, Luca Pilo e il nuovo arrivo Mark Dean Anderson).

Tanti veterani sassaresi

Carmine Niolu (Alghero): “Ci presentiamo a Sassari per il primo concentramento veterani in tre: io, Christian Mulas e l’inossidabile Efisio Pisano, consapevoli che la giornata sarebbe stata impegnativa, visti i tre incontri da disputare. Apriamo le danze con il Nulvi che si presenta con una formazione a trazione internazionale composta da Luca Pilo, M. Anderson e D. Kvesic, e vinciamo per 3-1. L’unico punto lo realizza Luca Pilo battendomi meritatamente per 3-1. Molto buone le prove di Mulas che batte Anderson e di Pisano nel doppio. Nel secondo incontro affrontiamo il Monterosello e vinciamo abbastanza agevolmente per 3-0. Di rilievo la prestazione offerta da Efisio Pisano nel doppio che ci consente di spuntarla contro Paganotto/Palmas che vantano innumerevoli successi in tale specialità. Un po’ provati incontriamo, infine, l’Olbia B composta da Trubbas/Melis e riusciamo a spuntarla per 3-2 grazie alla prestazione del nostro presidente Mulas che, sul 2-2, batte Antonio Trubbas in cinque set, dopo un incontro molto combattuto”.

Carmine Niolu

Salvatore Piga (Tennistavolo Sassari): “Il rendimento della nostra squadra è stato buono avendo vinto due partite su tre. Nel dettaglio abbiamo ceduto solo nel derby con l’altra squadra di Sassari (Monterosello) che ha schierato una formazione di tutto rispetto. Poi con le due formazioni di Olbia abbiamo ottenuto due vittorie convincenti”.

Piga e Delogu

Mark Dean Anderson (Santa Tecla Nulvi): “Sono contento di aver intrapreso questa nuova esperienza pongistica con il Santa Tecla Nulvi dove mi trovo bene grazie anche al bell’ambiente che caratterizza questa società e ai miei compagni di squadra Luca Pilo e l’esperto tecnico Davorin Kvesic. Nella gara d’esordio del concentramento i giocatori dell’Alghero si sono rivelati superiori però non posso lamentarmi del mio rendimento che è stato condizionato dal poco riscaldamento: non mi ha consentito di piegare bene le gambe. Poi mi sono riscattato affrontando Stefano Corda dell’Olbia A, anche se non mi sentivo totalmente nel pieno delle mie potenzialità. Una condizione accettabile l’ho raggiunta nel terzo match, opposto a Roberto Musio del Monterosello. Sono soddisfatto anche perché sono rimasto sei mesi senza giocare ed avevo un solo allenamento alle spalle. Spero di dare il mio contributo anche in campionato”.

Antonio Trubbas (Olbia B): “Nella prima partita Niolu passeggia con un deconcentrato Trubbas e nella seconda Pierpaolo Melis dopo essere andato sotto per 2-0 contro il monumento del tennistavolo Pisano, riesce a trovare il bandolo della matassa e dopo un lunghissimo incontro esce vittorioso al quinto. In doppio con Trubbas/Melis contro Pisano e Niolu vince l’Olbia per 3-1. Successiva partita di Melis che pur esprimendo un buon gioco, perde contro il quotato Niolu che porta Alghero alla quinta partita, dove un rinato e concentratissimo Trubbas, difesa dopo difesa, mina le sicurezze di un Mulas a tratti nervosissimo che la spunta comunque al quinto set dopo una partita vibrante e ben giocata: 3-2 per Alghero come pronostico ma che fatica”!

Derby olbiese veterani con Marco Dessì e Pier Paolo Melis

Samuel Paganotto (Libertas Ping Pong Monterosello): “Iniziamo bene il concentramento, imponendoci nello scontro fratricida contro l’ASD TT Sassari per 3-1. Spiana la strada Roberto Musio che imbastisce una partita incorniciabile rendendo impotenti i puntini di Gianfelice Delogu. Spalancata la porta, ci infiliamo io e Gianni Palmas nel doppio contro Gigi Scudino e Tore Piga, e chiude la porta Sergio Idini, nuovamente contro i puntini annichiliti di Gianfelice. Unico punto della Libertas da parte del sempre bravo presidentissimo Cilloco Marcello, contro Sergio. Purtroppo l’impresa non viene replicata contro il forte Alghero, dove Niolu, Mulas e Pisano, giunti molto concentrati, non ci lasciano un minimo di speranza nei singoli e tantomeno nel doppio. Contro il Nulvi, nonostante l’impegno, non riusciamo ad imporre il nostro gioco e subiamo un 3-1 che non ci demoralizza ma, anzi, ci sprona per gli eventi futuri. L’unico punto nostro lo conquista Sergio Idini, che non lascia spazio al gioco altalenante di Luca Pilo. I punti di Nulvi arrivano per opera di Anderson Mark Dean, di Pilo su Renna, e nel doppio dalla coppia Anderson – Kvesic”.

Gianni Palmas e Samuel Paganotto

Marco Dessì (Olbia A): Finisce con un 3-1 il primo derby veterani delle due squadre olbiesi. Trubbas “piglia tutto” è imbattibile e porta a casa entrambi gli incontri, mentre il punto della bandiera lo porta Dessí contro Melis. L’Olbia B si aggiudica anche l’incontro di doppio.

GIRONE B

La palestra comunale del Tennistavolo Norbello accoglie altre sei squadre molto allenate. Dopo tre gare si piazzano al comando il Guilcier Ghilarza (Guido e Mario Marchi, Quirico Mura) e l’Oristano Iridata (Emanuele Marras, Sebastiano Urrai).

Si gioca in tre campi contemporaneamente

Quirico Mura (Guilcier Ghilarza): “Esordio positivo per il Guilcier Ghilarza: tre vittorie ci lasciano ampiamente soddisfatti. La squadra partecipa al torneo con lo scopo di far giocare gli atleti che non trovano spazio in campionato. Sono stati schierati Mura Quirico, alla seconda esperienza con i veterani, Marchi Guido che oramai non prende parte a partite ufficiali da alcuni anni, supportati dal fratello Mario. Iniziamo contro il Tennistavolo Norbello. Marchi Guido non ha nessuna difficoltà contro il volenteroso Mereu Mauro, che appare deconcentrato e troppo falloso nei servizi. Nel secondo incontro Mura Quirico soffre terribilmente la tensione della partita contro Franco Sanna: vince il primo set per 11-9 e perde il secondo set per 9-11 ma riesce a portare a casa la partita per 3-1. Nel doppio Mura/Marchi Guido non hanno difficoltà a trovare la giusta strategia e a chiudere l’incontro nonostante l’impegno degli avversari Mereu/Sanna. La seconda partita ci vede contrapposti all’Oristano Rosso Blu. La nostra squadra schiera Mura Quirico e Marchi Mario nei primi singoli. Si inizia con lo scontro tra giocatori esperti, Marchi Mario per il Guilcier Ghilarza e Cuccureddu Nicola per l’Oristano Rosso Blu. Mario riesce a prevalere in tre set. Dopo Mura non riesce a portare a casa il punto ma deve accontentarsi di un solo set, il 2°, perdendo contro un giocatore esperto e particolarmente concentrato come Simbula Adolfo che ha giocato una partita molto attenta. Nel doppio Mura è un po’ affaticato e scendono in campo i fratelli Marchi contro Cuccureddu e Simbula. Il duo guilcerino non ha difficoltà e vince per 3-0. Si passa alla quarta partita che vede affrontarsi Marchi Mario contro Simbula Adolfo: la tecnica e la forma di Mario non concede scampo all’avversario e si impone in tre set. L’ultima partita della giornata ci vede contro il Paulilatino. Mura non è preparato fisicamente per reggere la continuità del torneo, però si è riposato nella partita precedente e deve affrontare un temibile ed esperto avversario che gioca con continuità in campionato, Mellai Giuseppe. La partita si incanala in maniera positiva: il primo set finisce per 5-11 e anche il secondo è abbastanza agevole. Nel terzo set, forse per un calo di concentrazione di Mura e per una migliore partita di Mellai, porta il set agli spareggi ma Mura riesce a portare a casa il set per 15-13. Nel doppio Mura Quirico e Marchi Guido, dopo il primo set perso per 11-9, riescono a vincere per 3-1. I consigli dalla panchina di Briam Mele ci hanno dato sicurezza e corretto alcuni atteggiamenti non positivi. Ci siamo divertiti in tutte le partite sia nei singolari, sia nei doppi. Alla fine solo sorrisi tra tutti gli atleti in un clima molto cordiale. Gli atleti del Guilcier cedono poco e vincono, forse contro pronostico, tutti e tre gli incontri di questo primo concentramento”.

da sx Putzolu, Mura, Guido Marchi e Mellai

Agostino Campanello (Neoneli): “La prima giornata del torneo veterani ci porta in dote una bella e netta vittoria contro i nostri vicini di casa del Paulilatino per 3-0, ma anche due sconfitte contro le due squadre di Oristano, rispettivamente 3-1 contro l’Iridata e 3-2 contro la Rosso Blu. Ci siamo iscritti alla C Veterani per dare continuità al lavoro degli allenamenti ed in preparazione al campionato di serie D1. Ho visto in grande spolvero il mio compagno Stefano Conconi che porta a casa 3 partite su 4, mentre l’altro mio compagno, Piras Ignazio, ha vinto solo una partita contro Paulilatino. In compenso abbiamo incamerato un po’ di fatica da allenamento. Dal canto mio ho giocato i tre doppi con Ignazio vincendone due: posso dire che ci siam mossi bene e con belle giocate”.

Stefano Conconi va a congratularsi con gli avversari paulesi

Nicola Cuccureddu (T.T. Oristano Rosso Blu): “Il primo round norbellese ci coinvolge nel derby contro gli amici Emanuele Marras e Sebastiano Urrai. Inizio io con Emanuele: il primo set lo perdo ai vantaggi; poi riesco a giocare un po’ meglio e a vincere 3-1. Tocca ad Adolfo Simbula contro Sebastiano. Ado parte male dall’inizio: è fuori partita e sbaglia tanto lasciando campo facile all’avversario. Nel doppio stessa solfa: giochiamo male con tanti errori gratuiti. Poi di nuovo Adolfo con Emanuele ma non c’è partita: risultato di 3-0 per Marras. Col Ghilarza inizio io con Mario Marchi, sbaglio tanto e un po’ di problemi fisici non mi fanno entrare mai in partita, perdo 3-0. Ado contro Quirico gioca più rilassato e riesce a vincere 3-1 giocando bene. Nel doppio giochiamo nuovamente male: il tendine infiammato mi permette poca mobilità e perdiamo 3-0 contro i fratelli Marchi. Poi è la volta di Simbula con Mario ma la sostanza non cambia: 3-0 per Mario. Ci riscattiamo vincendo con Neoneli: faccio due punti io su Piras e su Conconi. Perdiamo il doppio e Ado il singolo su Conconi. Nella sua ultima gara il mio compagno fa una partita eccezionale vincendo bene su Piras”.

Mauro Mereu e Guido Marchi

Ana Brzan (tecnico Tennistavolo Norbello): “Purtroppo per i miei due atleti paralimpici Mauro Mereu e Franco Sanna il livello è troppo alto. Mauro è migliorato perchè si allena con costanza e serietà ma competere con i normodotati per lui è molto, molto difficile. Franco si allena pochissimo e in più abbiamo cambiato gomma sul dritto mettendogli una puntinata corta da poco tempo. Quindi deve ancora capire. Per come la vedo io ogni partita è una esperienza in più e ti insegna sempre qualcosa. Disputare tornei o giocare in campionato serve per avere continuità ed esser abituati alla tensione della partita. Ovviamente insieme all’allenamento che dovrebbe essere “continuo”. Nessuno diventa bravo senza praticare. Per il resto i risultati parlano da sé: qualche set è stato vinto, ma si potrebbe fare molto di più”.

Ana Brzan e Martina Mura interagiscono con Mauro Mereu

Giuseppe Mellai (Tennistavolo Paulilatino): “Pomeriggio all’insegna dell’amicizia tra le società Paulilatino – Norbello – Ghilarza – Neoneli. Tre partite di cui due senza storia e una giocata alla pari.

Neoneli – Paulilatino 3 – 0

Prima partita contro il Neoneli, troppo forti per noi: si vede tutto il divario di categoria che c’è fra le due compagini. Inizio io contro Stefano Conconi: classifica ed esperienza la fanno da padroni, non mi dà scampo, vince in tre set senza che io possa neanche lottare su una pallina. Quindi è la volta del mio compagno Pasqualino Putzolu contro Ignazio Piras. Quasi identico refrain: solo qualche punto in più, gara maggiormente lottata, però persa comunque in tre set. Si passa al doppio: io e Putzolu contro Campanello-Piras. Ne scaturisce una partita più combattuta, però la loro superiorità li porta a vincere in tre set.

Paulilatino – Norbello 3 – 0

Contro i padroni di casa le partite sono più equilibrate. Inizio io contro Sanna: riesco a vincere i primi due set abbastanza agevolmente. Vado poi a perdere il terzo ma vinco il quarto. Putzolu sfida Mereu: il mio compagno riesce a vincere senza grossi patemi anche se un set lo deve cedere. Quindi si passa al doppio: io e Putzolu abbiamo la meglio contro il duo Mereu – Sanna in tre set”.

Giuseppe Mellai e Franco Sanna

Paulilatino – Guilcier Ghilarza

Il divario di categoria si vede e non poco. Inizio io contro Mura: nei primi due set non c’è storia e se li aggiudica a mani basse. Nel terzo riesco a stare in partita arrivando ai vantaggi che riesce a vincere perché sbaglio il servizio e rispondo male al suo. Quindi è la volta di Putzolu contro Marchi G.: il mio compagno appare più incisivo, però l’esperienza del secondo la fa da padrona e vince comunque in tre set. Si va al doppio: io e Putzolu giochiamo contro Marchi G. – Mura. Riusciamo a vincere il primo set con non poche difficoltà, poi emerge la loro maggiore esperienza che gli fa vincere i successivi tre set”.

Il doppio tra Paulilatino e Norbello

GIRONE C

Organizza il TT Oristano e ne esce fuori un concentramento assai combattuto dove due compagini restano in vetta con tre vittorie su tre: Guspini A (Massimiliano Broccia, Silvio Dessì, Fabrizio Melis) e San Orione Rosmarino B (Enrico Bianciardi, Luciano Macrì). L’unica che sta provando ad inseguirli e l’ITC Enrico Fermi Iglesias (Bruno Pinna e Giancarlo Pili).

Massimiliano Broccia (TT Guspini A): Sabato ad Oristano non ci è andata tanto male. Due squadre provenivano da Guspini, ed entrambe si sono divertite. Tra l’altro il mio team non ha perso una partita. Partiamo bene nel derby vincendo per tre a uno: con l’unica sconfitta patita da Silvio che dopo una grande assenza si è rimesso in gioco. Forse la grande pausa non gli permette di dare il massimo e cede ad un Fabiano Peddis molto in forma. Le altre partite le vinco io con Gian Paolo Collu e Melis con Collu. Ci imponiamo anche nel doppio. Contro il San Orione Rosmarino A vinciamo senza grossi problemi. La partita più interessante della serata, a mio avviso, è stata quella con l’Iglesias. Io vado a fare la guerra con un Bruno Pinna sempre forte: vinco 3-2. Dessì ha la meglio contro un Pili, tradizionalmente ostico. Il doppio lo gioca Melis con Dessi: sotto di due set riescono, punto a punto, a chiudere la partita. Per ora siamo primi, vediamo se al prossimo concentramento riusciremo a tenere la buona posizione. Buon tennistavolo a tutti quanti”.

Massimiliano Broccia (Foto Tomaso Fenu)

Enrico Bianciardi (San Orione Rosmarino B): “Iniziamo nel migliore dei modi perché io, assieme al mio compagno Luciano Macrì abbiamo vinto tutte e tre le partite. La prima gara disputata è stata il derby con i nostri amici della squadra A. Risultato finale: 3-1 per noi che, dopo aver vinto i primi due singolari, abbiamo ceduto il doppio, sebbene fossimo in vantaggio per due set a zero. Ma la rimonta dei nostri avversari è stata davvero debordante. Le due successive partite giocate rispettivamente con la squadra di Oristano e con il Guspini, ci hanno visti vittoriosi per 3-0. In conclusione abbiamo disputato un buon inizio torneo, con la possibilità di incontrare giocatori di categoria superiore nelle gare future”.

Enrico Bianciardi e Luciano Macrì

Bruno Pinna (ITC Enrico Fermi Iglesias): “Campionato veterani divertente anche quest’anno. Ritrovarsi il sabato pomeriggio con vecchi amici-avversari è sempre molto piacevole. Le sconfitte hanno un sapore meno amaro (sigh) e l’atmosfera è più rilassata (grrrrr). Io e Giancarlo Pili rappresentiamo le tigri. Assenti Roberto Pili, Gabriele Melis e Giovanni Siddu. La cronaca: vinciamo con l’Oristano e con il Guspini B: abbastanza agevolmente con la prima e con grande fatica con la seconda. Un Fabiano Peddis in splendida giornata, prima batte me nel singolare, poi ci fa sudare le cosiddette sette camicie nel doppio. Solo con la nostra grande esperienza siamo riusciti a portare a casa il risultato. Contro il Guspini A invece perdiamo malamente sia nei singolari, sia nel doppio con un netto 3-0. Bravi Broccia, Melis e il ritrovato Dessì a mantenere la concentrazione anche dopo cinque ore di gioco. Dopo questo risultato abbiamo fatto il viaggio di ritorno (Oristano – Iglesias) affrontando una lunga discussione senza che si sia raggiunta un’intesa fra noi. Siamo indecisi per il futuro: andare nei parchi a dar da mangiare ai piccioni oppure seguire con attenzione i lavori pubblici? Grande dilemma”.

Bruno Pinna (Foto Tomaso Fenu)

Giorgio Onnis (TT Guspini B): “La prima giornata di concentramento veterani, oltre che un impegno sportivo, ha favorito l’incontro tra tanti amici che a colpi di tennistavolo si sono ritrovati per passare una bella serata insieme. La nostra squadra è composta dal sottoscritto, dal nuovo entrato Giampaolo Collu e dall’esperto Fabiano Peddis. La prima partita ci ha visto impegnati con l’altra squadra del Guspini e Fabiano ha aperto le ostilità sfidando un ostico Silvio Dessi. Ne è scaturita partita equilibrata nella quale il mio compagno ha avuto la meglio. Giampaolo ha giocato con Massimo Broccia, con il quale il Guspini A ha pareggiato i conti. È toccato a me con Fabiano sfidare in doppio Broccia/Melis: un’avvincente incontro finito 3-1 per i nostri avversari. Infine Fabrizio Melis ha firmato la vittoria vincendo con Giampaolo. Combattuti gli incontri contro l’Iglesias di Bruno Pinna e Giancarlo Pili, finito 3-1 per loro, che ha visto una bella vittoria di Fabiano con Bruno, ma con un Iglesias che si è fatto valere e ha capovolto il risultato. Infine avvincente e sportivo l’incontro con il Carbonia, finito 3-0 per i nostri avversari. Risultati a parte è sempre bello incontrarsi tra amici. Alla prossima a Guspini e buon tennistavolo a tutti”.

Giorgio Onnis (Foto Tomaso Fenu)

Marco Ibba (San Orione Rosmarino A): “Bella serata passata a Oristano in un clima di serenità tra amici appassionati di tennistavolo. Si aprono le sfide e noi iniziamo col derby di Carbonia. Tocca a me partire contro Chicco Bianciardi: riesco a fare bene nonostante la sconfitta per 3-1. Dopo si affrontano Lai e Macri: partita molto tirata dove Lai sembrava dovesse fare suo l’incontro ma con una serie di blok e top a sorpresa, Macri ha ribaltato le forze imponendosi 3-1. Durante il doppio ci ritroviamo sotto per 2-0 opposti al tandem Macri/Bianciardi. Mai illudersi: con un finale rocambolesco vinciamo 3-2. Grande match!. Si va alla quarta gara: vince Bianciardi con Lai che deve contare almeno venti top gettati alle ortiche. L’avversario sentitamente ringrazia: partita vinta dal Rosmarino B. Poi affrontiamo gli amici di Guspini. Broccia prevale su Lai e io resto fregato da Dessi che non avevo mai incrociato: comunque appare bravo e sportivo. Nel doppio non eravamo affiatati: Melis/Dessi ci rifila o un 3-0 coi baci. L’ultima partita la giochiamo contro l’Oristano Viola e vinciamo tutti e tre gli incontri io su Roberto Chessa, Marco Lai su Luigi Santus. Segue il doppio conclusosi 3-0 sugli stessi avversari. Bella serata, tanti saluti a tutti”.

Marco Ibba (Foto Tomaso Fenu)

GIRONE D

Un Santa Tecla Nulvi B (Oladimeji Bisiru Taiwo, Cesare Mozzi) in trasferta verso il sud detta legge e dopo le tre giornate guarda tutte dall’alto. L’inseguitrice più vicina è La Saetta Quartu (Franco Esposito, Alberto Manos, Luca De Vita)

Il concentramento di Capoterra

Cesare Mozzi (Santa Tecla Nulvi B): “È stata una serata piacevole tra amici che si conoscono da molto tempo. Io e Giacomo partivamo da favoriti e siamo riusciti a rispettare il pronostico vincendo nell’ordine contro Decimo, Azzurra e Saetta. Speriamo di ripeterci nel prossimo concentramento”.

Cesare Mozzi

Franco Esposito (TT La Saetta): “Il rendimento della mia squadra è stato quello prefissato. Dopo aver superato l’Azzurra Cagliari e il Torrellas Capoterra ci siamo dovuti arrendere al Santa Tecla Nulvi, sinceramente compagine troppo forte. Sono comunque soddisfatto del mio rendimento, considerato che non giocavo da tre anni. Nella rocambolesca sfida con l’azzurrino Maurizio Piano, culminata al quinto set, lui ha avuto la fortuna di prendere tre retine che hanno compromesso una gara molto in equilibrio. Contro il suo compagno Gianni Pomata è andata meglio perché ha un gioco che non mi dà fastidio. Pure il Torrellas non ci ha dato preoccupazioni e il risultato di 3-0 lo dimostra. Ovviamente non mi sto allenando perché sono impegnato con il settore giovanile saettino. Sono contento anche del rendimento dei miei compagni di squadra Luca De Vita e Alberto Manos che hanno dimostrato di essere molto competitivi. Alla luce di ciò che si è visto in questo primo concentramento ritengo che il team di Nulvi non solo si imporrà in questo girone, ma ha parecchie possibilità di vincere la serie C veterani. A Capoterra abbiamo giocato in una bella palestrina, il clima era molto sereno ed è andato tutto bene ma soprattutto mi sono divertito”.

I veterani Franco Esposito e Alberto Manos posano con i loro piccoli tifosi saettini (Foto Tomaso Fenu)

Marco Sanna (Monserrato): “Per noi del Monserrato è stata una giornata un po’ eclettica.

Nel primo incontro abbiamo vinto contro gli amici della Torrellas Capoterra per 3-1, con un punto mio su Congiu Luigi (3-1), una vittoria del nostro doppio (io e Manca Giampaolo contro Rasulo Licio e Carta Massimo), e vittoria finale di Giampaolo su Licio (3-0). Il punto per la Torrellas era arrivato all’inizio dell’incontro: 3-2 di Celestino su Giampaolo. La partita successiva sulla carta appariva più semplice, nonostante la presenza del fortissimo Marco Saiu. Il giocatore siliquese ha fatto i suoi due punti su Carta Fabrizio (3-2, partendo da 0-2) e Giampaolo (3-0). Poi avremmo dovuto vincere il doppio che invece abbiamo perso per 3-2 (io e Giampaolo contro Soi G. e Mela F.) e questo risultato ha determinato l’esito finale. Inutile il punto precedente di Giampaolo su Soraggi Paolo Giovanni (3-0). Senza storia l’ultimo incontro: ormai stremati, perdiamo nettamente 3-0, senza vincere neppure un set. Pomata Giovanni su Giampaolo, Piano Maurizio su me e Piano-Pomata su me e Fabrizio”.

Il match tra Monserrato e Decimomannu

Maurizio Piano (Azzurra Cagliari): “Una vittoria e due sconfitte, questo il nostro score nel primo concentramento del girone D della Serie C Veterani. E’ stato il primo incontro quello più equilibrato: contro La Saetta, infatti, abbiamo perso per 3-2. Il primo match mi ha visto in campo contro Franco Esposito ed è stata una partita combattuta e con a tratti degli scambi spettacolari: in vantaggio per 2-0 ho perso i successivi due set, per poi vincere 11-8 al quinto. Poi Luca De Vita ha avuto buon gioco contro un troppo falloso Giovanni Pomata e vincendo per 3-0 ha ristabilito la parità. Il doppio, con l’inedita coppia formata dal sottoscritto e Pomata opposti a De Vita e Alberto Manos, ha visto un match combattuto ma vinto per 3-0 dai saettini, con tutti i set terminati 11-9. Io ho poi ristabilito la parità battendo per 3-1 Manos, ma il mio compagno di squadra Pomata non è riuscito ad impensierire più di tanto un solido Esposito che si è imposto per 3-0 garantendo la vittoria a La Saetta.

Il secondo incontro ci ha visti opposti al Santa Tecla Nulvi, formazione che può contare su Cesare Mozzi e Basiru Taiwo Oladimeji, a tutti meglio noto come ‘Giacomo’, che è senza dubbio la squadra più forte non solo del nostro girone ma di tutto il Campionato Veterani. E la partita, con Gianfranco Manca che ha avvicendato Pomata, si è risolta velocemente per 3-0 a favore del Nulvi: ‘Giacomo’ ha passeggiato per 3-0 contro di me, Mozzi ha battuto per 3-0 Manca, che comunque nel terzo set è riuscito a portarlo ai vantaggi, e anche il doppio ha visto i nostri avversari vincere per 3-0, anche in questo caso con un set terminato ai vantaggi. L’ultimo incontro della serata è stato quello a noi favorevole: ci siamo infatti imposti per 3-0 sul Monserrato. Pomata ha battuto Gian Paolo Manca non concedendogli neanche un set, io ho vinto con lo stesso risultato contro Marco Sanna e anche il doppio, che per i nostri avversari ha visto in campo la coppia formata da Sanna e Fabrizio Carta, si è risolto per 3-0 a nostro favore. Il prossimo concentramento ci vedrà opposti a Decimomannu e Torrellas Capoterra e saranno senz’altro due match equilibrati e molto combattuti”.

Maurizio Piano (Foto Tomaso Fenu)

Francesco Mela (Decimomannu): “Esordio più impegnativo non ci poteva toccare: il Santa Tecla Nulvi schiera due pongisti che stanno facendo campionati nazionali e il divario tecnico con loro emerge in tutte le tre gare disputate. Solo nel doppio abbiamo sfiorato di vincere qualche set. Ci riscattiamo nella seguente partita contro il Monserrato: in evidenza nella nostra compagine Marco Saiu. Contro i suoi ex compagni di squadra sfodera due prestazioni di spessore. Nella gara iniziale Marco riesce a ribaltare da 0-2 a 3-2 con tecnica e determinazione su Fabrizio Carta. Nella quarta e decisiva gara domina e concede pochi punti a Giampaolo Manca. Quest’ultimo ottiene l’unico punto della sua squadra contro il nostro Paolo Soraggi. Nel doppio lo stesso Manca assieme a Marco Sanna dava vita a un confronto combattutissimo contro Soi e il sottoscritto, risolto a nostro favore solo al quinto set. Parzialmente deludente l’ultima gara serale contro la Torrellas. Sapevamo di incontrare giocatori molto competitivi e i capoterresi lo hanno dimostrato ampiamente sia nei due singolari che nel doppio, ma sono rimasto deluso: in parte per la mancanza di continuità nel corso dei set, in parte per la poca pazienza e per una tattica nel doppio troppo sulla difensiva”.

Francesco Mela (Foto Tomaso Fenu)

Celestino Pusceddu (Torrellas Capoterra): “Prima puntata del campionato veterani di serie C. Stavolta è un pochino diverso dagli altri anni, i concentramenti si giocano in casa Torrellas a Capoterra. Con la collaborazione di tutti gli amici e atleti della Torrellas finalmente riusciamo ad organizzare una manifestazione nella nostra palestra. Siamo tutti soddisfatti di come si è svolta. Gioco ad un buon livello, sano agonismo e soprattutto allegria. Tutte le squadre si sono presentate agguerrite e desiderose di far bene. Su tutte, ovviamente, a dettar legge il Santa Tecla Nulvi B composta dal buon Oladimeji Basiru Taiwo, “Giacomo” per gli amici, e Cesare Mozzi. Ma anche la Saetta di Alberto Manos, Francesco Esposito e Gianluca De Vita non ha demeritato. Le altre compagini hanno qualcosina in meno, ma non per questo sono meno battagliere. Al solito noi della Torrellas Capoterra ci presentiamo con la nostra formazione al completo: Massimo Carta; Felice Rasulo; Celestino Pusceddu; Luigi Congiu; Gabriele Aresu. Vinciamo un incontro (contro il Decimo) e ne perdiamo due (contro Monserrato e Saetta). Vedremo di rifarci nella prossima giornata. Magari facciamo uno scherzetto a Giacomo e Cesare. Non si sa mai”.

Massimo Carta

PROSSIMI APPUNTAMENTI NEI CAMPIONATI A SQUADRE

A livello nazionale e regionale, A1 esclusa, si gioca la quarta giornata di andata.

Delle tre formazioni sarde impegnate nel campionato di serie A2 maschile, le marcozziane si esibiscono di fronte al pubblico amico nella serata di sabato. Al Palatennistavolo di Cagliari, con inizio alle 19:00, la Marcozzi Blu, che milita nel girone A, affronta la pericolante Romagnano. In contemporanea la Rossa (girone b), riceve la SS. Juvenes S. Marino.

Ma il big match del girone sud si gioca domenica pomeriggio in Abruzzo dove la capolista Tennistavolo Norbello cercherà di continuare la striscia positiva sul campo della terza forza del campionato (e ancora imbattuta) Tennistavolo Pescara.

In B1 nazionale impegno casalingo per il Tennistavolo Sassari (corso Cossiga, sabato h:16) opposta al Tennis Tavolo Torino.

Scendendo ancora di categoria (B2) diventa il campo di viale Rinascita a Muravera il fulcro dell’attività isolana. Sabato alle 16:45 sfida tra Muraverese e King Pong La Coccinella. Domenica alle 10:00 match tutto sardo tra il Muravera TT e il Santa Tecla Nulvi.

Clima da campionato (Foto Tomaso Fenu)

L’ultimo gradino nazionale è rappresentato dalla C1 che sabato offre, ancora a Muravera, il derby isolano tra Muraverese e TT Guspini (h. 16:45). L’indomani ad Alghero (h. 10, palestra scolastica di via Grandi) il team locale de Il Cancello fa gli onori di casa all’EOS Roma Zefiro.

In campo regionale, il campionato più importante (C2) offre come piatto forte la tenzone d’alte sfere tra Fermi Iglesias (seconda forza) e la leader Tennistavolo Sassari. Si gioca nel campo di via Canepa (sabato h. 16:30).

I due gironi di D1 offrono tre gare interessanti. Nell’A spicca lo scontro al vertice tra i padroni di casa dell’Alghero e la capolista Tennistavolo Sassari (sabato, via Grandi, h. 17).

L’altra capolista, lo Sporting Lanusei, ospita il Quattro Mori (palestra Lixius, domenica h.10).

Nel raggruppamento B spicca la sfida tra la vice capolista Monserrato e la prima a punteggio pieno Azzurra (palestra scolastica via Argentina, h. 17:00).

In campo anche i cinque gironi della D2.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: