Cronache Pongistiche Sardegna 7 marzo 2018

Cronache Pongistiche Sardegna 7 marzo 2018

TORNEO GIOVANILE A LANUSEI: LA SOCIETÀ LOCALE SPORTING HA RICEVUTO COMPLIMENTI A IOSA PER UN’ORGANIZZAZIONE DA MANUALE

La prima volta a Lanusei dopo lunghi anni d’assenza. La Fitet Sardegna è stata ripagata con gli interessi per aver “azzardato” la decisione di destinare in Ogliastra un Torneo Regionale. La carovana sarda del Tennistavolo giovanile si è presentata copiosa nella cittadina collinare, in una data particolare, segnata dalle consultazioni elettorali. Ma con una saggia programmazione da parte di chi proveniva dalle province di Sassari, Cagliari e Oristano, i seggi non sono stati uno spauracchio.

Il Palalixius di Lanusei durante la manifestazione pongistica (Foto Pasquale Piroddi)

Al PalaLixius si sono visti solo sguardi felici, le lacrime ci sono state da parte di chi ha patito sconfitte inaspettate ma subito asciugate nel vedere tanto ben di dio da mangiare e da bere per tutto l’arco della giornata. Un’accoglienza sopra le righe caratterizzata da una ciliegiona (e il riferimento al caratteristico frutto estivo non è un caso) sulla torta: l’impianto riscaldato che ha consentito ai partecipanti di stare immobili sugli spalti e le aree di gioco con addosso soltanto pantaloncini e giacca della tuta. Per l’occasione sono state reclutate le telecamere comandate da Marco Demara e Pasquale Piroddi (anche in veste di fotografo) che hanno ripreso tutte le fasi della competizione (vedere la pagina You Tube Sardegna Punto Radio). Con loro c’era anche il noto speaker autoctono Andrea Deplano che con professionalità e simpatia si è calato tranquillamente nella realtà pongistica isolana regalando momenti esilaranti ai protagonisti non abituati a tributi di questo tipo.

Elia Licciardi ed Emanuele Cuboni profeti in patria assieme al pongista paralimpico Giammarco Mereu (Foto Pasquale Piroddi)

“Abbiamo fatto il possibile per rendere questa giornata piacevole in tutte le sue sfaccettature – ha risaltato il presidente dello Sporting Lanusei Maurizio Cuboni – e ci siamo riusciti fornendo una gran prova di squadra con uno staff davvero instancabile che si è sacrificato tantissimo. Ringrazio i miei compagni di squadra Fabrizio Licciardi e Carlo Piroddi, e poi Caterina Piras e Giuseppe (Geppo) Pistis, i miei familiari e tutte le mamme che hanno organizzato un terzo tempo quasi inesauribile. Senza il loro aiuto da solo non ci sarei mai riuscito a tirar su una cosa di questo genere. I lanuseini presentatisi al PalaLixius sono rimasti a bocca aperta nel vedere tante aree di gioco prese d’assalto da giovani giocatori. Ma anche il nostro piccolo neo atleta Roberto Pisano, categoria giovanissimi, non abituato a manifestazioni di questo tipo, per qualche minuto è rimasto piacevolmente disorientato. Ho ricevuto tanti complimenti da addetti ai lavori e non. In più i nostri Emanuele Cuboni ed Elia Licciardi hanno vinto nelle loro categorie e quindi mi posso ritenere molto soddisfatto. Spero che il Comitato sardo ci dia altre occasioni per organizzare manifestazioni di questo genere”.

Il presidente dello Sporting Lanusei Maurizio Cuboni con la piccola Eva Mattana (Foto Pasquale Piroddi)

PARERI AUTOREVOLI

Gianluca Mattana (vice presidente Fitet Sardegna): “La decisione di portare un torneo a Lanusei è stata presa dal nostro Comitato per ripristinare proficui contatti con un’area geografica che non vedeva protagonista il Tennistavolo da tantissimi anni. Non è stata una decisione semplice perché rispetto agli scorsi anni il numero dei tornei regionali assegnati dalla Federazione centrale è stato ridotto da quattro a tre e quindi abbiamo dovuto sacrificare altre sedi. Ma il presidente dello Sporting Lanusei Maurizio Cuboni si era manifestato subito disponibile per portare avanti un allestimento non semplice. Abbiamo quindi rinunciato alla storica location di Muravera e per noi è stata una importante scommessa, a mio parere vinta alla grande. Ci ha accolto una palestra riscaldata e un’organizzazione molto efficiente, tutto ha funzionato a regola d’arte e mi congratulo anche in questa sede con la società ospitante. Al di là dell’aspetto sportivo c’erano tante altre peculiarità ad ornamento della manifestazione che non si vedono normalmente durante gli altri tornei. Io che da anni mi batto per una premiazione alternativa che vada al di là della solita medaglietta, ho provato grande soddisfazione nell’assistere alla consegna di gadget particolari, accolti con grande entusiasmo da chi è salito sul podio. Abbiamo individuato un luogo che si presta molto bene per alloggiare altri tornei e manifestazioni. Da parte degli ogliastrini ho captato c’è l’intenzione di migliorarsi ulteriormente e quindi terremo conto anche di questo aspetto per il futuro”.

a dx il vice presidente Fitet Sardegna Gianluca Mattana (Foto Pasquale Piroddi)

Riccardo Lisci (Direttore Tecnico Fitet Sardegna): “Mi ha colpito la location impeccabile impreziosita da un impianto di riscaldamento a cui il movimento pongistico non è mai stato abituato. Da applausi e da leccarsi le dita il meraviglioso rinfresco con tanti dolci assai graditi dai bambini e.. anche dagli adulti. Molti partecipanti hanno ritenuto scomoda la sede di gioco per il semplice motivo che non è facilmente raggiungibile. Secondo me però è stato giusto organizzarlo in Ogliastra perché i giovani del vivaio Sporting stanno venendo su bene e anche i risultati lo dimostrano. Ritengo ideale la politica di assegnare i tornei alle società che lo meritano. Per il resto abbiamo assistito a delle sane e robuste competizioni da parte di un movimento giovanile che sta attraversando un periodo particolarmente florido da tutelare e migliorare nel migliore dei modi”.

Riccardo Lisci istruisce il suo atleta del TT Guspini Christian Liscia (Foto Pasquale Piroddi)

Francesca Saiu (Tecnico Regionale Fitet Sardegna): “È stata una bella giornata di sport, partecipazione e amicizia. Ho da esternare solo sensazioni estremamente positive. Intanto la posizione di Lanusei ha accontentato un po’ tutti relativamente ai tempi di percorrenza in auto. Per la prima volta nella storia del pongismo isolano ho visto un ambiente riscaldato e anche le otto aree di gioco erano abbastanza ampie. Dal punto di vista organizzativo i padroni di casa sono stati gentilissimi proponendo un buffet che praticamente ha accontentato 150 persone e ce n’era anche per più. Carina l’iniziativa di regalare a tutte le società ingenti quantitativi di cioccolati. Simpatica l’idea di abbinare alla medaglia anche un prodotto cosmetico che ha rallegrato assai i destinatari. Da parte mia non posso che dispensare tanti complimenti. La contentezza accresce se penso al buonissimo livello di partecipazione ed è stato un bel quadro da libro cuore vedere gli atleti che dopo le gare fraternizzavano con molta spontaneità. Mi è piaciuto lo speaker, la musica in sottofondo durante la fase di riscaldamento e il fotografo che stampava in tempo reale immagini relative alle competizioni. Spero che si possano generare altre situazioni dove Lanusei sia di nuovo protagonista”.

Il Palalixius visto dall’alto (Foto Pasquale Piroddi)

L’ANDAMENTO DELLE GARE

Al Palazzetto dello Sport di Lanusei si presentano 56 iscritti in rappresentanza di tredici società. Record di presenze se raffrontato con i due appuntamenti precedenti di Sassari (55) e Guspini (49). Ad ottenere maggiori successi sono due società: quella ospitante grazie a Emanuele Cuboni (Giovanissimi Maschile) e Elia Licciardi (Ragazzi Maschile) e la Muraverese che guadagna il gradino più alto del podio con Marco Cocco (Allievi maschile) e Aurora Piras (Juniores femminile). Un oro a testa per il TT Guspini con Francesco Broccia (Juniores maschile), Quattro Mori Cagliari con Alessia Pauliuc (Giovanissimi Femminile), La Saetta Quartu con Michela Mura (Allievi femminile), e Muravera TT tramite Alessandra Stori (Ragazzi Femminile).

Facendo un compendio finale dei tre appuntamenti stagionali Elia Licciardi, Aurora Piras e Alessia Pauliuc hanno primeggiato anche a Sassari e Guspini.

a dx Alessia Pauliuc con Francesca Seu (Foto Pasquale Piroddi)

GIOVANISSIMI MASCHILE

In questo settore si registra il record di presenze: 18 iscritti. Dopo la prima fase caratterizzata da cinque gironi, la testa di serie n. 1 Emanuele Cuboni completa la sua ascesa verso la medaglia d’oro battendo Samuele Camboni (Muraverese), Luca Broccia (TT Guspini) e per il primo posto il fratello Manuel Broccia per 3-1. Il finalista del Medio Campidano si era precedentemente imposto su Nicolò Pilia (Muravera TT) e Federico Ibba (San Orione Rosmarino). Quinto posto per Cristian Liscia (TT Guspini), seguito da Pilia, Camboni e Jacopo Pusceddu (Torrellas Capoterra).

Il podio Giovanissimi Maschile (Foto Pasquale Piroddi)

GIOVANISSIMI FEMMINILE

Essendo in otto l’arbitro della competizione Adolfo Simbula di Oristano opta per il girone unico. L’incontro più atteso è quello tra le due favorite Alessia Pauliuc (Quattro Mori) e Francesca Seu (Muravera TT) che si chiude al quinto set in favore della piccola romena, n. 2 d’Italia. Per il resto gare a senso unico per le protagoniste arrivate rispettivamente prima e seconda. Sul podio salgono anche Aurora Delrio (Libertas Ping Pong Monterosello) ed Eva Mattana (Muraverese).

Il Podio Giovanissimi Femminile (Foto Luciano Saiu)

RAGAZZI MASCHILE

Dopo quella dei giovanissimi maschile è la competizione più popolata. I dodici protagonisti vengono suddivisi in tre gironi. Poi cominciano le schermaglie più serie con il favorito e profeta in patria Elia Licciardi che non cede neanche un set prima a Lorenzo Sicurella (Paulilatino 2014) e poi in finale contro il figlio d’arte guspinese Nicolò Carta (di Giancarlo) che lo mette in apprensione solo nell’ultima frazione. Antonio Murgia del Santa Tecla Nulvi si aggiudica la sfida che gli vale il terzo posto su Sicurella. Di seguito Samuele Raggiu (Santa Tecla Nulvi) e Rocco Serra (Paulilatino 2014).

Il podio Ragazzi maschile (Foto Pasquale Piroddi)

RAGAZZI FEMMINILE

Infortunata la favorita Rossana Ferciug dei Quattro Mori, (vincitrice sia a Guspini, sia a Sassari) e presente comunque al Pala Lixius, la sfida decisiva tra le quattro partecipanti raggruppate in un unico girone è tra la testa di serie n. 1 Martina Bonomo (Libertas Ping Pong Monterosello Sassari), e Alessandra Stori (Muravera TT). Quest’ultima si impone sulla turritana per 3-1 e ipoteca la vittoria finale. Dopo Bonomo, al terzo posto si piazza Chiara Scudino (Libertas Ping Pong Monterosello), seguita dalla sua compagna Marta Delrio.

Il podio Ragazzi Femminile (Foto Pasquale Piroddi)

ALLIEVI MASCHILE

Una tenzone a tre dove a prevalere è l’atleta della Muraverese Marco Cocco, già vincitore a Sassari. Batte per 3-0 sia Simone Unali (Libertas Sassari), sia l’altro turritano Claudio Sabino, classificatosi al terzo posto.

Il podio allievi maschile (Foto Pasquale Piroddi)

ALLIEVI FEMMINILE

Sotto l’aspetto tecnico e spettacolare è la gara più attesa che sforna sempre gare equilibrate e dall’esito incerto. Non a caso le tre prove regionali disputate hanno sempre decretato vincitrici diverse. Dopo Serena Anedda e Sara Congiu (Muravera TT), a Lanusei è il turno della saettina Michela Mura che nel girone unico vince tutte e quattro le sfide prevalendo al quinto set con entrambe le atlete sarrabesi. Sara guadagna la piazza d’onore superando al quinto la compagna Serena. Quarto posto per Rita Francesca Franzo’ (Muravera TT).

Il podio Allievi Femminile (Foto Pasquale Piroddi)

JUNIORES MASCHILE

Il guspinese Francesco Broccia bissa il successo ottenuto nella sua Guspini a gennaio. I sei protagonisti animano la formula tutti contro tutti con il vincitore che termina a punteggio pieno senza cedere un set. Nicola carboni lo segue in classifica con una sola sconfitta, mentre il gradino più basso del podio è appannaggio di Matteo Lorrai (La Saetta Quartu) e Nicola Macis (Muravera TT).

Il podio Juniores Maschile (Foto Pasquale Piroddi)

JUNIORES FEMMINILE

Aurora Piras (Muraverese) fa l’en plein anche in questa sfida a tre. Prevale sulla sua amica e compagna Alice Mattana e poi in quattro set supera anche Alessandra Mura (La Saetta Quartu) che perde al quinto con Alice.

Il podio Juniores femminile (Foto Pasquale Piroddi)

TORNEO QUARTA FEMMINILE: TRIONFO DI ANNA PODDA

Di supporto al Torneo Regionale Giovanile, a Lanusei si è svolto un Quarta femminile al quale hanno partecipato quattordici ragazze. Il pronostico è stato rispettato in pieno con la testa di serie n. 1 Anna Podda (La Saetta Quartu) che dopo la prima fase suddivisa in quattro gironi, ha avuto vita facile fino alla finalissima durante la quale ha battuto agevolmente l’infante Alessia Pauliuc (Quattro Mori Cagliari).

Un momento della finale dei Quarta femminile (Foto Pasquale Piroddi)

“È stata una gara un po’ diversa del solito – ha ammesso la pongista originaria di Villaspeciosa – infatti la fase a gironi è stata senza particolari difficoltà. In semifinale ho giocato contro Martina Bonomo (Libertas Ping Pong Monterosello), che avevo incontrato recentemente a Muravera, notando un suo ulteriore miglioramento. Mi aspettavo una finale diversa e invece ho incontrato per la prima volta Alessia Pauliuc, che non credevo fosse così determinata, vista la sua giovane età. Faccio i complimenti alle ragazze con cui ho giocato, per i notevoli progressi nel gioco e agli organizzatori del torneo, per la cura con cui hanno preparato la manifestazione”.

Il podio Quarta Femminile (Foto Pasquale Piroddi)

Alle spalle delle finaliste si è accostata al podio anche la sua compagna di scuderia Silvia Deligia in compagnia di Bonomo. Tra le prime otto figurano Chiara Scudino (Libertas Ping Pong Monterosello), Francesca Seu, Alessandra Stori (Muravera TT) e Federica Cuboni (Sporting Lanusei).

STAGE REGIONALE ROSA DI MURAVERA: PRESENTI ANCHE I QUATTRO CONVOCATI PER LA COPPA DELLE REGIONI

C’era un po’ di attesa nella palestra muraverese di viale Rinascita per vedere all’opera coloro che rappresenteranno la Sardegna a Molfetta, il secondo fine settimana di aprile, nel consueto appuntamento con la Coppa delle Regioni. Per l’occasione infatti il Tecnico Regionale Francesca Saiu ha deciso di partire in Puglia con Emanuele Cuboni (Sporting Lanusei), Manuel Broccia (TT Guspini), Serena Anedda (Muravera TT) e Rossana Ferciug (Quattro Mori Cagliari). “Si sono allenati con impegno – ha illustrato Francesca Saiu – assimilando gli schemi classici inerenti la palla tagliata e i passi”.

Serena Anedda, Sara Congiu e Rita Franzo’ (Foto Luciano Saiu)

Con loro c’erano altre cinque ragazze coinvolte dal tecnico per dare continuità al Progetto Rosa: Alice Mattana, Aurora Piras (Muraverese), Francesca Seu, Sara Congiu (Muravera TT) e Michela Mura (La Saetta Quartu). Praticamente si è trattato di uno stage che ne includeva due.

“Tutti hanno risposto in maniera positiva alla convocazione – continua Saiu – compresa Rossana Ferciug che a causa di una contrattura muscolare ha partecipato solo alla fase di riscaldamento”.

L’allenatrice di Muravera conferma come il livello del settore giovanile femminile in Sardegna sia molto alto e non a caso ha chiamato esclusivamente ragazze provenienti dalle quattro categorie giovanili che comparate con le altre realtà regionali si ritagliano un discreto spazio. “Sono molto soddisfatta che in Sardegna ci siano almeno sei ragazze di buon livello – ha concluso il Tecnico Regionale – e anche in questa circostanza si sono allenate con impegno. Abbiamo proposto schemi su palla tagliata, passi, servizio e risposta al servizio. In vista degli italiani giovanili abbiamo provato anche qualche doppio”.

Alice Mattana (Foto Pasquale Piroddi)

LE GARE DEL PROSSIMO WEEK – END: TENNISTAVOLO NORBELLO IMPEGNATO NELLA COPPA EUROPEA TT INTERCUP

Sabato a Norbello (h.18:00) la squadra locale dei Comuni del Guilcer affronta il terzo turno della Coppa Europea TT Intercup. Gli avversari arrivano dall’Austria e sono una vecchia conoscenza per il club guilcerino che nella Final Four di Jesolo, nel 2015, ebbero l’opportunità di affrontare il Regional Team Oberwart – Burgerland. Gli atleti iscritti alla competizione sono ben dodici: il loro tecnico avrà quindi l’imbarazzo della scelta.

Ancora da definire l’assetto del team giallo blu che sicuramente si gioverà del contributo di Maxim Kuznetsov e di Romualdo Manna.

Romualdo Manna (Foto Pierluigi Roncallo)

Si torna anche sui campi nazionali. In serie A2 maschile la Marcozzi Cagliari ospita sabato 10 marzo (Palatennistavolo, h. 15:30) il match che vale una stagione. Infatti arriverà il forte Tennistavolo Genova, che occupa il secondo posto con un punto di ritardo (ma una partita in meno) rispetto al team campidanese. Nello stesso campo e alla stessa ora la Marcozzi B1 incontra la capolista Cral Roma. impegno in trasferta invece del Muravera TT ospite dell’Eureka Roma.

In B2 il Libertas Sassari gioca domenica mattina sul campo dell’Eureka Roma. Match interno per la Muraverese che sabato pomeriggio (viale Rinascita h. 16:45) ospita l’Amatori Sessa.

Scendendo ancora di un gradino, la serie C1 offre un solo incontro casalingo con la Muraverese che sabato, in viale Rinascita, se la vede con l’Isola Fleming Roma.

La capolista Santa Tecla Nulvi e il Tennistavolo Norbello giocheranno a Roma sabato alle 16:00 rispettivamente con Castello Comitec e King Pong Di Cesare.

A livello regionale si disputa il quarto e ultimo concentramento di serie C femminile ospitato dal Tennistavolo Sassari domenica mattina negli impianti di Corso Cossiga.

La C2 maschile prevede per sabato il big match tra Iglesias e TT Guspini (salone Enaoli h16:30.

Il San Orione Rosmarino, nel girone A della D1 cercherà di fermare la corsa della capolista Monserrato Rossa (Carbonia, Oratorio San Orione h. 16:00).

Seppur divise da cinque punti, prima (Alghero Rossa) e seconda in classifica (Neoneli) della D1/B si affrontano  in terra catalana (via Grandi) sabato alle 17:00.

In campo anche i 5 gironi della D2.

INTERNAZIONALI VETERANI PROSSIMAMENTE A BOSA

(a cura di Fabio Costantino)

Mancano poco meno di due mesi, ma siamo già al lavoro da molto tempo per allestire quello che ormai è diventato un immancabile appuntamento primaverile; infatti, a partire dal 29 Aprile al 1 Maggio, prenderà il via il torneo internazionale “Sardinian Veterans”,  organizzato dal suo ideatore Efisio Pisano e dalla A.S.D. Il Cancello di Alghero. La manifestazione quest’anno taglia l’importante traguardo della settima edizione e porterà in Sardegna, in particolare a Bosa, atleti provenienti da ogni parte del mondo. Dal momento che manca ancora diverso tempo alla scadenza delle iscrizioni (prevista per il 24 Aprile 2018), non è possibile per ovvi motivi fare una lista definitiva dei partecipanti; si può però già dire che abbiamo superato il record dell’anno scorso riguardante la presenza di nazioni straniere. Si tratta di un lungo elenco comprendente Francia, Belgio, Galles, Germania, Inghilterra, Israele, Nigeria, Pakistan, Romania, Scozia, Slovacchia, Spagna, Svezia, Svizzera e Stati Uniti. Ci sarà dunque da divertirsi a misurarsi sui tavoli contro stili di gioco differenti. Trattandosi di un torneo veterani, gli atleti sono ripartiti in differenti categorie d’età: over 75, over 70, over 60, over 50 e over 40, che si potranno cimentare nelle gare di singolo e doppio. Inoltre, si ricorda che i giocatori di ogni categoria potranno partecipare, senza costi aggiuntivi, anche in quelle si età più giovane (fino a un massimo di 3 categorie). Finora si è parlato dell’aspetto agonistico, ma la caratteristica di questo evento e anche l’aspetto turistico: col pretesto del torneo infatti sarà possibile per gli stranieri visitare la Sardegna e in particolare Bosa, considerato uno tra i borghi più belli d’Italia. Non va tralasciato l’aspetto gastronomico: è prevista ogni anno una cena sociale dall’ottimo ristorante Mannu; si tratta pur sempre di un’attività praticata su un tavolo!

La locandina degli Internazionali Veterani di Bosa

Aspettiamo, come sempre del resto, una forte partecipazione di atleti sardi.

Per concludere, si ricorda che le eventuali iscrizioni andranno inviate al seguente indirizzo email: efisiopisano@yahoo.it Per maggiori dettagli si rinvia al programma della manifestazione.

CAMPIONATI ITALIANI: BRONZO PER IL DOPPIO MARCOZZIANO OYEBODE – PICIULIN

CARLO ROSSI È DECIMO NELLA CLASSIFICA GENERALE

La Sardegna pongistica impegnata nei Campionati Italiani di Prima e Seconda categoria torna da Terni con un bronzo nel doppio Seconda ad opera dei due adolescenti Johnny Oyebode e Gabriele Piciulin tesserati nella Marcozzi Cagliari.

Ma gli appassionati isolani sono in festa per il marcozziano più pregiato, Carlo Rossi, che in virtù di alcune vittorie importanti riportate in terra umbra contro avversari del calibro di Daniele Sabatino, Nicholas Frigiolini e Alessandro Baciocchi, ha scalato la classifica assoluta maschile fino al raggiungimento della posizione numero 10: un approdo niente male per il quasi diciassettenne quartese.

Carlo Rossi (Foto Pierluigi Roncallo)

Riguardo le altre posizioni colte nell’importante manifestazione tricolore, nel singolo assoluto maschile Carlo Rossi si arrende ai quarti, mentre si arenano nella fase a gironi Romualdo Manna (Tennistavolo Norbello), Johnny Oyebode e Gabriele Piciulin. Stessa identica sorte anche per Ana Brzan (Muravera TT).

Per ciò che concerne gli individuali di Seconda stop agli ottavi di finale per Maxim Kuznetsov (Tennistavolo Norbello), Oyebode, e Manna. Ai sedicesimi viene eliminato Rossi e al secondo turno Piciulin. Marco Poma della Marcozzi rimane incagliato nella prima fase. Tra le donne non vanno oltre la prima fase sia Brzan, sia Marialucia Di Meo (Tennistavolo Norbello).

Il doppio maschile bronzeo è stato battuto in semifinale dal duo Pinto/Seretti. Mentre si arrende ai quarti la coppia formata da Carlo Rossi e Luigi Rocca (King Pong Roma). Nell’omologa categoria femminile la Brzan, in coppia con Claudia Carassia (Polisportiva Bagnolese) raggiunge i quarti di finale.

Oyebode e Piciulin bronzo nel doppio maschile seconda (Foto Pierluigi Roncallo)

SERIE B VETERANI: SECONDI CONCENTRAMENTI

La serie B veterani ha prodotto il secondo dei quattro step regionali previsti in calendario. Lo scorso fine settimana le 21 squadre coinvolte, suddivise in 3 gironi, si sono incontrate nei concentramenti organizzati a Muravera (dalla società Muraverese), Paulilatino e Sassari.

GIRONE A

La Muraverese conduce a punteggio pieno tallonata dalle due compagini del Monserrato TT (Verde e Rossa).

Mario Bordigoni (Muraverese): “Ci siamo presentati in formazione completa e grazie alle solide performance dei miei illustri compagni Riccardo Dessì, Riccardo Lisci e Marcello Porcu, abbiamo agevolmente vinto entrambi gli incontri con Monserrato Verde e i mitici tigrotti di Iglesias. Personalmente due debacle annunciate visto il doppio infortunio patito quest’anno ma ne valeva la pena per testare le condizioni del ginocchio sotto sforzo”.

Marcello Porcu (Foto Luciano Marzulli)

Fabrizio Carta (TT Monserrato): “Risultati abbastanza scontati al concentramento veterani di Muravera. Per il Monserrato, vittoria dei verdi su Torrellas Capoterra Blu per 3-1. Giuseppe Lepori e Luca De Vita vincono i loro singoli, perdendo al quinto set contro i sorprendenti Antonello Migliaccio e Massimo Carta solo nel doppio. Poi i verdi incontrano i big imbattuti della Muraverese. Si battono come leoni, facendo due punti su un Bordigoni poco allenato, ma soccombono contro un Marcello Porcu di una serie superiore. Nel doppio, i nostri cedono di misura contro la migliore coppia della Muraverese: Lisci e Dessì, interrompono per un quarto d’ora lo stage dei giovani pongisti, in corso, e prevalgono in quattro set. I Verdi, per acciuffare il secondo posto che potrebbe essere utile per i play off, devono sperare in una serie di risultati a loro favorevoli.

Luca De Vita (Foto Tomaso Fenu)

Per quanto riguarda i rossi, nell’ unica partita disputata, battono per 3-1 Torrellas Capoterra Blu. Marco Pisu vince facile contro Migliaccio, ma Massimo Carta pareggia, rifilando un secco 3-0 al presidente Picciau che sostituisce l’infortunato Gian Paolo Manca. Nel doppio estenuante vittoria per Pisu/Fabrizio Carta sulla coppia capoterrese (Migliaccio – Carta) per 3-2. Infine suggella il successo Fabrizio Carta che prevale per tre set a zero contro Migliaccio che ne soffre le ribattute. Per conquistare il secondo posto i rossi devono battere sia l’Iglesias sia l’Azzurra. Non sarà facile”.

Marco Pisu (Foto Tomaso Fenu)

Bruno Pinna (Fermi Iglesias): “Giornata negativa per le tigri sulcitane. Nel primo incontro affrontiamo la troppo forte Muraverese che ha fatto di noi un sol boccone. Perdiamo 3 a 0, conquistando un solo set nel doppio. Nell’altra partita incontriamo le apine del Capoterra che si dimostrano fastidiose con un velenoso pungiglione fatto di controllo e concretezza nel doppio. Al contrario invece le tigri, troppo fiacche nel doppio e nei singolari non fanno bastare la mia vittoria sul grintoso Licio Rasulo. Bravo Celestino Pusceddu su Giancarlo Pili con ancora un po’ di energia: riesce a dominarlo con bei colpi potenti e precisi. Rasulo chiude su un Giancarlo stanco e poco allenato, recuperando dal 2 a 0 al 3 a 2. Bravo comunque Licio per averci sempre creduto. Sempre piacevole incontrare tutti gli amici del tennistavolo, col Capoterra in particolare siamo avversari/amici da oltre trent’anni, quindi anche dal punto di vista affettivo c’è un legame speciale. La prossima volta, sempre in amicizia, gli diamo una bella suonata, così la smettono di pungere per un po’ ”.

Bruno Pinna (Foto Tomaso Fenu)

Celestino Pusceddu (Torrellas Gialla): “Secondo appuntamento con il campionato veterani di serie B maschile. Stavolta dobbiamo vedercela con gli amici dell’Azzurra e del Fermi Iglesias. Primo incontro con l’Azzurra. Nella Torrellas Gialla sono schierati: Felice Rasulo; Celestino Pusceddu. Nell’Azzurra sono schierati: Pierluigi Montalbano, Roberto Murgiano e Giovanni Pomata. Tutti gli incontri sono abbastanza equilibrati, ma alla fine è l’Azzurra che prevale per 3 a 1 con punti di Montalbano su Pusceddu, di Pomata su Rasulo, di Rasulo su Murgiano (14 a 12 alla bella) e il doppio (poi risultato decisivo) per la coppia Murgiano – Pomata opposta alla coppia Rasulo – Pusceddu”.

Licio Rasulo e Celestino Pusceddu

“A seguire il secondo incontro con l’Iglesias: Nella Torrellas Gialla sono schierati: Felice Rasulo; Celestino Pusceddu. Nell’Iglesias sono schierati: Bruno Pinna; Giancarlo Pili. Il primo incontro vede prevalere Bruno Pinna su Rasulo, successivamente mi aggiudico l’incontro contro Pili. Sull’uno pari io e Licio capiamo che anche stavolta potrebbe risultare decisivo il doppio. Pertanto lo affrontiamo molto concentrati ma anche rilassati. Riusciamo ad esprimerci al meglio e ci aggiudichiamo di misura l’incontro. Sul 2 a 1 per noi risulterà determinante quindi la sfida tra Licio e Giancarlo. So benissimo che Bruno è tostissimo e nell’eventuale “bella” non farà sconti. Giancarlo parte bene e si aggiudica i primi due set. Licio però rimonta e impatta sul due pari. L’ultimo set è molto combattuto. Da una parte Licio ha preso coraggio e gioca con sempre maggiore incisività, dall’altra un Giancarlo ormai dolorante per tutti gli incontri disputati (anche con la Muraverese) è ormai allo stremo, ma di sicuro non vuole mollare. Alla fine di una partita combattutissima la spunterà Licio per 11 a 9 alla bella. E fin qui la cronaca… Però… Proviamo ad andare oltre la cronaca. Solo con la cronaca non si capirebbe perché certi “matti” si sobbarchino km su km per andare a giocare delle partitelle a “ping – pong”. Per un neofita o per uno spettatore distratto tutto questo non avrebbe senso, e non avrebbe neanche senso tentare di spiegarlo. Un grosso perché però me lo ha ricordato Giancarlo Pili nel torneo Veterani Mi è rimasto impresso, in particolare, uno dei tanti punti giocati con sofferenza (schiena dolorante) da Giancarlo nell’ultimo set con Licio. Alla fine di uno scambio, Giancarlo giaceva a terra per aver cercato di arginare in tutti i modi l’esuberanza dell’avversario. Siamo tutti preoccupati e una ragazza che si trovava nei paraggi dice a Giancarlo: “perché non smetti?” e lui sdraiato e dolorante a terra: “non posso… sono innamorato di questo sport”…  Che dire? Chapeau… Viva Giancarlo”!

Gianni Pomata (Azzurra Cagliari): Vinciamo meritatamente la nostra prima partita di questo campionato. Poteva finire 3 a 0 ma comunque sono state tutte gare combattute. Inizia Pierluigi Montalbano contro un ottimo Celestino Pusceddu: il 3 a 0 a favore del mio compagno non descrive bene una gara combattuta. Quindi Roberto Murgiano parte aggiudicandosi i primi due set, ma poi subisce il ritorno di un Licio Rasulo in crescita e perde al quinto set ai vantaggi. Nel doppio io e Roberto Murgiano perdiamo il primo set ma poi vinciamo nettamente il secondo ed il terzo. Il quarto e decisivo set l’abbiamo vinto ai vantaggi. L’ultimo incontro mi vede contro Licio Rasulo, parte molto bene lui e io gioco molto contratto e perdo il primo set nettamente. Quindi lentamente riesco ad imbastire il mio gioco e riesco a vincere per 3 a 0”.

Giovanni Pomata (Foto Tomaso Fenu)

Massimo Carta (Torrellas Blu): “Nella seconda giornata del campionato a squadre veterani girone A abbiamo incontrato le due squadre di Monserrato. Il Verde con Giuseppe Lepori e Luca De Vita e il Rosso con Carta, Pisu e Picciau. Pur in formazione incompleta data la assenza di Marco Sanna, abbiamo onorato l’impegno perdendo entrambi gli incontri per 3-1. Con il Verde, inizio io con Lepori uscendone sconfitto per 3-1. Segue Migliaccio che soccombe da De Vita 3-0. Nel doppio vinciamo noi per 3-2. Nell’ altro singolo Migliaccio si arrende con Lepori per 3-0. Nel secondo incontro con la Rossa, Migliaccio incontra Pisu perdendo 3-0. Nel secondo ho la meglio su Sandro Picciau per 3-0. Nel doppio contro Pisu-Carta giochiamo bene ma vincono loro 3-2. Infine Migliaccio se la vede con Carta cedendo 3-0. Tutti gli incontri sono stati combattuti ma gli avversari erano e sono indubbiamente più forti di noi, comunque gare intense e divertenti. Alla prossima”.

Antonello Migliaccio (Foto Tomaso Fenu)

GIRONE B

Adolfo Simbula (Oristano Verde): “Come sempre dobbiamo elogiare la squisita ospitalità del Paulilatino 2014 che ha organizzato il secondo concentramento del girone concedendo a tutti noi una piacevole giornata di sport in compagnia. Per quanto riguarda i risultati sportivi continua l’imbattibilità dell’Oristano Giallo e dell’Oristano Blu. I Gialli vincono abbastanza agevolmente i due derby (il secondo purtroppo contro di me) mentre l’Oristano Blu non ha concesso sconti ai padroni di casa del Paulilatino. Per l’Oristano Turchese nonostante la netta sconfitta contro i Gialli da segnalare i costanti miglioramenti di Luigi Santus, autore di una bella prova contro il nostro plurimedagliato Mario Littarru, e del doppio Emilio Maiello-Luigi ormai rodato da lunghi allenamenti”.

Adolfo Simbula (Foto Gianluca Piu)

“Torna a casa con due sconfitte l’Oristano Verde sempre per 1-3 prima contro gli amici di Arbus e poi contro i Gialli. Nel primo incontro nonostante la mia vittoria contro un buon Giorgio Onnis, sempre pericoloso di rovescio, non riusciamo ad opporci a Fabiano Peddis che vince i suoi due singolari e vince il decisivo ed equilibrato doppio insieme ad Antonello Sanna. Nel secondo incontro stesso copione punto della bandiera di Pierpaolo Cubadde contro Carlo ‘Barlo’ Maulu ma io spreco troppo nei finali di set e quindi perdiamo anche questo doppio sempre condotto sul filo dell’equilibrio. <nell’ultimo incontro per la prima volta in 28 anni gioco contro Barlo, il quale riesce ad approfittare della mia carente concentrazione per portare il punto della vittoria a casa. Ora tutti pronti per il gran finale, con le ultime tre giornate da disputare il 7 Aprile nella palestra di Torangius in Piazza Baden Powell a Oristano”.

Carlo Maulu (Oristano Giallo): “Nel secondo concentramento del campionato veterani disputato a Paulilatino è giornata di Derby. Nella prima partita affrontiamo i verdi. Mario Littarru sostituisce il presidente Nicola Cuccureddu reduce da un lieve infortunio. Nella prima partita contro il Tt OR Turchese Littarru vince contro Luigi Santus per 3-0 Dove Santus fa vedere dei netti miglioramenti ma nulla può contro l’esperto Mario che porta in vantaggio il Tt OR Giallo. Nella seconda partita gioco io contro Emilio Maiello dove vinco abbastanza agevolmente per 3-0 e porto a casa il secondo punto per la mia squadra. Nel doppio Littarru – Maulu, per la prima volta in doppio insieme, affrontiamo la coppia affiatata Santus – Maiello, che ci reca qualche problema: perdiamo un set ma riusciamo a vincere per 3-1 e mettiamo il sigillo che ci regala la vittoria in questa partita”.

Carlo Maulu con la sua super tifosa Eleonora Trudu (Foto Gianluca Piu)

Contro il Tt OR Verde ci spetta una partita più impegnativa. Un emozionato Littarru affronta Ado Simbula, Mario parte un po’ contratto ma vince per 3-0. Affronto Pierpaolo Cubadde, perdo i primi due set poi recupero, vado sul 2-2. A quel punto Cubadde decide di non tirare più col dritto e inizia a crearmi dei problemi con i suoi tagli efficaci riuscendo a darmi più di qualche problema fino ad aggiudicarsi l’incontro alla bella. 3-2 in suo favore. Nel doppio Maulu – Littarru vincono contro Simbula-Cubadde per 3-1 mostrando dei bei colpi. Risultato di 2-1 per il Tt OR Giallo. Come spesso capita quest’anno, mi spetta la partita decisiva. Questa volta non mi faccio tradire dall’emozione e regalo la vittoria che ci consente ancora di restare primi in questo campionato veterani. Maulu-Simbula 3-0 e vittoria sudata per il Tt OR Giallo per 3-1. Colgo l’occasione per ringraziare il Tt Paulilatino per il piacevole invito al termine di questa bella giornata di Tennistavolo”.

Antonello Sanna (TT Guspini): “Secondo concentramento Veterani svoltosi a Paulilatino (bellissimo paese) che ci vede, come da calendario, disputare due incontri. Contro Oristano Verde, composto da Pierpaolo Cubadde e Adolfo Simbula, e contro l’ASD Note Sportive Sanluri di Daniele Vacca e Paolo Corvo. Iniziamo contro l’Oristano Verde. Primo incontro tra Fabiano Peddis e Pierpaolo Cubadde. Punto a favore di Fabiano, concentratissimo, sul simpatico Pierpaolo. Scendono in campo per il secondo match Giorgio Onnis e Adolfo Simbula. Dopo una combattuta partita la spunta Adolfo per 3-1. E’ il momento del doppio. Io e Fabiano affrontiamo la coppia Cubadde-Simbula. Una vittoria dal punteggio netto (3-0) ma al di la del risultato molto giocata e combattuta. Il quarto incontro (Peddis-Simbula) vede la vittoria del mio compagno di squadra per 3-0. Vinciamo la nostra prima partita nel campionato veterani per 3-1. Nel secondo incontro della giornata affrontiamo l’ASD Note sportive di Sanluri affacciatasi di recente al mondo del TT. Il primo incontro mi vede contrapposto a Daniele Vacca. Vinco io per 3-0 portando in saccoccia il primo punto. Entrano poi in campo Giorgio Onnis e Paolo Corvo. Giorgio vince per 3-1 contro Paolo. Vista la vittoria in doppio contro l’Oristano Verde decidiamo di non cambiare coppia e torniamo in campo io e Fabiano Peddis. Divertente partita contro Corvo e Vacca con il risultato (3-0) a nostro favore. Vinciamo cosi anche il secondo incontro della giornata. Ringraziamo la società del Paulilatino per l’accoglienza nella loro struttura e del “buonissimo” rinfresco offertoci a fine partita.

Antonello Sanna (Foto Tomaso Fenu)

Pasqualino Putzolu (Paulilatino 2014): “Il secondo concentramento veterani girone “B” si è’ disputato da noi nella palestra delle scuole medie. Bella giornata pongistica caratterizzata da un ambiente sportivo e amichevole; non è mancato un rosatino della casa per scioglierci e dedicarci appieno alla competizione. Gioca la prima Giuseppe Mellai contro Paolo Corvo dell’ASD note sportive dì Sanluri: ha la meglio Mellai per 3 a 1. Gioco io la seconda contro il più esperto Daniele Vacca perdendo per 3 a 1. Nel doppio vinciamo noi 3 a 1. Il quarto e ultimo match lo vinco io contro Paolo Corvo al quinto set dopo essere andato in svantaggio per due volte consecutive: non è’ stato facile contro due avversari motivati e molto agguerriti”.

Foto di gruppo tra Paulilatino 2014 e Oristano Blu

Daniele Vacca (Asd Note Sportive): “È la prima volta che ci affacciamo in un campionato federale, e siamo molto contenti dell’accoglienza ricevuta dagli addetti ai lavori che ci riservano anche  preziosi consigli. I risultati conseguiti sul campo non sono ancora positivi, ma ad onore del vero le sconfitte subite sono state tutte onorevoli con set veramente combattuti. Il mio bilancio personale è stato di due gare vinte e una persa. I miei compagni stanno facendo esperienza e migliorano settimana dopo settimana dato che ci stiamo allenando il lunedì, mercoledì e venerdì assieme ai nostri piccoli, circa una decina, con alcuni di loro che disputano il campionato di D2. Stanno giocando molto bene e tra l’altro hanno battuto di recente la squadra di Paulilatino”.

Note Sportive contro Paulilatino 2014

GIRONE C

Libertas Sassari a punteggio pieno ma con due gare in più rispetto al Nulvi A, anch’esso sempre vittorioso.

Luca Pinna (Libertas Sassari): “Per la mia squadra è stato un concentramento molto semplice. Con l’Alghero B di Salvatore Zinchiri ed Emilio Albero abbiamo prevalso con la formazione tipo composta da me e Aurelian Postole. Nell’incontro successivo ci siamo misurati col Santa Tecla Nulvi B imponendoci con lo stesso risultato su Stefano Conconi e Luca Pilo. Il terzo successo consecutivo lo abbiamo ottenuto ai danni dell’Alghero A sceso in campo con Carmine Niolu, Efisio Pisano e Christian Mulas. In realtà, nonostante il risultato netto, abbiamo trovato qualche difficoltà. Sono riuscito a battere Mulas al quinto set nonostante fossi in vantaggio di due set. Un po’ di distrazione ha consentito al mio avversario di recuperare ma poi ho prevalso 11-6. Niolu è riuscito a strappare un set a Postole ma nel doppio finale non abbiamo incontrato più problemi”.

Luca Pinna (Foto Gianluca Piu)

Erich Schuster (Santa Tecla Nulvi): “Un sabato 3 febbraio di incontri tra veterani a squadre a Sassari. Il Nulvi si presenta con la formazione più forte, coach Erich Schuster e il nigeriano “Giacomo” Basiru contro due squadre di Alghero. Contro l’immarcescibile Efisio Pisano Schuster gioca una partita quasi.. storica tra giocatori che vengono dagli anni 50/60 e vince, poi Basiru fa 3-1 con Mulas. Doppio per i nulvesi. Il secondo incontro vede Schuster vincere con Massimiliano Salis e Basiru con Albero. Con il doppio si arriva al 3 a 0 con due vittorie dei nulvesi”.

Oladimeji Basiru Taiwo (Foto Luciano Marzulli)

Samuel Paganotto (Libertas Ping Pong Monterosello): “Con grande soddisfazione facciamo nostra l’intera posta in palio ai danni dell’Alghero “A”, composta da parte dei giocatori primi nel campionato D1. Dopo l’1-1 iniziale, con Sandro Renna che non riesce a contenere Carmine Niolu ma grazie ad una splendida partita di Roberto Musio contro il complicatissimo Efisio Pisano, è la vittoria nel doppio a segnare le sorti del match. La coppia Niolu/Mulas, grazie ad una prestazione esaltante ed applauditissima di Palmas Giovanni da me affiancato, capitola al quinto set e sposta l’equilibrio dell’incontro dalla nostra parte. La vittoria dell’impeccabile Carmine contro Roberto non viene bissata dall’irriducibile Efisio, che cede le armi al sottoscritto (ma solo dopo avermi fatto sudare più di sette camicie) x il 3-2 finale”!

Roberto Musio

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: