Cronache Pongistiche Sardegna del 6 Febbraio 2019

Cronache Pongistiche Sardegna del 6 Febbraio 2019

TORNEO ROSA A PRATO: ARGENTI PER STYHAR E FERCIUG

L’intensa attività nazionale dell’ultimo week-end ha prodotto qualcosa di interessante anche tra le società isolane. A Prato era di scena il secondo Torneo Rosa della stagione: Tennistavolo Norbello, con Diana Styhar e Quattro Mori Cagliari, con Rossana Ferciug, acchiappano due argenti.

Diana Styhar (Foto Pierluigi Roncallo)

Per l’atleta ucraina che milita nella società del centro Sardegna l’unico stop glielo ha causato la numero 1 d’Italia Chiara Colantoni (Castel Goffredo) che nella finale del singolo femminile assoluto la sconfigge per 3-0. In precedenza Styhar aveva superato Krisztina Nagy (Tennistavolo Coccaglio) e Loan Le Thi Hong (Castel Goffredo).

Rossana Ferciug (Foto Pasquale Piroddi)

Tutto secondo pronostico nel singolo femminile di quarta categoria con Rossana Ferciug, testa di serie n. 2 che si arrende in finale alla favorita Margherita Cerritelli (Tennistavolo Vasto).

Ana Brzan (Foto Pierluigi Roncallo)

Anche i tornei di consolazione sono presi seriamente dalle nostre rappresentanti: Ana Brzan (Tennistavolo Norbello) arriva alla finalissima dell’assoluto che perde con Valentina Roncallo (ASD Toirano). Nella stessa categoria la sua compagna Gaia Smargiassi, dopo essere arrivata prima nel girone (ma estromessa per peggiore differenza set rispetto alle altre due atlete finite a pari punti con lei), decide di non fare la fase di consolazione per acciacchi da non trascurare.

Martina Mura e Gaia Smargiassi (Nonsolofoto Cagliari)

Sempre dalla società presieduta da Simone Carrucciu arriva alla finalina consolatoria del singolo femminile quarta Martina Mura che viene battuta da Noemi Pellizzon (Tennistavolo S. Bartolomeo Salzano).

La Ferciug partecipa pure al singolo di Terza categoria ma cede ai quarti nella parentesi di consolazione.

In contemporanea si sono svolti diversi tornei nazionali riservati al settore maschile.

Nell’assoluto di Terni chi fa meglio di tutti tra i tesserati in Sardegna è il nigeriano Omotayo Olajide del Tennistavolo Norbello che raggiunge i quarti di finale. Gabriele Picciulin (Marcozzi) si ferma agli ottavi. La bandiera del Tennistavolo Norbello Maxim Kuznetsov viene estromesso nel secondo turno del tabellone. Stessa sorte per i due gioiellini marcozziani Carlo Rossi e Johnny Oyebode. Un altro atleta del club di via Crespellani, Marco Poma, va a finire al torneo di consolazione e si spinge fino alla semifinale.

Olajide Omotayo (Foto Marta Moratti)

Nella città umbra si svolgono anche i terza categoria: Marco Sarigu (Marcozzi Cagliari) viene bloccato ai quarti di finale, mentre il suo compagno di scuderia Stefano Curcio si arrende al turno precedente.

Francesco Ara del Santa Tecla Nulvi partecipa al Quarta categoria di Coccaglio dove si toglie lo sfizio di vincere il torneo di consolazione.

Marco Sarigu (Foto Marta Moratti)

NUOVI ARBITRI IN LIZZA. L’APPELLO DEL FAR EMILIA PULINA ALLE SOCIETA ISOLANE: “RISPETTATELI”

E vai con la prima infornata stagionale. Dodici Aspiranti Giudici Arbitri (AGA) hanno ricevuto la “benedizione” da parte del Fiduciario Arbitro Regionale (FAR) Emilia Pulina che domenica 3 febbraio 2019, nella sede FITET di via Grosseto 1 a Cagliari, ha condotto positivamente il secondo step del corso, elargendo consigli a più non posso, grazie anche alla sua rinomata esperienza sui campi regionali, nazionali e mondiali che risale al lontano 1974.

Non a caso ha cominciato la lezione illustrando con dovizia di particolari il capitolo dedicato alle diarie e ai rimborsi chilometrici sottolineando come il comitato Fitet Sardegna, presieduto da Simone Carrucciu, sebbene i bilanci siano come sempre ridotti all’osso, abbia deciso di aumentare leggermente sia le diarie, sia il contributo a chilometro per le trasferte.

Durante la lezione del corso AGA

Inaspettato, piacevole e foriero di informazioni preziose è stato anche il contributo dell’arbitro nazionale Nicola Mazzuzzi che, avendolo insegnato per svariati anni, si è soffermato a spiegare le dinamiche del regolamento tecnico di gioco.

Emilia Pulina ha poi distribuito i kit essenziali per l’attività arbitrale: “Sono affascinati dall’idea di viaggiare, agevolati anche dal regolamento che consente di poter sia giocare, sia arbitrare e questo inciderà sulla loro voglia di andare avanti”.

Emilia Pulina ha spiegato anche le norme sulle racchette (Nonsolofoto Cagliari)

Il FAR regionale farà di tutto per tenere sotto la sua ala protettiva i nuovi aspiranti: “Non dovranno arrendersi ai primissimi ostacoli che questa attività inevitabilmente incontra – esclama Pulina – purtroppo in Sardegna non è facile farsi accettare dalle società perché solitamente gli arbitri nuovi vengono snobbati”.

Ma gli interlocutori non sembrano affatto spaventati: “La mia sensazione è abbastanza positiva – continua l’arbitro internazionale – perché durante le lezioni ho riscontrato in loro una forte motivazione. Qualcuno ha addirittura fatto intendere di voler scalare le gerarchie per approdare ad alti livelli e arbitrare personaggi leggendari come Timo Boll, ma in questo caso ho puntualmente sottolineato che si dovrà pazientare almeno una decina di anni. Da parte mia farò in modo di seguirli passo, passo, in modo che non perdano mai l’entusiasmo, avranno bisogno di esercitarsi costantemente sul campo”.

Foto di gruppo per gli Aspiranti Giudici Arbitri

L’arbitro sassarese non ha mai avuto peli sulla lingua e dopo la frecciata alle società isolane, ne rivolge una anche al responsabile della formazione arbitrale Andrea Abascia: “Ho fatto tutto da sola, non ho avuto un benché minimo supporto su come impostare le lezioni; quando un tempo calavano loro da noi per istruire gli aspiranti, erano equipaggiati di tutto punto, addirittura avevano le slide da proiettare. Forse danno per scontato che ce la possiamo cavare da soli, ma l’indifferenza mostrata nei miei confronti non è stata piacevole”.

I nomi dei nuovi aspiranti: Enzo Sanna, Licio Rasulo, Silvia Deligia, Emanuela Scottu, Francesco Mascia, Daniele Vacca, Ignazio Casta, Agnese Maccioni, Eleonora Piras, Augusto Sau, Francesco Sanna, Celestino Pusceddu.

FINE SETTIMANA CON I CAMPIONATI A SQUADRE

Tra venerdì e domenica tutti i campionati nazionali e regionali ritrovano un’unica sintonia.

Nell’élite del pongismo italico comincia la Marcozzi Cagliari che l’8 febbraio è ospite del Top Spin Messina. Il giorno dopo match in trasferta anche per il Tennistavolo Norbello Comuni del Guilcer che si gioca gran parte delle chance salvezza sul campo del Cral Roma.

Johnny Oyebode (Foto Marta Moratti)

Domenica ultimo capitolo della stagione regolare per la A1 femminile con il Tennistavolo Norbello Comuni del Guilcer che punta decisamente ai play off. Nel concentramento di Angolo Terme (Brescia) doppio impegno con le ultime della classe: prima la cenerentola Tennis Tavolo Torino, poi le padrone di casa del Vallecamonica.

Magdalena Sikorska (Nonsolofoto Cagliari)

La Marcozzi Cagliari di A2 maschile comincia fra le mura amiche il girone di ritorno sfidando il Cral Roma nel tentativo di recuperare terreno nei confronti della leader Prato (via Crespellani h. 15,30). Stesso campo, stessa ora, stesso club, ma di B1 maschile, che fa gli onori di casa al Vigaro Siracusa B in una sfida salvezza certificata.

A caccia del secondo posto: il Muravera TT deve approfittare del fattore casalingo (domenica, ore 10, viale Rinascita) per dimezzare le distanze nei confronti del King Pong Technip, seconda forza del girone G della B2 nazionale. Appuntamento casalingo anche per il Santa Tecla Nulvi (sabato, palazzetto dello sport di corso Vittorio h. 16:00) che se la vede con il Castello Di Cesare. Incontri in Campania per Muraverese e Il Cancello Alghero: sabato pomeriggio incrociano rispettivamente Mugnano e TT Libertas Capua.

Stefano Macis del Muravera TT (Foto Davide Saiu)

La C1 nazionale offre solo una gara in terra sarda: presso la palestra di via Vespucci a Quartu il Tennistavolo Norbello accoglie la seconda in classifica Roma 12 (sabato, h. 16:30). E poi tre impegni oltre Tirreno: le altre due vice capolista Tennistavolo Sassari e Muraverese giocano sabato sera contro King Pong e la leader TT Maccheroni. Infine l’ultima della graduatoria ITC Enrico Fermi Iglesias prova a risalire la china opponendosi alla quartultima Eos Roma Zefiro.

In campo regionale la regina dei campionati, C2 offre lo scontro tra la super capolista TT Guspini e l’Azzurra Cagliari (domenica ore 10:00 Palasport n. 2).

Francesco Broccia del TT Guspini (Foto Tomaso Fenu)

Nella categoria immediatamente inferiore, D1, il girone A offre tre match interessanti: le due squadre di vertice, La Saetta Quartu e Azzurra Cagliari giocano in trasferta rispettivamente a Carbonia (contro il San Orione Rosmarino, domenica h.10, via Liguria 75) e a Monserrato (sabato h.17:00 palestra di via Argentina). La inseguitrice Muravera TT resta in viale Rinascita ma in casa della Muraverese (sabato h. 16:30).

Nel girone B la numero 1 Santa Tecla Nulvi sarà ospite della Libertas Ping Pong Monterosello (Sassari, corso Cossiga, h. 17:00). Il tallonatore Tennistavolo Sassari accoglie il TT Neoneli (sabato, corso Cossiga, h: 17:00).

Luca Pilo del Santa Tecla Nulvi (Foto Tomaso Fenu)

Prima di ritorno anche su tutti i campi dei 5 raggruppamenti della D2.

Nel girone A l’Olbia A potrebbe approfittare del riposo della capolista Alghero per riacciuffarla in vetta, a patto che liquidi i fratelli dell’Olbia B (sabato, via Santorre di Santarosa, h. 17:00).

Turno casalingo per il campione d’inverno Santa Tecla Nulvi Rossa che nel girone B duellerà con il Tennistavolo Norbello (Palasport corso Vittorio h: 16:30). Derby invece tra Tennistavolo Sassari e Monterosello (ore16:30, corso Cossiga).

Occupano le prime due posizioni e sono della stessa scuderia: il derby di Carbonia tra Rosmarino A e B può riservare sempre delle sorprese (via Liguria, h. 16:00).

Marco Lai sarà un protagonista del derbissimo di Carbonia (Foto Tomaso Fenu)

Il TT Cagliari può consolidare la leadership nel girone d a patto che batta i cugini della Marcozzi (domenica, h. 10:00 via Crespellani). Il Torrellas Gialla cercherà di tenere il ritmo provando a sconfiggere i colleghi amici del Torrellas Blu (Capoterra, via Lamarmora, h.17:30).

Nel girone E altro derby di famiglia con l’imbattuta Saetta Gialla che affronta la compagine Rossa (Quartu S. Elena, via Nenni h.10). L’inseguitrice Decimomannu sarà di scena sul campo del Muravera TT (sabato, viale Rinascita, h. 16:30).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: