Cronache Pongistiche Sardegna del 9 marzo 2016

Cronache Pongistiche Sardegna del 9 marzo 2016

A NULVI LE PROVE REGIONALI DEL TEVERINO

La cittadina dell’Anglona è pronta a ricevere la manifestazione riservata ai nati nel 2005 – 06 (primo settore) e a quelli nati dal 1 luglio 2007 (secondo settore). I quattro vincitori (due maschi e due femminucce), parteciperanno alla fase nazionale conclusiva dal 5 al 7 giugno 2016. I cancelli del Palazzetto dello Sport saranno aperti dalle ore 9 di sabato 19 marzo. Nutrito il programma delle iniziative con i singolari maschili e femminili e le prove di abilità motorie. Sarà presente il tecnico della attività progetto Giovani Domenico Ferrara.

Prima di questo appuntamento, sempre a Nulvi, si terrà la fase provinciale che richiamerà decine di alunni della scuola elementare del paese. In questo caso il giorno delle gare sarà lunedì 14 marzo 2016.

La fase regionale del Teverino 2015 (Foto Luciano Saiu)
La fase regionale del Teverino 2015 (Foto Luciano Saiu)

PROGETTO GIOVANI: LA PRIMA VOLTA DE LA SAETTA QUARTU

Nella struttura scolastica di via mar Ligure, a Quartu S. Elena, non si era mai tenuto uno stage giovanile regionale. La società locale de La Saetta non si è fatta trovare impreparata ed ha accolto i piccoli atleti con grande euforia. Facendo la conta si è registrata solo un’assenza, quella di Matteo Fois del Tennistavolo Olbia. Sotto le direttive del tecnico regionale Stefano Curcio e degli sparring Massimo Ferrero e Mario Bistrussu hanno partecipato: Zucca Giulia, Congiu Sara, Anedda Serena, Stori Alessandra, Mascia Federico (Muravera TT), Mura Michela (La Saetta Quartu), Ferciug Rossana, Murgia Antonio (Santa Tecla Nulvi), Bonomo Martina, Ganau Francesca (Libertas Ping Pong Monterosello), Mozzi Beatrice (Azzurra Cagliari).

Lo stage in casa La Saetta (Foto Luciano Saiu)
Lo stage in casa La Saetta (Foto Luciano Saiu)

Queste le parole del tecnico regionale Stefano Curcio: “Lo stage è andato bene, i ragazzi si sono impegnati tanto e si vede che stanno lavorando in società. Ho riscontrato dei difetti tecnici in ognuno di loro, ma niente di irreparabile, bisogna lavorare per correggere, sono fiducioso. È un gruppo con cui si può lavorare bene. Abbiamo impostato un lavoro di regolarità nella prima parte dell’allenamento e di situazioni di gioco nella seconda parte; i due sparring Massimo Ferrero e Mario Bistrussu hanno lavorato al cesto per tutto il tempo. Posso ritenermi soddisfatto del lavoro svolto”.

Altra immagine dello stege a Quartu S. Elena (Foto Luciano Saiu)
Altra immagine dello stege a Quartu S. Elena (Foto Luciano Saiu)

TORNEO GIOVANILE DI GUSPINI: IL SARRABUS COLLEZIONISTA DI PODI

Due successi della Muraverese (Marco Cocco e Aurora Piras), altrettanti del Muravera TT (Sara Congiu, Stefano Macis). I club del Sarrabus sono i più fecondi tra i dieci che hanno preso parte al quarto appuntamento stagionale dedicato alle categorie giovanili e organizzato dalla società TT Guspini. Centrano una vittoria anche il Santa Tecla Nulvi (Antonio Murgia), l’Azzurra Cagliari (Beatrice Mozzi) e lo stesso Guspini (Francesco Broccia). Rispetto al precedente torneo di Muravera c’è stato un lieve incremento degli iscritti (47), grazie anche ai debuttanti Christian Liscia, Davide Scanu, Lorenzo Pusceddu, Manuel Broccia (Guspini), Francesca Seu (Muravera TT), Anna Fancellu (Santa Tecla Nulvi).

Il Palasport di Guspini gremito da giovani pongisti (Foto Luciano Saiu)
Il Palasport di Guspini gremito da giovani pongisti (Foto Luciano Saiu)

“Per l’allestimento del torneo giovanile e Quarta Cat. Femminile – spiega Michele Lai, tesserato nella società organizzatrice – è doveroso più che mai ringraziare per il lavoro svolto Massimo Broccia, il presidente Mauro Tuveri e l’allenatore Riccardo Lisci. Questa volta non è stato clemente il tempo atmosferico che purtroppo ci ha ostacolato per l’acqua che ha reso impraticabili alcuni punti del pavimento di gioco e per l’umidità serale. Sul lato pratico tutto si è svolto con serenità e con spirito di amicizia tra atleti, dirigenti e familiari anche se non sono mancate le sfide infuocate e l’agonismo sano in particolare nel torneo delle ragazze.

I debuttanti guspinesi con il tecnico Riccardo Lisci (Foto Luciano Saiu)
I debuttanti guspinesi con il tecnico Riccardo Lisci (Foto Luciano Saiu)

Un plauso alle società che stanno dimostrando di tenere alle nuove leve nella speranza di dare una ventata di aria fresca al movimento, alla quale anche noi del Tt Guspini ci stiamo riaffacciando dopo anni di immobilismo nel settore giovanile e questo grazie al mister Lisci. Un ultimo ringraziamento anche agli arbitri che hanno consentito un regolare svolgimento della manifestazione riducendo al minimo i tempi morti e agli atleti per la loro correttezza”.

Francesca Seu (Foto Luciano Saiu)
Francesca Seu (Foto Luciano Saiu)

GIOVANISSIMI MASCHILE: MURGIA E IL SANTA TECLA NULVI MONOPOLIZZANO LA CLASSIFICA

Colpo grosso per la società anglonese che ne piazza tre nel podio su dieci partecipanti. Pronostici rispettati in pieno con la prima posizione di Antonio Murgia che vincendole tutte precede i suoi compagni Antonio Dessena e Davide Pio Sini. Dietro ancora Marco Lenzu (TT Oristano) e Mario Latte (Santa Tecla Nulvi).

Il podio dei giovanissimi (Foto Luciano Saiu)
Il podio dei giovanissimi (Foto Luciano Saiu)

GIOVANISSIMI FEMMINILE: LA RIVINCITA DI BEATRICE MOZZI.

Si ribalta la situazione creatasi nel precedente torneo di Muravera con l’azzurrina Beatrice Mozzi che in finale si impone sulla teclina Rossana Fergiug. Terzo e quarto posto appannaggio delle due giocatrici della Libertas Ping Pong Monterosello Sassari Martina Bonomo e Francesca Ganau.

Il podio dei giovanissimi femminile (Foto Luciano Saiu)
Il podio dei giovanissimi femminile (Foto Luciano Saiu)

RAGAZZI MASCHILE: MARCO COCCO IMBATTIBILE

La terza volta stagionale di Marco Cocco (Muraverese) si concretizza chiudendo il girone unico a punteggio pieno, anche se soffre contro il secondo classificato, Federico Mascia del Muravera TT che batte 3-2. Seguono in graduatoria Andrea Donato Liscia (Guspini), Francesco Meloni (TT Oristano), Paolo Meloni (Santa Tecla Nulvi).

Il podio dei ragazzi maschile (Foto Luciano Saiu)
Il podio dei ragazzi maschile (Foto Luciano Saiu)

RAGAZZI FEMMINILE: SARA CONGIU INSISTE

Continua ad essere forza indomabile della sua categoria. Dopo le quindici sfide che hanno caratterizzato il girone unico, Sara Congiu (Muravera TT), ha completato i suoi sforzi cedendo un set sia a Giulia Zucca, sia a Serena Anedda, sue compagne di squadra e non a caso giunte al secondo e terzo posto. Seguono Michela Mura (La Saetta Quartu) e Rita Francesca Franzo’ (Muravera TT).

Podio ragazzi femminile (Foto Luciano Saiu)
Podio ragazzi femminile (Foto Luciano Saiu)

ALLIEVI MASCHILE: BROCCIA PROFETA IN PATRIA

Sfrutta al meglio il fattore casalingo Francesco Broccia alla sua prima apparizione stagionale. Si impone sugli altri due avversari presenti: Nicola Carboni e Andrea Demurtas de La Saetta.

Podio allievi maschile (Foto Luciano Saiu)
Podio allievi maschile (Foto Luciano Saiu)

ALLIEVI FEMMINILE: HAPPY AURORA

Sempre vincente. Anche a Guspini Aurora Piras della Muraverese realizza il suo poker di successi. Nel girone unico con 6 partecipanti da menzionare la solita sfida al cardiopalmo contro la sua amica e compagna Alice Mattana terminata al quinto set. Per il resto tutto tranquillo con altri quattro 3-0. Podio monocolore perché anche sul gradino più basso sale Letizia Pili. E poi ancora Giulia Carta (Libertas Ping Pong Monterosello), Alessandra Mura (La Saetta Quartu), Lorena Ferciug (Santa Tecla Nulvi).

Podio allievi femminile (Foto Luciano Saiu)
Podio allievi femminile (Foto Luciano Saiu)

JUNIORES MASCHILE: MACIS SICURO SUL PODIO

Partito come testa di serie n.1 Stefano Macis (Muravera TT) rispetta le consegne, dominando prima il suo girone con tre gare dal risvolto netto. Il suo concorrente più insidioso, superato poi nella finalissima, è l’anglonese Francesco Ara: nel girone ha guadagnato la prima posizione, ma per miglior differenza punti nei confronti di Andrea Franceschi. Il cagliaritano in forza al Tennistavolo Norbello, Infatti, lo aveva superato nel quinto set e a fine competizione si è ritrovato al terzo posto. Una posizione ancora più dietro si colloca Lorenzo Piras del Monserrato.

Podio juniores maschile (Foto Luciano Saiu)
Podio juniores maschile (Foto Luciano Saiu)

QUARTA FEMMINILE: ALICE MATTANA SU TUTTI

Gare vibranti e mai dal risultato scontato. Il palazzetto di Guspini si infiamma davanti alle performance di nove ragazze che danno l’anima. Vince la giocatrice più esperta, ma non è stato semplice. Alice Mattana della Muraverese parte come testa di serie n.2; prima di lei c’è Sara Congiu (Muravera TT) che in semifinale è costretta ad alzare bandiera bianca contro una Michela Mura particolarmente su di giri. L’atleta sarrabese giunge al match clou reduce da un’altra contesa scoppiettante in cui ha prevalso su Giulia Zucca (Muravera TT) in cinque set. In finale le belle speranze di Michela si incrinano dopo il primo set concitato, con un epilogo ai vantaggi in favore di Alice. Tutto si fa in discesa per lei che si aggiudica con più serenità secondo e terzo. Si bloccano ai quarti Letizia Pili (Muraverese) e Serena Anedda (Muravera TT).

Podio quarta femminili (Foto Luciano Saiu)
Podio quarta femminili (Foto Luciano Saiu)

RECUPERO A2 MASCHILE: DUE PUNTI SIGNIFICATIVI CONQUISTATI DALLA MARCOZZI

Deluso dall’andamento del torneo in Svezia, Carlo Rossi indossa la maglia della Marcozzi e ritrova sé stesso. Sono suoi i due punti, che associati quelli di Zeng e Alessandro Pizzi, consentono al club cagliaritano di vincere lo scontro diretto per la seconda posizione. Al Milano Sport non bastano le due prodezze di Luca Manca per evitare di essere raggiunto. Ora la nuova coppia dista quattro lunghezze dalla capolista TT Vigevano.

Carlo Rossi (Foto Tomaso Fenu)
Carlo Rossi (Foto Tomaso Fenu)

LA SARDEGNA AGLI INTERNAZIONALI GIOVANILI D’ITALIA

È cominciato oggi a Lignano un appuntamento internazionale molto sentito da tre atleti sardi. In occasione dello Junior & Cadet Open, infatti, la bandiera dei Quattro Mori sarà rappresentata da Carlo Rossi, John Michael Oyebode e Giulia Zucca. I due atleti marcozziani si faranno valere nella categoria Cadetti, mentre la piccola del Muravera TT

sarà di scena nella “Hopes”.

Giulia Zucca (Foto Luciano Saiu)
Giulia Zucca (Foto Luciano Saiu)

313 i pongisti presenti in rappresentanza di 35 nazioni. Oltre ad una nutritissima delegazione europea, in Friuli gareggiano anche atleti di Argentina, Cile, Hong Kong, Canada, Cuba e Giappone.

Johnny Oyebode (Foto Tomaso Fenu)
Johnny Oyebode (Foto Tomaso Fenu)

A ROMA RITROVO DEI PARALIMPICI PER CAMPIONATO E TORNEO

SORPRESA MARIS

Negli impianti romani della Fondazione Santa Lucia si è svolta una due giorni interamente dedicata ai Paralimpici. Sabato spazio al secondo concentramento del campionato italiano di serie A/1 classe 6/10. Il Tennistavolo Norbello (Mauro Mereu, Francesco Sanna) ha chiuso le tre giornata disputate con due vittorie e una sconfitta. Bilancio al 50% per la Muraverese (Andrea Manis, Luca Paganelli), mentre nessun punto per la Marcozzi (Romano Monni, Mauro Pisano) che si è dovuta inchinare sia ai giallo blu del centro Sardegna, sia al team sarrabese.

La squadra del Tennistavolo Norbello al torneo Paralimpico di Roma
La squadra del Tennistavolo Norbello al torneo Paralimpico di Roma

Il giorno dopo via al 4^ Torneo Nazionale Paralimpico Predeterminato, organizzato dalla società L’isola che non c’era Onlus. E la sorpresa arriva in casa Tennistavolo Norbello con il rumeno Daniel Maris, al suo esordio assoluto in una competizione, con appena cinque mesi di pratica alle spalle che riesce a superare il girone e viene estromesso al primo turno del tabellone. Nel singolo maschile CIP classi 6-7 Mereu e Monni chiudono il loro impegno nella fase a gironi. Stessa sorte subiscono Francesco Sanna e Mauro Pisano nella classe 8-9-10.

IL SECONDO CONCENTRAMENTO DELLA B VETERANI

In virtù dell’esclusione, dopo la Fintes, anche del Tennistavolo Quartu (entrambe per non essersi presentate rispettivamente al primo e al secondo concentramento), l’attuale graduatoria vede al comando l’ITC Enrico Fermi Iglesias, ma con una partita in più rispetto al Monserrato che la segue in ritardo di due lunghezze. Anche nella reunion di Oristano, ha prevalso l’entusiasmo dettato dallo stare insieme. Di seguito le impressioni di alcuni protagonisti.

Foto di gruppo tra tutti i partecipanti alla serie B veterani ad Oristano
Foto di gruppo tra tutti i partecipanti alla serie B veterani ad Oristano

Bruno Pinna (Itc Enrico Fermi Iglesias). “Giornata pongistica esaltante quella di sabato 5 marzo ad Oristano. Fra crostate, vernaccia, foto e gag esilaranti, si è giocato anche a tennistavolo, anzi a ping pong, che è più onomatopeico. Il Fermi (solo di nome stavolta) ha fatto suoi i tre incontri per tre a zero, battendo nell’ordine: Oristano Verde, Neoneli e Norbello. La cronaca: inizio io con Emanuele Marras. Fatico notevolmente a causa del puntino che per il primo set non riesco a capire, poi nei successivi set riesco a controllare meglio la partita ma con grande fatica. Giancarlo Pili vince facile con Nicola Cuccureddu e nel doppio soffriamo ancora in quanto i due terribili puntini oristanesi, Mario Littarru (subentrato a Cuccureddu) e Marras, non sprecano nulla e riescono a mettere in seria difficoltà la coppia supercollaudata del Sulcis. Che alla fine comunque prevale.

Bruno Pinna (Foto Tomaso Fenu)
Bruno Pinna (Foto Tomaso Fenu)

Nella seconda partita incontriamo il Neoneli, con atleti decisamente più giovani e scattanti dei tigrotti, ma anche più inesperti. Disputano un bel doppio portandoci al quinto set, mentre nei singoli non fatichiamo troppo a vincere. Segnalo l’ottimo giocatore Gianni Pintus che perde con me 3 a 0 ma ha mostrato di possedere degli ottimi colpi. Infine incontriamo il Tennistavolo Norbello del nostro presidentissimo Simone Carrucciu che ci offre caffé e succo di frutta nel tentativo di appesantirci ma io e Giancarlo abbiamo tenuto duro (a fatica) e non abbiamo concesso molto ai nostri avversari. Tranne il mio singolo con Antonello Ledda (un altro puntinato) nel quale mi ha fatto soffrire tantissimo controllando molto bene sul tavolo i miei attacchi. Manteniamo l’imbattibilità e il primato in classifica che ci ricarica dopo le non esaltanti prestazioni nel campionato di C2. Nota finale: la crostata della signora Littarru era più buona di quella di Gordon Ramsay (me ne son magnato 5 pezzi)”.

Giancarlo Pili (Foto Tomaso Fenu)
Giancarlo Pili (Foto Tomaso Fenu)

Gianluca De Vita (Monserrato). “Abbiamo giocato prima con gli amici di Decimomannu. Inizio io contro Maurizio Saiu: vinco il primo bene, ma poi lui gioca meglio nel secondo dove soffre meno i servizi e andiamo in parità. Vinco nuovamente il terzo con un buon vantaggio e poi di nuovo lui nel quarto gioca bene. Arriviamo alla fine del set alla pari ma poi la spunto io e quindi ci portiamo sull’1-0 per noi.

Gianluca De Vita (Foto Tomaso Fenu)
Gianluca De Vita (Foto Tomaso Fenu)

Poi il mio compagno Giuseppe Lepori incrocia Daniele Pitzanti; Giuseppe gioca tranquillo e vince 3-0 anche se bisogna dire che Daniele era senza la sua racchetta. Sul 2-0 disputiamo il doppio contro Pitzanti e Tomaso Fenu: vinciamo 3-0 e quindi chiudiamo l’incontro. Successivamente ce la giochiamo con l’Oristano Giallo ma vinciamo abbastanza agevolmente sia i singoli, sia il doppio. Nell’ultimo concentramento affronteremo i tigrotti di Iglesias e non sarà facile addomesticarli”.

Giuseppe Lepori (Foto Tomaso Fenu)
Giuseppe Lepori (Foto Tomaso Fenu)

Agostino Campanello (Neoneli): “Nel primo incontro sconfiggiamo con un facile 3 a 0 l’ Oristano Giallo grazie ai due punti che vengono dal singolo e portanti le firme del capitano Campanello e di Ignazio Piras che battono rispettivamente Marco Marino e Daniele Vacca. Il terzo punto viene dal doppio dove l’accoppiata Gianni Pintus Luciano Meloni ha la meglio sui due orístanesi. La compagine del Barigadu affronta poi l’Enrico Fermi Iglesias. Il nostro Pintus va a perdere contro il forte Pinna; Pili batte un grintoso Piras e il doppio Pili-Pinna supera il nostro duo Meloni-Pintus. Quest’ultimo è stato uno splendido incontro con set tirati e colpi fantastici portati a segno da tutti i 4 giocatori in campo. La squadra del presidente Franco Cortese chiude la sua esperienza oristanese battendo l’Oristano Porpora per 3 a 0. Due punti giungono dai singolaristi Piras e Campanello che battono con non poche difficoltà Adolfo Simbula e Carlo Maulu. Mentre il terzo punto viene messo a segno dalla super coppia Pintus-Meloni contro Maulu-Simbula. Il capitano del Neoneli ringrazia di cuore il compagno Pintus che pur con la febbre é stato presente a queste partite. Oltremodo ringrazia il mitico Luciano Meloni che ha fatto un splendido regalo venendo a giocare le partite di doppio. Grazie ragazzi”.

Ignazio Piras
Ignazio Piras

Adolfo Simbula (TT Oristano). “Per l’Oristano Porpora purtroppo priva di Pierpaolo Cubadde la giornata inizia con il mancato scontro con il T.T. Quartu. Cominciamo quindi con il derby con l’Oristano Verde ma siamo ancora appannati dall’allestimento palestra e non riusciamo a impensierire Mario, Emanuele e Nicola. Finiamo la serata contro il Neoneli dell’amico Agostino Campanello e degli ex Gianni Pintus, Luciano Meloni e Ignazio Piras, sfioriamo la vittoria in tutti e tre gli incontri ma è 3 a 0 per il Neoneli in un incontro divertente e a tratti anche spettacolare.

L’Oristano Verde all’inizio non riesce a violare l’imbattibilità della capolista Iglesias con un Bruno Pinna in grande spolvero, poi, come già detto, vince facile contro di noi, per poi non giocare contro il T.T. Quartu, confermandosi al terzo posto con buone chanches di centrare i playoff.

Nicola Cuccureddu
Nicola Cuccureddu

Continua il percorso di esperienza dell’Oristano Giallo, sabato privo di Paolo Domenici. Daniele Vacca e Marco Marino si battono con la consueta passione ma cedono nell’ordine al Neoneli, al Tennistavolo Norbello e all’altra capolista Monserrato sempre con il punteggio di 3 a 0.

E ora le nostre tre squadre si prepareranno al meglio per ben figurare nell’ultimo concentramento del 19 Marzo a Norbello”.

Alberto Cualbu (Tennistavolo Norbello). “Il concentramento oristanese ci porta finalmente delle vittorie e i primi punti in classifica che danno alla squadra e alla società soddisfazioni e nuove motivazioni. Ci presentiamo con un mix tra componenti della D2 e dei paralimpici e cioè Antonello Ledda, io e Michele Bandinu. Manca per impegni di lavoro il super veterano e norbellese doc Giuseppe Mele. Affrontiamo in ordine Decimomannu, Oristano Giallo e i tigrotti del Sulcis dell’Iglesias. Nel primo incontro, facendo le veci di Mister Scotto, coinvolgo per i singoli Antonello e Michele ed io mi limito a disputare il doppio con Antonello, sia per capire se sono in una giornata buona per dare un contributo alla squadra e sia per capire se Michele riuscirà a giocare più libero mentalmente e quindi più sciolto nel gioco. Nella prima ipotesi fallisco clamorosamente e infatti nei successivi incontri mi limito a fare riserva e assistant coach, mentre nella seconda riesco nel mio intento, consigliando a Michele di giocare abbastanza libero da consigli o imposizioni tattiche o di gioco particolari, dicendogli solo di palleggiare, di attaccare o aprire il gioco solo quando si sente sicuro.

Michele Bandinu
Michele Bandinu

Con il Decimomannu ci capita la formazione A e schiero Antonello come A, anche per fare in modo che giochi l’ultimo singolo in caso di 2-2, e Michele come B. Loro schierano Maurizio Saiu X, Tomaso Fenu Y e Daniele Pitzanti come riserva. Nel primo match giocano Antonello opposto a Saiu. Il primo set è molto combattuto e incerto fino all’ultimo. Infatti si chiude ai vantaggi in favore di Antonello(14-12). Il secondo vede l’immediata riscossa di Saiu che lo vince 11-6, mentre nel terzo (11-8) e nel quarto(11-4) Antonello riesce a spuntarla portando a casa il primo punto. Il secondo match vede di fronte Michele a Fenu; nei primi due set Michele prevale per 11 a 9 giocando con un palleggio sicuro e approfittando degli errori di Fenu. Nel terzo set è Fenu a imporre i suoi schemi facendo meno errori e attaccando con più efficacia (11 a 3). Nel quarto set è Michele a vincere set (11-8) e partita per 3 a 1, portando l’incontro sul 2-0 per noi. Arriva il tempo del doppio: io e Antonello da una parte, Pitzanti e Fenu dall’altra. Iniziamo il primo set benino ma negli ultimi punti sbaglio un paio di scambi semplici e lo compromettiamo. Capisco subito che non è giornata, perdiamo 11-7; nel secondo e terzo set, ai miei errori tecnici e non, si aggiunge anche qualche errore di Antonello e li perdiamo entrambi(11-3, 11-6), dando il primo punto al Decimo. Arriviamo al terzo singolo dove Michele, opposto a Saiu, non riesce a contrastare le maggiori capacità tecniche e di esperienza pongistica del decimese. E soccombe 3-0 con poca storia (11-6, 11-3, 11-6). Siamo sul 2 pari, quindi, come nella mia previsione iniziale, Antonello disputa il suo secondo singolo e loro tentano la carta della riserva Pitzanti al posto di Fenu. Ma il nuovo entrato gli tiene testa solo nel 2° e 4° set vincendo il 2° e perdendo il 4° decisivo ai vantaggi (11-4, 9-11, 11-5, 13-11), quindi Antonello chiude con un 3-1 e vinciamo l’incontro 3-2. Nella seconda giornata del concentramento affrontiamo il TT Oristano Giallo.

Alberto Cualbu (Foto Gianluca Piu)
Alberto Cualbu (Foto Gianluca Piu)

Esordisce Michele nel primo singolo con Daniele Vacca: sulla falsa riga del precedente incontro con il Decimo, gioca con un palleggio controllato, rischiando poco e giocando sugli errori dell’avversario. Infatti vince i primi due set, con più difficoltà il primo (11-9), più agilmente il secondo (11-5), perde ai vantaggi il terzo (10-12) e vince il quarto facile (11-5), conquistando così il suo secondo punto personale del concentramento e il primo per la squadra in questo match. Antonello contro Marco Marino: il mio compagno riesce a vincere facilmente per 3 a 0 (11-3,11-4,11-4). Nel doppio schiero Michele e Antonello contro Vacca D. e Marino M: i primi due set vengono vinti uno per parte (11-6,7-11), il terzo vede prevalere in modo chiaro i nostri due alfieri di giornata (11-4), mentre nel quarto vincono con meno facilità (11-7) chiudendo per 3-0 il match. L’ultima disfida ci vede opposti ai mitici tigrotti del Sulcis dell’ ITC E.Fermi Iglesias del duo inossidabile Pinna B. e Pili G., scontro arduo per i nostri portacolori viste le capacità tecniche e di esperienza dei due sulcitano. Noi giochiamo con la formazione A e gioca per primo Antonello contro Bruno Pinna: nel primo set Antonello tiene testa ad un Pinna un po’ distratto e porta a suo vantaggio con un tirato 12-10. Ma negli ultimi tre set Pinna torna ai suoi abituali livelli di gioco e vince il match con un triplo 11-3. Nel secondo incontro Michele affronta il buon Giancarlo Pili, che non fatica a portare a suo favore in tre set la gara (11-4,11-3,11-5), lasciando a Michele solo 12 punti totali. Il doppio risulta incerto con scene che suscitano il divertimento degli ultimi astanti presenti. I primi due set vengono conquistati facilmente dal due sulcitano(11-4,11.5), mentre il terzo e il quarto sono più combattuti e piacevoli da guardare. Nel terzo i nostri riescono a strappare il set ai tigrotti per 11-8, mentre nel quarto cedono solo ai vantaggi il set con scambi lunghi e mai noiosi per 16-14. Chiudiamo questo secondo concentramento con due vittorie su tre match e aspettiamo il prossimo ed ultimo, che giocheremo nuovamente a Norbello, con qualche certezza in più e con l’umore dei nostri atleti molto positivo. Vediamo se almeno nel prossimo vedremo il buon Giuseppe Mele all’esordio stagionale in questo campionato”!

Antonello Ledda (Foto Gianluca Piu)
Antonello Ledda (Foto Gianluca Piu)

D2 GIRONE C: VITTORIA DEL SERRAMANNA

L’incontro di recupero valido per la seconda giornata di ritorno ha visto impegnati Serramanna e Decimomanu Rossa. La nostra avversaria – commenta Mariano Zucca – è squadra composta da tanti amici che condividono con noi, oltre che il campionato, anche le gare infrasettimanali al torneo amatori della Marcozzi dove vestiamo la stessa casacca unendo momenti di sport e divertenti momenti culinari post-gara. Al contrario delle aspettative è stato abbastanza agevole vincere: il Decimomannu Rossa non si è espressa ai suoi livelli abituali, come in altre occasioni, forse a causa dei diversi esperimenti tecnici dei suoi atleti con nuove gomme e nuovi telai ancora da rodare.

Una fase del recupero di D2 (Foto Luciano Macrì)
Una fase del recupero di D2 (Foto Luciano Macrì)

Ad aprire le danze sono sceso in campo io opposto a Stefano Sozzi che è riuscito soltanto nel terzo set a giocare a buoni livelli. Nonostante il suo crescendo ho portato a casa il primo punto. A seguire la partita più combattuta tra i contendenti Adriano Zucca e Italo Fois, entrambi con il puntino sul legno; è stata una gara molto tattica che alla fine dei cinque set a visto prevalere Adriano. Segue l’agevole vittoria del tonico Marcello Mocci opposto ad uno stanco Tomaso Fenu (reduce il giorni prima dalle gare dei veterani ) per 3 set a 0. Poi è Adriano a prevalere contro Stefano Sozzi sempre in 3 set. C’è da dire che l’atleta decimese ha sprecato punti preziosi nel terzo ma soprattutto nel secondo set; il finale ha visto al contrario un ottimo e lucido Adriano. Sul 4-0 e con la vittoria in tasca sono nuovamente sceso in campo contro Tomaso riuscendo a vincere per tre set a zero. Nell’ultimo incontro abbiamo schierato la nostra giovane promessa Giacomo Puggioni che opposto ad Italo Fois nel primo set con la sua velocità e freschezza atletica ha imbrigliato e vinto meritatamente. Poi pian, piano Italo è riuscito a prendere le misure e con esperienza e caparbietà vincere i restanti tre set. Risultato finale Serramanna batte Decimomannu Rossa per 5-1”.

Mariano Zucca (Foto Luciano Macrì)
Mariano Zucca (Foto Luciano Macrì)

COSA ACCADE NEL WEEK END

Gli appassionati del sud Sardegna non si devono far scappare l’appuntamento di venerdì sera. Presso il Palatennistavolo di via Crespellani a Cagliari, a partire dalle 19,00 Marcozzi e Tennistavolo Norbello daranno vita al derby valevole per la terzultima giornata del campionato italiano di A1 maschile. Mentre i padroni di casa ben architettati da Sandro Poma non hanno particolari assilli dal momento che hanno già centrato l’obbiettivo play off, ai giallo blu allenati da Tore Scotto farebbe molto comodo muovere la classifica per tenere a debita distanza il Tennistavolo Torino e conseguentemente la salvezza.

In B1 la Libertas ospita il Castello di Cesare (ore 16 Scuola media Farina), ma nel girone C spicca il ritorno del superderby cittadino del Sarrabus con la sfida domenicale (viale Rinascita, ore 10) tra Muravera e Muraverese, ormai entrambe condannate alla retrocessione.

La Marcozzi di B2 ha un impegno casalingo contro il Monterotondo (Palatennistavolo, sabato, ore 15,30), mentre il Guspini si gioca la salvezza sul campo dello Stet Mugnano.

Evviva il tennistavolo (Foto Gianluca Piu)
Evviva il tennistavolo (Foto Gianluca Piu)

La C1 offre un big match da gustarsi tutto ad Alghero con la squadra di casa, Il Cancello, che cerca di ostacolare e raggiungere la capolista King Pong di Cesare (domenica, ore 10,00 scuola media via Grandi). Più tranquillo sembra l’impegno in trasferta dell’altra capolista Tennistavolo Norbello che va a fare visita all’Eureka Roma. Sessione casalinga per l’ormai condannato Zeus Quartu che domenica alle 11 (Scuola elementare Is Arenas) affronta il Castello Comitec. E poi turno laziale per la Muraverese contro la vice capolista Roma 12.

Nel più importante campionato regionale di serie C2, la Marcozzi cerca il punto della promozione nello scontro con La Saetta (via Crespellani, ore 10). La vice capolista Fermi Iglesias va a Ghilarza dove i locali del Guilcer si giocheranno le ultimissime munizioni per tenere aperto un piccolo varco salvezza. Il Monserrato cerca punti salvezza con l’ormai compromesso Oristano Bianco (via Argentina, ore 10,00). A Nulvi l’autoctona Santa Tecla affronta il derby del capo di sopra con la Libertas Sassari (sabato, ore 17 palazzetto dello Sport).

Nella D1 girone A il Guspini cerca di ottenere anzitempo l’accesso alla serie superiore, ma non sarà facile sul campo dell’Azzurra (B), terza forza del campionato. Monserrato Verde e Azzurra (A) lottano per le loro ultime speranze di promozione-salvezza, mentre incuriosisce la Muraverese, ultima ma reduce da due vittorie consecutive, che domenica accoglie il Monserrato Rosso.

Scontro di vertice a Lanusei tra la capolista Alghero e la vice Sporting. Agli ospiti basta un punto per festeggiare la vittoria nel girone b della D1. Le altre gare: Suelli – Libertas SS; Oristano Rosso – Libertas Ping Pong Monterosello; Sporting Lanusei A – Neoneli.

In D2 giocano i gironi A – C – D – E.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: