Cronache Pongistiche Sardegna dell’8 Marzo 2019

Cronache Pongistiche Sardegna dell’8 Marzo 2019

SIMONE CARRUCCIU ELETTO NELLA GIUNTA CIP SARDEGNA CAPEGGIATA DA CRISTINA SANNA

Ritorna a far parte della giunta del Comitato Italiano Paralimpico Sardegna dopo un breve periodo di commissariamento. Il presidente della Fitet Sardegna Simone Carrucciu fa parte del sestetto che supporterà Cristina Sanna, ex campionessa di atletica in carrozzina che all’unanimità è stata eletta presidente CIP da tutte le federazioni presenti all’assemblea di sabato scorso a Cagliari.

“Sono felice di questa riconferma e ringrazio tutti per la fiducia – argomenta Simone Carrucciu – perché avrò la possibilità di continuare ad investire i miei sforzi su un mondo che ha bisogno di farsi sentire sempre di più nella società”. Carrucciu spende parole di encomio per i vecchi e nuovi protagonisti della scena politica paralimpica: “E’ indubbio che il presidente e commissario uscente Paolo Poddighe abbia dato un’impronta ben marcata al comitato che, a detta del vice presidente nazionale del CIP Sandrino Porru, è il più attivo e virtuoso d’Italia. Dopo anni di grande lavoro, questa etichetta gratifica tanto ed esorta ad impegnarmi con maggiore entusiasmo accanto ad un’altra grande donna come Cristina Sanna a cui sono legato da un’amicizia pluriennale e con la quale abbiamo sviluppato nuove sinergie per rendere l’attività paralimpica sempre più pregnante nel territorio sardo. Credo che con lei proseguirà la fase di crescita cominciata dal suo predecessore grazie anche all’apporto dei miei colleghi di giunta: lo stesso Paolo Poddighe, Carmelo Addaris, Monica Vargiu, Mario Trogu, Nicola Azara, senza dimenticare tutte le altre Federazioni con le quali abbiamo stretto importanti collaborazioni. E ovviamente di questo nuovo assetto ne beneficerà anche il Tennistavolo Paralimpico che deve proseguire la sua fase di espansione. Auguro il meglio a Cristina per questa nuova avventura; sono sicuro che le sue speciali qualità siano un grande patrimonio per lo sport. Buon lavoro Cri”.

Intanto anche la neoeletta presidente Cristina Sanna mostra tanta soddisfazione nel poter contare sull’apporto di Carrucciu: “E’ un amico a tutti gli effetti che mi ha sempre colpito per capacità organizzativa e visione della perfezione nel curare con attenzione tutto ciò che riguarda l’immagine del Comitato quando si rende protagonista all’esterno. La nostra sintonia in giunta sarà decisiva nel portare avanti le future programmazioni”.

Cristina Sanna e Simone Carrucciu

STAGE GIOVANILE ROSA A QUARTU S. ELENA

C’era anche un maschietto di belle speranze in mezzo a tante affascinanti figliuole che rappresentano l’orgoglio del pongismo femminile nell’isola. Va a gonfie vele lo stage regionale in Rosa grazie anche alla ospitalità de La Saetta Quartu che mette a disposizione la sua accogliente struttura. Il tecnico regionale Francesca Saiu, in propensione Coppa delle Regioni ha veduto bene di visionare Manuel Broccia del TT Guspini ipotetico papabile nel team isolano under 14 che probabilmente comprenderà altri tre atleti tra cui due ragazze.

Durante lo stage giovanile regionale

“Ringrazio la dirigenza saettina per l’ospitalità – ha rimarcato Francesca Saiu – dandoci l’opportunità di lavorare intensamente per tre ore e più. Questo grazie anche al buon livello tecnico delle ragazze che ci ha permesso di sperimentare su più fronti”. Il tecnico regionale ha potuto contare sull’apporto di tre sparring: Francesco Lai, Nicola Pisanu e Alberto Mattana. “La loro presenza è stata indispensabile per provare schemi base impostati su gambe, palle tagliate, esercizi sui passi con ausilio di elastici e infine esercizi cognitivo – sensoriali. Abbiamo preferito non pressarle troppo perché l’indomani avevano il torneo regionale a Norbello”.

I partecipanti: Michela Mura (La Saetta), Sara Congiu, Serena Anedda, Alice Mattana, Francesca Seu, Aurora Piras (Muravera TT), Rossana Ferciug (Quattro Mori Cagliari), Manuel Broccia (TT Guspini).

I partecipanti allo stage giovanile regionale di Quartu

TORNEO REGIONALE A NORBELLO: VITTORIE DI DELIGIA, PISANU, CONGIU E LISCI

Disponibilità, pulizia e comfort vari. L’organizzazione targata Tennistavolo Norbello mette a disposizione la sua acclarata esperienza accumulata in tanti anni di permanenza nei piani altissimi del pongismo italiano. Il torneo regionale di Terza e Quarta categoria, elegantemente arbitrato da Nicola Mazzuzzi (che in questa circostanza si è giovato della collaborazione di Adolfo Simbula e dei nuovi AGA Franco Sanna e Augusto Sau), ha poi espresso i suoi verdetti dopo che dai dieci tavoli perfettamente allineati si sono alternati in totale 46 pongisti.

Due dei quattro incoronati sono cugini e provengono dalla società Muravera TT: Sara Congiu e Nicola Pisanu sono i più bravi rispettivamente nei Terza e Quarta categoria. Riccardo Lisci della Muraverese e Silvia Deligia dei Quattro Mori Cagliari spiccano nei terza categoria e nei Quarta.

La palestra di Norbello

TERZA FEMMINILI

Ventotto partite generate da un girone unico che offre continui colpi di scena. Alla fine tra le otto partecipanti si esalta Sara Congiu (Muravera TT), brava a vincerne sette su otto, inchinandosi solo alla sua compagna di squadra Aurora Piras che però si classifica al terzo posto alle spalle dell’altra imprevedibile muraverina Serena Anedda. Completano l’ordine finale della graduatoria Michela Mura (La Saetta Quartu), Eleonora Trudu (Tennistavolo Norbello), Alice Mattana (Muravera TT), Anna Podda (La Saetta), Martina Mura (Tennistavolo Norbello).

Il podio Terza femminili

“Sento di aver giocato abbastanza bene – ha dichiarato la giovane vincitrice sarrabese – e non mi aspettavo questo risultato anche perché le partite andavano giocate tutte. Non ho riscontrato grandi problemi contro Martina Mura, Anna Podda (tranne il primo set visto che era la prima partita), Eleonora Trudu e con la mia compagna di squadra Alice. La partita contro Aurora è finita 3-0 a suo favore, molto facilmente, poiché non sono riuscita mai a dominarla o a giocarmela al meglio se non nel primo set molto tirato. Contro Serena è stata una partita molto faticosa e sentita che sono riuscita a portare a casa giocando soprattutto mentalmente. Infine l’ultima partita con Michela Mura, con alti e bassi, dove inizialmente stavo giocando veramente male ma negli ultimi due set sono riuscita a chiuderla salendo così sul primo gradino del podio. Tutto sommato sono molto soddisfatta”.

Durante i Terza femminili

TERZA MASCHILE

Anche in questo caso lo scettro rimane nel Sarrabus, sponda Muraverese, con un alfiere però di marca guspinese. Riccardo Lisci fa suo il “tutti contro tutti” vincendo cinque gare su cinque. Parola al vincitore: “Se non ricordo male è la prima volta che mi capita di disputare un torneo con la formula girone unico a 7, poi diventati 6 per il forfait di Maurizio Muzzu. E devo dire che è stato divertente incontrare tutti senza avere la tensione dell’eliminazione diretta. Certo ero abbastanza spaventato di dover giocare tanti incontri, visto che da un po’ la resistenza fisica non è certo il mio forte, ma in verità mi ritengo particolarmente soddisfatto. Primo incontro col mio compagno di squadra Marcello Porcu, perdo il primo set, ma poi riesco a trovare la giusta tattica e a sbagliare veramente poco. Risultato finale 3-1. Da quel momento vado in crescendo, e vinco tutti i restanti incontri senza concedere più nessun set. Nell’ordine con Riccardo Dessì (Muraverese TT), Cesare Mozzi (Tennistavolo Norbello) e Nicola Pisanu (Muravera TT). Salto l’incontro con mio figlioccio Francesco Lai precedentemente ritiratosi. Nel complesso un bel torneo”. Piazza d’onore per Dessì, seguito da Pisanu, Porcu, Mozzi.

Il podio Terza maschile

QUARTA FEMMINILE

Tra le sei protagoniste la cagliaritana Silvia Deligia (Quattro Mori) è invincibile. Ecco la sua testimonianza: “Partivo come testa di serie n. 1. La prima partita l’ho giocata con Martina Mura (Tennistavolo Norbello) che è anche quella che mi destava più preoccupazioni. Ma dopo averle ceduto un set sono riuscita a portarmi a casa la vittoria. Successivamente gioco con le due portacolori del Muravera TT: Alessandra Stori e Francesca Seu. A entrambe ho ceduto un set, riuscendo poi a impormi con decisione in quelli successivi, grazie al mio gioco “diverso” a cui non si è mai abituati. Le restanti due partite le ho fatte con Martina Bonomo e Laura Alba Pinna (Tennistavolo Sassari), migliorate tantissimo e seguite dal coach Sandro Poma. Tuttavia sono riuscita a impormi agevolmente con il punteggio di 3-0. I quarta non erano senz’altro il mio obiettivo, ma quello che più mi interessava era disputare un buon gioco nei terza. Per cause di forza maggiore non sono riuscita a farli ma mi accontento del risultato dei quarta. Ora si pensa a riprendere bene il campionato di D1, questo sabato con l’Azzurra”. Alle spalle della vincitrice si classifica Mura, e poi Stori, Bonomo, Pinna e Seu.

Silvia Deligia (Foto Tomaso Fenu)

QUARTA MASCHILE

Si ritorna ai metodi tradizionali con la formula iniziale a gironi e poi il tabellone ad eliminazione diretta. Nicola Pisanu (Muravera TT) fa suo il torneo non concedendo più di un set ai suoi avversari. Il suo racconto è accurato e preciso: “Premetto che l’obbiettivo principale era andare a Norbello e fare il maggior numero possibile di partite poiché arrivavo da un periodo non facile causato da un blocco muscolare alla schiena e dunque avevo bisogno di ritrovare partite e sicurezza nel mio gioco. Senza nascondere il fatto che si va sempre per vincere, questo torneo era l’occasione giusta; sapevo che mi sarei scontrato con tanti giocatori e molti di discreto livello. Il girone apparentemente vinto abbastanza agevolmente su Alessandro Mercenaro (La Saetta) e Massimiliano Broccia (entrambi per 3-0), ha evidenziato le mie difficoltà del periodo espresse con un gioco molto freddo e contratto. Al primo turno (ottavi di finale) mi aspettava già un Briam Mele (Guilcer Ghilarza) passato secondo nel suo girone. Riesco a vincere facilmente 3-0 ed è forse qui che inizia il mio torneo dei desideri. Ritrovo infatti fiducia soprattutto nei servizi lunghi che mi permettono di chiudere velocemente il punto. Nei quarti ho dovuto soffrire e non poco contro Cesare Mozzi (Tennistavolo Norbello) battuto per 3-1. In semifinale ho vinto 3-1 contro Marcello Adriano Pinna (Tennistavolo Sassari) e in finale uno degli avversari maggiormente incontrati quest’anno per via degli scontri salvezza in B2; parlo di Maurizio Muzzu de Il Cancello Alghero (testa di serie n. 2 del torneo). Vinco abbastanza bene il primo, ottenendo punti su bei scambi mentre il secondo lui gioca meglio e andiamo avanti punto su punto. Complice un “retina-spigolo” in un momento cruciale nel set, riesco a portarlo a casa per 12-10. Nel terzo set Maurizio entra in campo molto nervoso e approfitto di questa sua situazione per portarmi subito un bel po’ avanti con punteggio e infatti vinco il set 11-2 e mi aggiudico per la seconda volta di fila un torneo 4ª categoria regionale. Neanche il tempo di fare la premiazione che subito parte il 3ª categoria dove mi aspetta un girone unico composto da Lisci-Porcu-Dessì-Lai-Mozzi. La prima partita subito contro Mozzi e qui parto male perdendo il primo set ma riesco a trovare testa e concentrazione per portare a casa la partita per 3-1. Il secondo incontro lo gioco con il Checco “Duuuuuuuuuuuuuro” Lai vincendo 3-1 e giocando discretamente a buoni livelli. Terzo incontro con Riki Dessì molto particolare poiché primo set mi porto subito sopra 5-1 e riesco a perdere 11-9. Pareggio nel secondo set e nel terzo: non contento di come è andato il primo, riesco a perdere ai vantaggi un set che mi ha visto in vantaggio per ben 8-0. Il quarto set si gioca punto su punto ma il mio avversario gioca meglio di me e vince per 3-1. Nel quarto incontro gioco e vinco abbastanza agevolmente contro Marcello Porcu per 3-0 e qui inizio a pensare di poter addirittura vincere il torneo per alcuni scontri diretti a mio favore. L’ultimo incontro, appunto fondamentale per la vittoria finale, lo disputo contro Riccardo Lisci ma già dopo aver perso il primo set svaniscono le mie speranze. Continuo comunque a giocare per provare a vincere la partita con qualsiasi risultato ma Riccardo ha molta più pazienza di me a tenere palla in campo senza aver fretta di chiudere il punto a differenza mia che spreco tanto e perdo per 3-0. Ottima risposta comunque dal mio fisico che era da diversi giorni in “prova” dopo il blocco muscolare alla schiena. Che sia di buon auspicio per questo fine settimana nella gara casalinga contro il Castello di Roma”.

Il podio Quarta maschile

Nella classifica finale alle spalle di Pisanu e Muzzu compaiono Luca Pinna e Marcello Adriano Pinna (Tennistavolo Sassari) Più indietro ancora Mozzi, Marcello Cilloco (Tennistavolo Sassari), Alberto Manos (La Saetta), Carlo Carta (TT Oristano).

CAMPIONATI A SQUADRE VETERANI: VERSO LE FINALI DEL 30 MARZO 2019

Si conoscono i nomi delle quattro semifinaliste che sabato 30 marzo 2019 (probabilmente ad Oristano) si contenderanno il titolo di campione regionale veterani a squadre. Lo scorso fine settimana si sono tenuti infatti gli ultimi tre concentramenti previsti dal calendario che hanno sancito le tre leader dei gironi A – B – C che sono rispettivamente ASD TT Monserrato Verde, T.T Oristano Iridata, e GS T.T. Alghero “B”. La miglior classificata tra le tre seconde dei gironi risulta l’ASD Tennistavolo Azzurra che la spunta sul TT Arbus per il maggior quoziente tra partite vinte e partite perse. Salvo cambiamenti da parte della Commissione Campionati a Squadre gli accoppiamenti delle semifinali dovrebbero essere Monserrato Verde – Azzurra e Oristano Iridata – GS T.T. Alghero “B”.

Di seguito i commenti di alcuni protagonisti nei concentramenti organizzati da TT Quartu, TT Paulilatino e Tennistavolo Sassari.

Durante il concentramento di Quartu S. Elena

GIRONE A

Roberto Murgiano (Azzurra Cagliari): “Giornata positiva per la mia squadra che archivia i due incontri con altrettante vittorie per 3-0. La prima contro l’ITC Fermi di Iglesias che per l’occasione schiera Gabriele Melis insieme a Bruno Pinna e Roberto Pili. I singoli vedono contrapposti Melis contro Maurizio Piano che alla fine di un incontro molto equilibrato prevale per 3-2. Nel secondo incontro Pili, in condizioni fisiche non ottimali, ha ceduto abbastanza nettamente contro il sottoscritto per 3-0. Stesso risultato nel doppio dove, nonostante l’innesto di Bruno Pinna in sostituzione di Pili, l’Azzurra con Piano e Murgiano si è imposto con un netto 3-0. Stessa dinamica contro il Torellas Blu che schiera Gabriele Aresu, Luigi Congiu e Antonello Migliaccio. Nei singoli Piano prevale al termine di un incontro molto combattuto per 3-2. Il sottoscritto archivia con un secco 3-0 il secondo incontro opposto a Congiu. Anche il doppio conferma il positivo momento dell’Azzurra con Piano e Murgiano che prevalgono su Aresu e Migliaccio per 3-1.

Roberto Murgiano (Foto Tomaso Fenu)

Bruno Pinna (ITC Enrico Fermi Iglesias): “Nella fase finale di questo campionato veterani incontriamo due squadre competitive: Tennistavolo Azzurra e Torrellas Gialla schierano giocatori esperti che militano nei campionati regionali da anni. Affrontiamo prima l’Azzurra: Maurizio Piano per il club cagliaritano e Gabriele Melis per noi danno vita ad una bellissima partita che si conclude al quinto set per il primo. Nella seconda gara per noi scende in campo un Pili Roberto non al meglio per problemi di salute sopraggiunti a formazione già schierata. Roberto Murgiano ha quindi la meglio senza difficoltà. Sul 2-0 per i nostri avversari, diamo vita ad un doppio inedito: io e Gabriele per la prima volta giochiamo insieme e i risultati confermano ciò che avevamo previsto. Un 3-0 secco che meritatamente chiude la partita e l’incontro a favore dell’Azzurra. Nella seconda gara Roberto Pili non se la sente di entrare in campo, quindi giochiamo sia i singolari, sia il doppio io e Gabriele Melis. Vinciamo noi stavolta tutte le partite ma i vari Celestino Pusceddu, Licio Rasulo, Marco Sanna e Massimo Carta meritano sempre un plauso speciale per la grinta in campo e la simpatia del pre e dopo partita. Un saluto a tutti”.

Roberto Pili (Foto Tomaso Fenu)

Luciano Macrì (San Orione Rosmarino): “Incontriamo gli amici del Monserrato Verde che scendono in campo con una formazione composta da Giampaolo Manca e Riccardo Di Giovanni. Inizio io contro Gianpaolo. L’approccio è per me buono e vinco il primo set, poi il mio avversario grazie alla sua esperienza e ad un pizzico di fortuna in alcuni scambi che vanno a suo favore, si aggiudica meritatamente il match. A seguire Chicco Bianciardi contro Riccardo Di Giovanni. Per il mio compagno non c’è nulla da fare e Riccardo grazie al suo efficace gioco si impone facilmente. Nel doppio io e Bianciardi proviamo a vendere cara la pelle, e riusciamo a portare al quinto set la coppia Di Giovanni – Manca, che riescono alla fine a prevalere. La gara finisce 3-0 per i nostri avversari”.

Luciano Macrì (Foto Tomaso Fenu)

Celestino Pusceddu (Torrellas Gialla) Ultima puntata del campionato veterani. Al solito noi della Torrellas Capoterra ci presentiamo con le nostre formazioni al completo: Torrellas Gialla e Torrellas Blu. Dispiace constatare che altre società non hanno onorato al meglio questa manifestazione. C’è stato il ritiro dell’ASD Tennistavolo Decimomannu che non ha partecipato alle ultime due giornate dei concentramenti. C’è da registrare anche il forfait dell’ASD TT Monserrato Rossa nell’ultimo incontro che lo vedeva opposto all’ASD San Luigi Orione Rosmarino. Gli amici del Rosmarino arrivavano da Carbonia (circa 160 km di viaggio tra andata e ritorno) e senz’altro meritavano maggiore considerazione e attenzione. Ci sarà da riflettere su questo campionato veterani. Veniamo alla cronaca sportiva. Nella Torrellas Gialla sono schierati: Massimo Carta, Felice Rasulo, Celestino Pusceddu, Marco Sanna. Nella Torrellas Blu sono schierati: Antonello Migliaccio, Luigi Congiu, Gabriele Aresu.

Licio Rasulo (Foto Tomaso Fenu)

Nel primo incontro della Torrellas Blu contro l’Azzurra, la new entry Luigi Congiu non riesce ad arginare il buon stato di forma di Roberto Murgiano. Successivamente Gabriele Aresu impegna sino in fondo Maurizio Piano ma si deve arrendere al quinto set. Bella prova comunque di Gabriele che dimostra di avere una buona solidità. Nel doppio ancora nulla da fare per Migliaccio – Aresu opposti a Murgiano – Piano. La Torrellas Gialla nell’ultima giornata deve affrontare prima il TT Monserrato Rossa e successivamente il Fermi di Iglesias. Nel primo incontro Contro il Monserrato Rossa è Marco Sanna che guida i suoi alla vittoria con due belle prove contro Sandro Picciau e Alessandro Borea il terzo sofferto punto (15-13 alla bella) è confezionato dal doppio Pusceddu – Rasulo opposti a Dino Aresu – Alessandro Borea. Massimo Carta, non al meglio della forma, cede i suoi due punti contro Borea e Aresu. Nell’ultimo incontro contro le Tigri di Iglesias cediamo per 3-0. Io perdo 3-1 contro il più esperto Bruno Pinna e Licio Rasulo perde sempre per 3-1 contro Gabriele Melis. Il doppio vede ancora gli amici iglesienti prevalere per 3-0 contro i nostri Massimo Carta e Marco Sanna. Che dire? Come al solito una manifestazione divertente e giocata, tra amici, con il giusto agonismo che ci vedrà senz’altro presenti anche nelle prossime edizioni”.

Antonello Migliaccio (Foto Tomaso Fenu)

GIRONE B

Nicola Cuccureddu (T.T. Oristano Iridata): “Chiudiamo al primo posto nella fase provinciale dei veterani a squadre. Il primo match mi vede contro Mondo Onnis. L’ho trovato molto in forma, a parte il primo set dove ha un po’ sofferto i miei servizi, gli altri sono stati tirati e giocati fino alla fine con il risultato spesso in bilico. Riesco comunque a vincere bene. E poi la volta di Carlo Maulu con Fabiano Peddis; purtroppo il mio compagno non entra mai in partita e Fabiano ha sbagliato poco non lasciando spazio all’avversario. Sull’uno pari si gioca il doppio Cuccureddu/Maulu-Peddis/AntonelloSanna. Stavolta sono io a giocare male, ma grazie ad un ottimo Maulu riusciamo, soffrendo, a vincere per 3-1 ma con due set vinti ai vantaggi. La partita chiave la giochiamo subito dopo, io contro Peddis. Comincio ad esprimermi veramente super concentrato e mi accorgo che Fabiano soffre il mio servizio. Quella è stata la chiave della partita: il mio tentativo continuo di variare sempre il servizio non dandogli possibilità di rientrare nel match.

Nicola Cuccureddu e Carlo Maulu

Antonello Sanna (TT Arbus): “Affrontiamo la squadra locale organizzatrice del concentramento ovvero Paulilatino. Inizia la partita Raimondo Onnis contro Pasqualino Putzolu. Vince Mondo per 3-0. E’ il mio turno contro Giuseppe Mellai. Gioco abbastanza concentrato e eguaglio il risultato del mio compagno di squadra. Nella partita di doppio la maggiore esperienza porta me e Fabiano Peddis a guadagnare il punto partita contro la coppia Mellai-Putzolu. Altra giornata, altro incontro. Alla settima del “Veterani” la sfida è contro l’Oristano RossoBlu. Squadra titolata che, a dispetto dell’età anagrafica dei componenti, si dimostra giovane, agile, astuta e con grande esperienza. I risultati dei singoli incontri non dicono tutta la verità sul fatto che io e i miei compagni di squadra abbiamo dovuto lottare e sudare per strappare la vittoria per 3-2. Onore ai nostri avversari: Mario Littarru, Sebastiano Urrai ed Emanuele Marras.  Questa vittoria ci permette di piazzarci al secondo posto nella classifica finale. Ringraziamo vivamente la società organizzatrice del concentramento che, come in altre occasioni, si è dimostrata molto accogliente e ospitale. Grazie e un saluto a tutti i partecipanti “Veterani”. Al prossimo anno”.

Fabiano Peddis (Foto Tomaso Fenu)

Quirico Mura (Guilcier Ghilarza): “La squadra aveva l’obiettivo di farmi maturare attraverso la disputa di più gare possibili. E il risultato finale va oltre l’obiettivo perché chiudiamo il torneo al terzo posto. Nell’ultimo raggruppamento sono stati raccolti quattro punti, sgominando prima l’Oristano Meglio e poi il Paulilatino Gialla. E proprio in questa seconda gara inizia Mario Marchi che vince contro Careddu, poi è il mio turno: sento molto la partita e riesco a contrastare Davide Carta in una partita tirata, dove prevale Carta per 3-2. Disputiamo un buon doppio prevalendo per 3-0. Chiudo io il tutto con un successo su Giovanni Careddu (3-0). Ho vissuto un’esperienza molto positiva, con una squadra e un gruppo di amici che mi ha motivato moltissimo, anche se non sempre sono riuscito a mettere in pratica i consigli che mi ha suggerito l’allenatore. Impratichirsi con compagni di squadra di livello come quelli che giocano a Ghilarza mi ha spronato ad applicarmi di più e a non mollare”.

 

Durante il concentramento di Paulilatino

Adolfo Simbula (T.T. Oristano Meglio): “Manca l’acuto della vittoria contro Ghilarza ma comunque la mia squadra esce soddisfatta da Paulilatino, sia io che Pierpaolo Cubadde chiudiamo il campionato con un buon 50% in singolare e con la consapevolezza di avere buoni margini di miglioramento in doppio. L’anno prossimo miglioreremo sicuramente. Doverosi e sentiti ringraziamenti per la sempre squisita ospitalità del Paulilatino”.

I Veterani del Paulilatino

Giuseppe Mellai (TT Paulilatino Blu): “Giornata all’insegna dell’amicizia nell’ultimo concentramento veterani svoltosi a Paulilatino nella palestra delle scuole medie. La formazione del Paulilatino Blu composta da Pasqualino Putzolu e da me si è confrontata contro la più quotata Arbus seconda in classifica generale, e le due formazioni di Oristano (Oristano Rossoblu e Oristano Meglio). Mentre contro l’Arbus non c’è stata storia: il secco 3 – 0 inflittoci non ha offerto grandi sussulti da parte nostra, le altre due gare, nonostante la nostra sconfitta per 3-0, sono state abbastanza impegnative. Si è lottato punto su punto da parte di entrambe le contendenti, come lo scorso anno; nonostante tutto non siamo arrivati ultimi, ottenendo lo stesso risultato con una vittoria in saccoccia. Spero nel prossimo anno di conseguire un risultato migliore. È stata una bellissima esperienza che nonostante tutto va ripetuta in quanto si consolidano amicizie all’insegna dello sport in tutti i sensi. Arrivederci al prossimo campionato e un caro saluto a tutti i partecipanti”

Antonello Sanna e Giuseppe Mellai

Giovanni Careddu (TT Paulilatino Gialla): “Tra i vari incontri disputatisi a Paulilatino c’era anche quello tra la mia squadra composta da Davide Carta e me e la forte formazione di Ghilarza composta da Mario Marchi e Quirico Mura. Come da copione la squadra ghilarzese ha prevalso sulla formazione di casa per 4-1, con l’unica vittoria per i locali dell’inossidabile Carta su Mura”.

Careddu e Marchi

GIRONE C

Christian Mulas (Gs TT Alghero B) “La mia squadra, che comprende anche Carmine Niolu, strappa il biglietto in prima fila per le finali del campionato Veterani a squadre. Come disse Giulio Cesare” Alea iacta est” ovvero il dado è tratto. L’avrebbe proferita dopo aver varcato, nella notte del 10 gennaio del 49 a.C., il fiume Rubicone (o il Pisciatello) alla testa di un esercito, violando apertamente la legge che proibiva l’ingresso armato dentro i confini dell’Italia e dando il via alla seconda guerra civile. Così ha fatto l’Alghero B battendo nettamente i cugini del Tennis Tavolo Sassari e gli amici della società TT Olbia. Onore a Sergio Idini e Gian Felice Delogu che hanno tentato una sterile rimonta nel doppio ma che non è andata a buon fine”.

Carmine Niolu (Foto Gianluca Piu)

Gianni Palmas (Libertas Ping Pong Monterosello): “L’ultima giornata dei Veterani si è chiusa con risultati positivi della Monterosello contro le due squadre di Alghero. La prima partita ci vede opposti contro l’Alghero “C” formazione composta da Pisano Efisio e Albero Emilio. La nostra annovera Paganotto Samuel, Renna Sandro, Musio Roberto ed io. Il primo incontro vede in campo Paganotto contro Albero; vinto dal nostro atleta per 3-1 dopo una bella partita molto combattuta ma che alla fine il nostro atleta ha fatto sua.

Nel secondo incontro è Pisano a giocare contro Renna: l’inossidabile atleta algherese si impone per 3-1 perché non molla mai, combattendo sino alla fine. Dopo è la volta del doppio Palmas-Paganotto contro Pisano-Albero vinto da noi, ma c’è voluto il quinrto set per avere ragione della coppia algherese. Nel terzo incontro (Albero contro Renna) vince Emilio per 3-0. Sul risultato di 2-2, è Musio a vedersela contro Pisano, che vince nettamente per 3-0, chiudendo l’incontro a nostro favore.

Poi affrontiamo l’Alghero “A” che va in campo con Palladino Leonardo, Apreda Andrea e Zinchiri Salvatore. Inizia Musio contro Palladino: partita vinta 3-0. Dopo è Renna ad avere la meglio per 3-0 contro Apreda. A chiudere la serata è il doppio con Palmas-Paganotto contro Apreda-Zinchiri: partita vinta da noi per 3-0”.

Monterosello e Alghero al doppio

Marco Dessì (TT Olbia): Niente hanno potuto i veterani olbiesi contro i più forti del girone Mulas e Niolu. Con tutte le forze a disposizione nei due singoli disputati siamo riusciti a fare nostro un set, ma l’esperienza ed il forte divario tecnico hanno fatto la differenza, ma sono comunque soddisfatto perché questi incontri sono utili per fare esperienza e per mettersi alla prova. L’anno prossimo saremo ancora lì a dire la nostra”.

GLI APPUNTAMENTI DEL WEEK – END

Quinta giornata di ritorno a base di incontri casalinghi per le due pericolanti formazioni isolane militanti in serie A1. Sabato sera si comincia alle 18:30 in via Azuni: il Tennistavolo Norbello Comuni del Guilcer si misura con la vice capolista Apuania Carrara. Un’ora dopo, al Palatennistavolo di via Crespellani, la Marcozzi Cagliari ospita il Cral Comune di Roma.

Il 9 marzo la Marcozzi A2 fa visita all’Apuania Carrara, mentre in B2 la prima a scendere in campo per la quarta giornata di ritorno è il Santa Tecla Nulvi, impegnato sabato a Capua contro la Libertas. Match casalinghi e domenicali per il Muravera TT (viale Rinascita, h:10) opposto al Castello Di Cesare e per le due isolane e per Il Cancello Alghero (via Grandi h. 10) impegnato nel derby sardo con la Muraverese.

Due compagini della C1 giocheranno sabato pomeriggio alle ore 16: il Tennistavolo Norbello sul campo del King Pong e l’ITC Enrico Fermi Iglesias che darà il benvenuto al TT Maccheroni (Salone ex Enaoli h. 16:00). L’unico impegno tra sarde è per domenica alle h.10 a Sassari con il confronto di vertice tra Tennis Tavolo Sassari e Muraverese (Corso Cossiga).

La C2 offre il match tra prima e seconda anche se la capolista Guspini, ospite del TT Monserrato (h. 17:00 via Argentina) vanta sei punti di distacco.

In D1, nel girone meridionale, spicca la sfida tra la capolista La Saetta che ospita la Muraverese, separata da appena un punto (Quartu, via Nenni, sabato h. 18). Per la salvezza occhi puntati a Carbonia dove sabato (Oratorio via Liguria h.17:00) il san Orione Rosmarino riceve il Torrellas Capoterra.

Nel girone B la capolista Santa Tecla Nulvi sarà impegnata domenica mattina sul campo dello Sporting Lanusei (Lixius, h. 10:00). Nella zona scottante della retrocessione il Neoneli ospiterà il Monterosello (S’angelu, sabato h: 16:00).

In campo anche i 5 gironi della D2 che il 20 marzo saranno chiamati di nuovo in causa per il turno infrasettimanale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: