Cronache Pongistiche Sardegna del 4 novembre 2015

RITORNA IL CONCORSO FOTOGRAFICO INTERNAZIONALE

Da un lustro a questa parte l’autunno pongistico fa rima con il Concorso Fotografico internazionale, organizzato dal Tennistavolo Norbello. La quinta edizione di “Obiettivo Tennistavolo” avrà come tema il “Tennistavolo Artistico”. L’iscrizione è come sempre gratuita e c’è tempo fino al 29 novembre per l’invio delle fotografie. La cerimonia delle premiazioni avverrà nel corso della sesta edizione del Trofeo Città di Norbello in programma per l’8 dicembre 2015. Il presidente del sodalizio guilcerino, nonché presidente della Fitet Sardegna Simone Carrucciu, ha dichiarato che l’unico scopo di questa iniziativa è quello di promuovere sempre di più il tennistavolo. Per avere un quadro più preciso sul funzionamento del concorso si può andare sul sito www.tennistavolonorbello.it.

Banner 5° Concorso Fotografico Internazionale - Web
Banner 5° Concorso Fotografico Internazionale – Web

A QUARTU IL PROGETTO CONI RAGAZZI 2015

Tra le società isolane il Tennistavolo Quartu è l’unica che ha aderito al progetto Coni Ragazzi. Si tratta di affrontare un percorso sportivo, sociale ed educativo, frutto della collaborazione tra Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Salute e CONI. Lo scopo è di avviare una campagna informativa sui sani e corretti stili di vita per tutta la famiglia. L’occasione è ghiotta perché prevede un’attività sportiva pomeridiana gratuita per due ore a settimana per la durata di 23 settimane, riservata ai bambini e ragazzi dai 5 ai 13 anni (anno di nascita compreso tra il 2002 e il 2010). Inoltre è prevista la copertura assicurativa per infortuni a tutti i partecipanti e la presenza di un operatore di sostegno al fianco del Tecnico sportivo, in caso di situazioni di disabilità. Le iscrizioni scadono alle ore 15:00 del 09 novembre 2015. Ulteriori informazioni sul sito www.tennistavoloquartu.it

logo-coniragazzi

IL PUNTO SULLA SERIE A

 

Nella più importante espressione in rosa, il Tennistavolo Norbello sciupa l’occasione di assestarsi al secondo posto in classifica. Infatti il Castel Goffredo, orfano della coreana Shim Se Rom, blocca sul pari la formazione giallo blu che continua ad impressionare per le ottime qualità di Ganna Farladanska, ancora imbattuta. Ma non può contare sull’apporto di Irina Bàghina, costretta a rinviare l’appuntamento con la prima vittoria stagionale. Oltre ai punti dell’ucraina, va a segno Wei Jian.

Incappa nella prima sconfitta stagionale il team vice campione d’Italia in carica dello Zeus Quartu. A Parma Laoura Nikoulae, la sua atleta di spicco, conosce il primo dispiacere personale al cospetto di una formazione giovane ma che non aveva ancora vinto in campionato.

Il Tennistavolo Norbello di A1 femminile
Il Tennistavolo Norbello di A1 femminile

Continua la striscia positiva della Marcozzi Cagliari. In A1 maschile ha rischiato di fare bottino pieno nei confronti del Cral Roma che al Palatennistavolo ha recuperato due partite di svantaggio. Per i ragazzi del sodalizio di via Crespellani, ben orchestrati e motivati dal tecnico Alessandro Poma si tratta del quarto punto che equivale ad un buon terzo posto in classifica. Nello stesso campionato naviga in acque limacciose il Tennistavolo Norbello che subisce la terza sconfitta consecutiva ai danni del Castel Goffredo. Con il tecnico – giocatore Massimiliano Mondello infortunato, diventa più difficile per i suoi compagni tenere un alto profilo costante. Ma l’arrivo di Daniele Sabatino è imminente.

In A2 maschile la Marcozzi è a punteggio pieno nel girone B. La squadra guidata da Stefano Curcio si impone con autorità nei confronti del Club La Spezia.

SERIE B1: LE SARDE NON INGRANANO

Altra pesante sconfitta (la terza consecutiva) per la Libertas Sassari nel girone C. L’Acsi Pisa si è dimostrato nettamente più forte. Alessio Zuanigh era tra i protagonisti della formazione toscana: “Direi una prestazione solida da parte nostra, nonostante le difficoltà logistiche nel raggiungere il campo di gara, vista la chiusura dell’aeroporto di Alghero. L’unica partita tirata è stata quella tra il mio compagno Maurizio Raspi e Mattia Contu che ha visto prevalere l’atleta di casa ai vantaggi del quinto set. Per il resto una buona prova da parte nostra con un netto 5 a 1. Un elogio particolare al nostro giovane Emanuele Vasta che ha vinto le sue due partite contro Contu e Alberto Ticca dimostrando una continua crescita di rendimento”.

Mattia Contu della Libertas Sassari (Foto Tomaso Fenu)
Mattia Contu della Libertas Sassari (Foto Tomaso Fenu)

Nel girone più meridionale anche le due formazioni sarrabesi sono ferme a zero punti. Con un perentorio 5 a 1 i campani del Torre del Greco – Sant’Espedito battono il Muravera TT, così come raccontato dal padrone di casa Davide Gammone: “La formazione corallina schiera Davide Gammone, Gerardo Palladino e Giovanni Illibato, mentre quella ospite è composta da Stefano Macis, Nicola Pisanu e dal rumeno Giol Mihai. Nel primo incontro Gammone affronta Giol: senza difficoltà i primi due set a favore del nostro atleta, nel terzo set gioca bene Giol che accorcia le distanze. Nel successivo, con molta decisione, Gammone parte in vantaggio e non lascia nessuna possibilità all’avversario e fa sua la partita per 3 a 1. Nel secondo incontro debutto di Giovanni Illibato che sostituisce il titolare Marco Prosperini. Giovanni lotta punto su punto contro Macis, purtroppo spreca due set point che potevano portarlo in vantaggio per 2 set a 1. nel quarto set è Macis che gioca meglio e chiude per 3 a 1. Il beniamino di casa Palladino affronta e supera Pisanu per 3 a 0, quest’ultimo riesce ad impegnare non poco Gerardo che con esperienza fa suoi 2 set equilibrati per 11 a 9, 12 a 10.

Sul punteggio parziale di 2 vittorie ad 1 per i torresi, rientra in campo Davide Gammone, che supera 3 a 0 Macis: anche in questa partita il meno quotato Macis oppone un’ottima resistenza perdendo di misura i primi due set 11 a 9 e 13 a 11. Senza storia invece il successivo incontro tra Palladino e Giol: l’atleta di casa non trova difficoltà ad utilizzare il suo colpo migliore e chiude 3 a 0. Torna in campo Illibato che questa volta riesce ad essere più continuo e determinato. Netto il primo set per 11 a 6 per Giovanni, nel secondo e terzo set è invece Pisanu a mettere in difficoltà il nostro atleta: si porta in vantaggio con buoni colpi d’attacco ma cede proprio nei punti finali, dove Giovanni, bravo a non mollare, riesce a recuperare e ribaltare il risultato chiudendo i set per 11 a 9 e 14 a 12. Buona vittoria per 3 a 0 che fissa il punteggio finale sul 5 a 1 per i nostri colori”.

Nicola Pisanu (Foto Tomaso Fenu)
Nicola Pisanu (Foto Tomaso Fenu)

Tonfo casalingo per la Muraverese che ospitava la Ennio Cristofaro ‘A’. Tra i protagonisti della vittoria un Marco Talocco che in questa nuova esperienza in B1 ha già riportato otto vittorie su nove gare disputate. “La vittoria è stata molto sofferta perché maturata contro una squadra di tutto rispetto e che pensava che noi fossimo molto  più forti. A dire a dire il vero mi sembra che siamo tutti allo stesso livello ed è per questo che non bisogna mai sottovalutare nessuno. Io ero chiamato a realizzare i tre punti ed ho mantenuto le premesse, ma secondo me la partita è andata dalla nostra parte quando il pur forte e giovane Michele Buccoli ha perso entrambi gli incontri. Noi in definitiva puntiamo a salvarci, viste anche le prime due partite perse in maniera rocambolesca; poi quello che viene in più è ben accetto. Penso anche che la Muraverese potrebbe combattere per la salvezza; battere Marcello Porcu non è mai semplice e lo stesso discorso vale per Riccardo Dessì”.

Marco Talocco attende un servizio dell'avversario
Marco Talocco attende un servizio dell’avversario

SERIE B2: MARCOZZI SEMPRE PIÙ SU, GUSPINI ANCORA K.O.

Continua la marcia perfetta della Marcozzi Cagliari che inanella il terzo successo consecutivo. Vittima di turno l’AS Roma TT. Tra i protagonisti si rivede una “vecchia” conoscenza: “Finalmente sono riuscito a giocare una partita quest’anno – commenta il cagliaritano Stefano Curcio – perché tra mille impegni da allenatore, non è facile trovare tempo per prendere la racchetta in mano. Per fortuna ho giocato bene, ho vinto, ma soprattutto sono riuscito ad essere utile alla squadra, che continua a rimanere imbattuta in testa alla classifica. Un grande Marco Poma all’esordio in B2, batte Gurghean e gioca alla pari con Mantaperto. Massimo Ferrero va molto bene anche se si distrae troppo, mentre un Marco Sarigu nervoso lo giudico “rivedibile”.

Stefano Curcio (Foto Gianluca Piu)
Stefano Curcio (Foto Gianluca Piu)

Non è molto fortunato il TT Guspini che nella sua seconda uscita casalinga stagionale è costretto a cedere la posta in palio dopo la nona partita. Il racconto è dell’ospite Giuseppe Carbotta: “Anche quest’anno ci siamo ritrovati con gli amici Riccardo Lisci, Gian Carlo Carta, Francesco e Michele Lai a darci battaglia sul tavolo blu. Come l’anno scorso, è stata anche sabato una partita combattutissima ed emozionante. Sia per noi che per loro, erano fondamentali i due punti in chiave salvezza. Il risultato finale la dice lunga su come si è evoluta la partita. Il 5-4 in nostro favore è frutto di 3 punti di Carbotta e due punti rispettivamente di Giovanni Zavattaro e Daniele Liberatori. Sono state tutte partite tirate e piene di cattiveria agonistica, sempre nel pieno rispetto dell’avversario. È stato un onore per me e i miei compagni incontrare nuovamente giocatori del calibro di Lisci, Lai e Carta, che, in un passato non troppo remoto, sono stati atleti di spicco nel panorama italiano. Siamo soddisfatti del risultato raggiunto e speriamo che sulla scia di questa fondamentale vittoria, ne possano arrivare altre per raggiungere l’agognata salvezza. Ringrazio a nome mio e dei miei compagni l’eccelsa ospitalità offertaci dai nostri avversari-amici, ed in particolare un sentito grazie a Riccardo Lisci per il supporto logistico fornitoci. Spero di rincontrarvi presto e di replicare la bellissima serata post-partita”.

Giuseppe Carbotta
Giuseppe Carbotta

SERIE C1: SI FA AVANTI IL TENNISTAVOLO NORBELLO

 

Le sarde più vicine alla vetta sono appaiate. Tennistavolo Norbello e Il Cancello Alghero inseguono la leader King Pong Cesare ‘Di Cesare’. Ma in verità i catalani abbandonano la leadership nello scontro casalingo con il Roma 12. “Stavamo rischiando di perdere – ammette il capitolino Luca Lizio – perché di fronte ci siamo trovati dei grandi giocatori come Carlo Fois, Maurizio Muzzu e Marco Tiloca, sempre ostici. Sul 4-3 per loro è stato bravo Andrea Masserato a reagire, quando si trovava sotto 2-1 5-1. Merita una citazione il terzo set tra me e Muzzu finito 25-23. Non ci aspettavamo di soffrire così tanto, anche se la vittoria credo che sia meritata. Puntiamo al secondo posto con possibile ripescaggio. Teoricamente ci giochiamo il campionato con il King Pong, ma c’è anche il Tennistavolo Norbello mina vagante. Insomma sarà una gara a tre, ma di sicuro il King Pong è favorito”.

Luca Lizio
Luca Lizio

E a proposito di Tennistavolo Norbello, il team del centro Sardegna non ha incontrato ostacoli nel derby giocato a Quartu contro lo Zeus: “Partita velocissima – conferma Silvio Dessì – un’ora scarsa di gioco e stavamo già pensando al pranzo perché lo Zeus si presenta senza titolari e con solo due ‘giocatori’ in campo. Due punti di Federico Concas, due miei e uno di Gbenga Kayode. Dopo questa domenica di relax ci attende la trasferta di Roma contro l’ostico Castello Comitec, partita importante per testare il nostro stato di forma”.

La lunga squadra C1 del Tennistavolo Norbello (Foto Gianluca Piu)
La lunga squadra C1 del Tennistavolo Norbello (Foto Gianluca Piu)

L’Eureka Roma ha vita facile sul campo della Muraverese: “È stata una vittoria molto importante in chiave salvezza – sottolinea l’atleta laziale Manuel Corradini – eravamo partiti per la trasferta con la consapevolezza che fosse una di quelle gare da non sbagliare e la risposta della squadra è stata esemplare. Nei primi tre incontri le cose sono andate come da pronostico; tutto si è acceso sul 2-1 perché nella quarta partita Andrea Manis si è dimostrato molto ostico con il suo gioco a “muretto”. L’aver portato un punto su di lui ha messo l’incontro in discesa. Maurizio De Zuliani poi si è un po’ complicato la vita contro Roberto Chessa, ma ha saputo reagire bene. E Gianluca Lucchin, stesso discorso, sotto di 2-0 è riuscito a ribaltare il suo decisivo confronto con Andrea Piras e portare a casa il match. La loro reazione è stata fondamentale. Ora ci prepareremo per tentare l’impresa contro la King Pong domenica prossima in casa, sarà un esame per capire la nostra forza”.

Manuel Corradini e i suoi compagni in trasferta a Muravera
Manuel Corradini e i suoi compagni in trasferta a Muravera

SERIE C2: FUGA IN TRE

Il terzetto ITC Enrico Fermi Iglesias – La Saetta – Marcozzi Cagliari continua a fare faville. La compagine quartese non ha problemi nei confronti della Libertas Sassari: “Partita molto delicata quella che ci contrapponeva ai turritani – spiega Alberto Manos – vincendo avremo potuto raggiungere Iglesias e Marcozzi in vetta alla classifica, e così è stato. Davide Pusceddu ha realizzato il primo punto contro Alberto Ganau per 3-1: partita molto difficile, con il nostro atleta che ha sofferto non poco i servizi dell’avversario; due punti miei, entrambi per 3-1, contro Ganau e Marcello Cilloco, e uno di Giampaolo Manca su Sergio Idini per 3-1. A risultato acquisito, Davide ha avuto la meglio, seppur con un po’ di fortuna, su Idini per 3-2. Punto della bandiera per Sassari realizzato da Cilloco su Manca per 3-0, con il nostro che ha lottato solo nei primi due set”.

Alberto Manos (Foto Tomaso Fenu)
Alberto Manos (Foto Tomaso Fenu)

Il sodalizio di via Crespellani dilaga sul campo del Guilcer Ghilarza con due giocatori che continuano ad avere il 100% di vittorie. Uno è il nigeriano Giacomo Bisiru Taiwo Oladimeji: “Abbiamo affrontato una squadra davvero forte e forse noi siamo stati un tantino più fortunati. Dei nostri avversari mi ha colpito la bravura di Nazzaro Pusceddu. Forse i miei compagni di squadra hanno reso di più perché molto allenati, soprattutto Edoardo Loi (l’altro 100%) che frequenta la palestra tutti i giorni. Anche Gabriele Melis è un buon giocatore, con grandi esperienze in categorie superiori; teoricamente eravamo più preparati per vincere. E la mia speranza è che si continui di questo passo per fare il salto di categoria, a patto però che ci si alleni con costanza. Di questo avviso è anche il nostro allenatore Mauro Locci che ci incoraggia quotidianamente nel perseguire l’obbiettivo vittoria finale”.

Gabriele Melis (Foto Tomaso Fenu)
Gabriele Melis (Foto Tomaso Fenu)

Anche il club sulcitano si fa valere in trasferta: “Il nostro incontro con l’Oristano si è concluso con il punteggio di 6 a 0 – approfondisce l’iglesiente Giovanni Siddu – dopo una  partita molto corretta e a tratti anche molto bella specialmente il match tra Bruno Pinna e Piergiorgio Mura e quella di Nicola Cuccureddu contro Giancarlo Pili e contro Bruno. Noi eravamo concentratissimi e non abbiamo sbagliato nulla, in quanto non volevamo rischiare inutilmente in una partita che era obbligatorio vincere. Il campionato sta entrando nel vivo, vedremo come andranno a finire gli scontri diretti tra le tre squadre prime in classifica”.

L'ITC Enrico Fermi Iglesias
L’ITC Enrico Fermi Iglesias

Finisce 3 a 3 tra Monserrato e Santa Tecla Nulvi: “Siamo molto soddisfatti del risultato ottenuto – rileva il pongista anglonese Francesco Ara – speravamo di riuscire a portare a casa almeno un pareggio e ci siamo riusciti. L’incontro é stato molto combattuto. Inizia il nostro coach Mihai Craioveanu che ha la meglio su Fabrizio Carta per 3 a 0. Poi é il mio turno contro Marco Saiu: gioco molto bene e riesco a mantenere la concentrazione per tutto l’incontro, riuscendo a vincere 3 a 1. Il terzo incontro vede Roberto Caddeo perdere 3 a 0 con il forte Alberto Puzzoni. Sul 2 a 1 in nostro favore scendo in campo io contro Fabrizio Carta. Non riesco a giocare al meglio, spreco tante occasioni e perdo 3 a 1. Poi è il turno di Craioveanu contro Puzzoni; il match é molto combattuto ma il nostro coach riesce comunque ad avere la meglio per 3 a 1. L’ultimo incontro sancisce il pareggio con la vittoria di Marco Saiu su Caddeo. Lo considero un ottimo risultato visto il buon livello degli avversari, sono molto soddisfatto per la mia vittoria contro Saiu con cui non avevo mai vinto neanche un set negli incontri precedenti. Il prossimo incontro contro l’Oristano sarà uno dei più importanti e sarà fondamentale ottenere un risultato positivo”.

Francesco Ara (Foto Tomaso Fenu)
Francesco Ara (Foto Tomaso Fenu)

SERIE D1 GIRONE A: AZZURRA B SEMPRE IN VETTA

Più facile di quanto si potesse immaginare il successo della capolista Azzurra B sul campo della Muraverese: “La nostra partita in quel del Sarrabus è stata tranquilla – spiega l’azzurrino Massimo Atzeni – anche perchè la loro formazione era incompleta. Il giovane Alberto Mattana non è sceso in campo per i postumi di un intervento chirurgico alla gamba, dunque partivamo già avvantaggiati. Le altre partite sono andate piuttosto lisce tranne la mia contro Gianluca Mattana finita 3 a 2 a mio favore. Mentre Maurizio Piano ha vinto 3 a 0 sia con Gianluca  Mattana, sia contro Luca Paganelli. Anche Alessandro Polese ha vinto contro Paganelli per 3 a 0 e poi, senza giocare, su Mattana jr.

Alessandro Polese (Foto Tomaso Fenu)
Alessandro Polese (Foto Tomaso Fenu)

Sul successo della seconda in classifica, il Guspini, arriva puntuale la disamina di Michele Lai: “La partita contro La Saetta rappresenta un ostacolo alla nostra portata e la vittoria ci consente di stare in scia alla capolista Azzurra B. Inizia il sottoscritto contro Andrea Perna e dopo un primo set equilibrato, gli altri due si chiudono velocemente in mio favore. Segue Max Broccia contro Mariano Cossellu: match aperto, solo dopo essere andato sotto per 2 a 1, Broccia si decide a essere un po’ più offensivo nel gioco e recupera vincendo 3 a 2. Veloce disputa tra Fabrizio Melis e Mario Ancis, 3 a 0 per il mio compagno con tanto di troppe retine a favore. A questo punto sul 3 a 0 per noi, pur rischiando un eventuale recupero degli avversari, lascio il mio posto al giovane Francesco Broccia il quale contro Cossellu lotta ma soccombe 3 a 0. Quindi Melis col suo gioco di puntino alternato ad attacchi di dritto liquida Perna per 3 a 0. Ultima partita vede Max Broccia vincere sempre per 3 a 0 contro il neoentrato Francesco Mascia. Finale 5 a 1 per il T.t. Guspini.

Max Broccia del Guspini (Foto Tomaso Fenu)
Max Broccia del Guspini (Foto Tomaso Fenu)

Il Monserrato Rosso mantiene l’imbattibilità dopo tre giornate, con un pareggio contro Azzurra A. “Gli ospiti schierano tre esperti veterani – dice l’atleta paluese Lorenzo Piras –e nella prima partita giocano con il tosto Roberto Murgiano, mentre la nostra squadra decide di partire con me. Il mio avversario, anche se ha ripreso relativamente da poco, si dimostra un avversario ostico soprattutto con i servizi. Riesce a prendere vantaggio, ma fortunatamente riesco a recuperare dal 2-1, anche grazie ai consigli di Andrea Zuccato e Marco Sanna. Concludo quindi la partita al quinto set. Il secondo incontro vede invece Andrea battere senza problemi un Gianni Pomata che riesce a realizzare appena 15 punti in tre set: Questo particolare dimostra la grande partita fatta dal mio compagno. Nel terzo incontro Marco perde da Mauro Serra perché è stato troppo falloso, non riuscendo a vincere alcuni set tirati per la troppa fretta di chiudere il punto. Poi tocca nuovamente ad Andrea, ma stavolta sfida Murgiano. Un vero trionfo per il portacolori della mia squadra che vince con estrema facilità. L’incontro successivo vede me contro Serra: stavolta inizio sotto 2-0 e non riesco a recuperare la partita completamente. Vinco il terzo set ma poi al quarto, con una rimonta, Serra si aggiudica la partita 3-1. L’ultimo incontro è disputato da Sanna contro Pomata. Marco non riesce a trarre in salvo la squadra, come accaduto nelle precedenti giornate, perdendo amaramente 3-0. A suo onore l’aver comunque messo in difficoltà l’avversario, andando ai vantaggi nel secondo set. Il collettivo è abbastanza soddisfatto, puntiamo possibilmente a vincere la prossima partita in casa della capolista Azzurra B”.

Lorenzo Piras (Foto Gianluca Piu)
Lorenzo Piras (Foto Gianluca Piu)

Il Monserrato Verde agguanta i “fratelli rossi” nella terza posizione della graduatoria grazie ai due punti ottenuti sul Tennistavolo Quartu. Al commento ci pensa Giordano Sini: “Si parte subito con un incontro di livello fra il nostro numero uno Giuseppe Lepori e l’ex Francesco Esposito. I primi due set scivolano velocemente a favore di Giuseppe, mentre fa un po’ più di fatica a chiudere il terzo. Termina con un secco tre a zero e ci regala il primo punto. Entro in campo per il successivo match contro Luigi Congiu: gioco concentrato per i primi due set e li porto a casa senza particolari problemi; l’ultimo set è più complicato rispetto ai precedenti ma chiudo l’incontro con uno spigolo, e vinco anch’io per tre a zero. Nella terza partita Gianluca De Vita si scontra con Stefano Riva; come nei precedenti match chiude velocemente i primi due parziali mentre l’ultimo se lo porta a casa ai vantaggi. Sul tre a zero per noi gioco nuovamente io contro Francesco Esposito: vince il mio esperto avversario tre a zero. Da parte mia rimane qualche rimpianto perchè il risultato poteva essere diverso, o meno pesante, se solo avessi giocato in modo costante per tutta la partita. Gli ultimi due incontri sono fra Giuseppe Lepori e Stefano Riva, Luca De Vita e Luigi Congiu; entrambi finiscono tre a zero e ci regalano finalmente una vittoria meritata e cercata dopo due pareggi che ci sono andati francamente un po’ stretti”.

Giordano Sini
Giordano Sini

SERIE D1 GIRONE B: ALGHERO, SPORTING LANUSEI B E SUELLI SENZA UNA GRINZA

Le battistrada continuano ad essere tre e a punteggio pieno. Quella dell’Alghero è una rotonda vittoria ai danni dell’Oristano Rosso. Tra i vincitori era presente anche Salvatore Motzo: “Emanuele Marras, Sebastiano Urrai e Marco Marino nulla hanno potuto contro gli alfieri della squadra catalana, Gianpiero Occhioni, Salvatore Christian Mulas e Salvatore Motzo, autori di un ottimo incontro parzialmente viziato, ad onor del vero, dalle defezioni dell’ultima ora tra gli oristanesi, orfani nell’occasione degli ottimi Mario Littarru e Tore Coghe. Il primo incontro ha visto prevalere Occhioni 3-0 sul bravo e simpatico Urrai, in grado di portare ai vantaggi in due sets il più quotato avversario. Nella seconda partita il volenteroso ed inesperto Marino nulla ha potuto contro la vecchia volpe Motzo, soccombendo 3-0 ma mostrando comunque ottimi colpi. Il terzo incontro ha visto opposti Marras e Mulas. Colpi spettacolari da entrambe le parti e partita vinta 3-1 dall’ottimo Mulas, dimostratosi ancora una volta solido, cinico e concreto come mai in passato e vero valore aggiunto della formazione algherese. La facile vittoria in tre sets di Occhioni contro Marino ha portato sul 4-0 la compagine algherese. Mulas, autore di un rotondo 3-0 su Urrai e Motzo, vittorioso per 3-1 in una partita per nulla scontata contro Marras, hanno infine legittimato l’affermazione degli Algheresi sui portacolori dell’Oristano Rosso. Miglior giocatore dell’incontro Mulas”.

Mulas, Occhioni e Motzo dell'Alghero
Mulas, Occhioni e Motzo dell’Alghero

Rotonda anche la vittoria dello Sporting Lanusei (B) sulla Libertas Sassari. “Partita che ha rispettato i pronostici della vigilia – dice l’ogliastrino Carlo Piroddi – che non sono mai scontati. Buone prestazioni di tutta la squadra che lascia alla compagine sassarese soli 3 set, dimostrando un ottimo approccio alla partita ed un buon livello di gioco. Due punti di Maurizio Cuboni sul rientrante Salvatore Biosa e su Stefano Idini. Due punti di Fabrizio Licciardi su Biosa e Pier Luigi Scudino ed infine due punti miei su Idini e Scudino. Appuntamento alla prossima settimana con lo scontro al vertice, contro gli amici del Suelli, anche loro imbattuti”.

Maurizio Cuboni
Maurizio Cuboni

Ma la compagine trexentina ha già avuto un incontro ravvicinato con l’altra protagonista lanuseina, battendola per 4 a 2. “Il Suelli è una grande squadra – chiarisce subito Andrea Floris dello Sporting Lanusei A – specialmente l’attaccante Marco Verminetti, una pedina importante per la loro squadra che al 98% si aggiudica i due punti ogni partita. È stato un incontro duro per noi: il mio compagno Emanuele De Vita, pur avendo un’impostazione di gioco eccellente, risente della prolungata assenza dai campi, durata sette anni e quindi non ha ancora la carica e l’esperienza giusta per affrontare al meglio ogni incontro. Ma diamo tempo al tempo: lo spirito migliore per affrontare questo sport è non solo entrare in campo concentrati, ma combattere sino alla fine. Poi che si vinca o si perda l’importante è divertirsi perché e uno sport ricco di emozioni”. Per il Top Suelli sono andati a segno anche Salvatore Garau e Efisio Riccardo Sirigu.

Andrea Floris
Andrea Floris

Grande prova del Neoneli che con un perentorio 6 a 0 sconfigge il Ping Pong Monterosello Sassari e porta a casa i primi due punti di questo campionato. “La cronaca della partita – argomenta il neonelese Agostino Campanello – segnala due assenze importanti per entrambe le squadre. La nostra deve fare a meno di Alessandro Faedda, mentre il Monterosello fa i conti con l’assenza di Samuel Paganotto. Il Neoneli parte forte con il suo capitano Campanello all’esordio stagionale che con un combattuto 3 a 0 batte Costantino Luca Pilo. La seconda partita vede in campo Ignazio Piras che batte Gianni Palmas. Terzo incontro tra il nuovo acquisto della formazione di casa, Gianni Pintus, e Piero Aru: tirato ma portato a casa dal barigadese. Scende in campo nuovamente Campanello che batte Palmas per 3 a 0. Le ultime due sfide della serata vedono prevalere i miei compagni Pintus e Piras rispettivamente su Pilo e Aru. Questa è stata una vittoria importante visto anche il valore della squadra sassarese che, al completo, può mettere in difficoltà chiunque. Da segnalare, per la nostra squadra, il rapido ambientamento del nuovo arrivato Gianni Pintus che dopo otto anni di inattività sta cominciando a dare segnali sulle sue capacità messe in mostra anche nel recente torneo regionale di quinta categoria a Norbello. Primi due punti anche per il mio compagno Piras, responsabilizzato forse anche dall’assenza di Ale Faedda, riesce per la prima volta da quando milita in D1 a fare bottino pieno”.

a sx Stefano Conconi con Gianni Pintus e il presidente Carrucciu
a sx Stefano Conconi con Gianni Pintus e il presidente Carrucciu

SERIE D2 GIRONE A: FUGA PER DUE

 

Il tandem Santa Tecla Rossa e Alghero vivacizza questa prima parte del campionato. La compagine anglonese va a vincere sul terreno del Tennistavolo Olbia. Pier Paolo Melis racconta l’insuccesso della sua squadra: “Cade Stefano Corda sotto i colpi di Massimo Posadinu (3-1) e di Stefano Conconi, fresco di podio al torneo di Norbello e cede i suoi due punti anche Antonio Trubbas, abbastanza positivo nel primo incontro opposto a Conconi (3-1) e, nel secondo, (in ballottaggio fino all’ultimo con Capitan Rossi) purtroppo mai in partita contro Marcello Bianco che ha vinto 3 a 0 nell’incontro che poteva portare al pareggio; Gli unici due punti, strappati con i denti a Bianco 3 a 2 (dopo esser stato in svantaggio 2-0) e a Posadinu (sempre 3-2) li porta Pier Paolo Melis che dopo un inizio opaco, recupera in concentrazione e vince”.

Una fase di gioco tra Tennis Tavolo Olbia e Santa Tecla Nulvi Rossa
Una fase di gioco tra Tennis Tavolo Olbia e Santa Tecla Nulvi Rossa

Nessun problema per l’Alghero nel battere le piccole speranze del Santa Tecla Blu. Realizzano due punti a testa Giuseppe Mancino, Salvatore Serra e Antonio Spissu.

La Marpin 2007 è riuscita ad imporsi abbastanza agevolmente sul campo della Libertas Ping Pong Monterosello per 5 a 1. Partita esaminata da Marcello Adriano Pinna: “I padroni di casa sono scesi in campo con un quartetto rosa di giovani promesse al quale al giorno d’oggi manca ancora di sufficiente esperienza. Nello specifico ho vinto senza troppa fatica entrambi gli incontri per 3 a 0, prima su Giulia Carta e poi su Chiara Scudino (subentrata a Francesca Ganau). Stesso epilogo per il mio compagno di squadra Sergio Pinna che riesce ad avere la meglio su Francesca Ganau e su Martina Bonomo. Il sassarese della Marpin 2007, Daniele Floris, nel suo primo incontro, vince con qualche piccolo problema contro Martina Bonomo per 3 a 1. Poi nella seconda partita, dopo un avvio poco convincente, prosegue senza mai trovare la giusta determinazione. E si fa rifilare un secco 3 a 0 dall’alfiere della Libertas Giulia Carta che, con buona lucidità, si limita a portare i colpi d’attacco con continuità senza mai forzare eccessivamente. Già dal prossimo match – altro derby – l’impresa sarà ben più ardua. Buon tennistavolo a tutti”.

Marcello Adriano Pinna (Foto Gianluca Piu)
Marcello Adriano Pinna (Foto Gianluca Piu)

Un altro stop delle “Speranze” Olbia, che sabato pomeriggio vengono sconfitti 4 a 2 da una Libertas Sassari rinnovata rispetto alla gara precedente. “Sempre buona la prestazione di Marco Dessì – rileva Pier Paolo Melis – che ottiene gli unici due punti per gli olbiesi; buone pure le prove di Michele Falconi che porta Luca Poddighe al 5° set, anche il più piccolo del gruppo Matteo Fois, mette in mostra dei buoni colpi contro Guido Spano e Fiammetta Spera”.

SERIE D2 GIRONE C: PRIMO SPRINT CON I DERBY

Il campionato comincia subito con due derby in famiglia. Nel primo, giocato in casa San Orione Rosmarino Carbonia, a prevalere è la squadra A.

“La partita era sentita in quanto – argomenta il sulcitano Angelo Serri – vi era una formazione con i favori del pronostico, avendo militato in D1. Mentre l’altra doveva dimostrare di non essere da meno e giocava senza nulla da perdere. La prima sfida è stata una battaglia tra Vito Moccia e Luciano Macrì: parecchi scambi veloci, aperture e punti vincenti. Bravo Luciano a tenera a bada un Vito aggressivo, con block spinti e variazioni di gioco in taglio che hanno destabilizzato le sicurezze dell’avversario portandolo alla resa. Di seguito siamo scesi in campo io e Pietro Pili: gara tesa perché dovevo recuperare il punto di svantaggio e riportare quindi la squadra favorita sulla parità. Sono partito male, tanti errori e un braccio tremolante mi ha portato a perdere il primo set, seppur con pochi punti di differenza. Negli altri tre set ho trovato un po’ di continuità al servizio, riuscendo a ricavare il massimo da esso, spesse volte col punto diretto senza entrare nello scambio. Con un po’ di furbizia, conoscendo il mio avversario e compagno di allenamenti, ho sfruttato i punti deboli, portando a casa il risultato nonostante la poca spettacolarità del match. Segue contesa tra Marco Lai contro Kikko Bianciardi: è stato un match strano, forse Marco, partito un po’ alla leggera, ha consentito all’avversario di entrare subito in partita, cogliendo le occasioni per andare in vantaggio e destabilizzando Marco che ha recuperato nel secondo set. L’orgoglio ha permesso a Kikko di vincere un match importante nel quale partiva sfavorito nel pronostico. Sono sceso in campo di nuovo io contro Luciano Macrì: a differenza del primo, sono entrato molto più convinto e motivato. Nei primi due set ho dato quasi il meglio di me, giocando molto aggressivo e chiudendo i punti in maniera convincente e commettendo pochi errori. Nel terzo set ho sentito tensione, nonostante la fortuna fosse dalla mia. Spigoli e qualche retina di troppo, hanno consentito al mio avversario di farmi recuperare e superare. Nel quarto set, grazie a qualche errore di Luciano, sono riuscito a portare a casa la partita. Questo successo ha spianato la strada ai miei compagni che hanno ottenuto la vittoria finale: prima Moccia su Bianciardi e poi Lai su Pili”.

Angelo Serri
Angelo Serri

In quello giocato a Decimomannu, è la squadra Blu ad essere nettamente superiore su quella Rossa. “È stato un derby giocato all’insegna della cordialità e dell’amicizia – specifica il presidente Tomaso Fenu – anche se l’impegno non è mancato da parte di tutti i protagonisti. È emersa la netta superiorità della squadra Blu che schierava giocatori con tasso tecnico superiore. Maurizio Saiu, Riccardo Rossi e Daniele Pitzanti si sono imposti su avversari molto meno allenati di loro. Nel match che ho giocato contro Maurizio non c’è stata proprio storia, mentre quando ho affrontato Daniele, mi sono sorpreso perché ho vinto molto facilmente il primo set. Sono calato alla distanza: il mio avversario è stato consigliato molto bene da Maurizio ed ha preso le giuste contromisure. Ma da parte mia devo ammettere di aver sbagliato l’impossibile. Italo Fois non è ancora al meglio perché poco allenato, e anche lui parte bene e poi si arena e scende di intensità e di qualità del gioco. In prospettiva futura la squadra Rossa continuerà a divertirsi e a giocare aderendo ai principi decubertiani. Mentre il Decimomannu Blu è squadra che ambisce alla promozione in quanto trattasi di collettivo molto attrezzato per un traguardo che con questa vittoria ha ottenuto un primo tassello”.

Maurizio Saiu (Foto Tomaso Fenu)
Maurizio Saiu (Foto Tomaso Fenu)

SERIE D2 GIRONE D: DUE VITTORIE

Comincia bene il Tennistavolo Quartu che batte il Decimomannu Gialla per 4 a 2. È stato un incontro combattuto da ambo le parti – rimarca il decimese Fabio Ferrabue – con più convinzione ed un po’ di fortuna avremmo potuto strappare un pareggio, ma va bene così, ci rifaremo nelle partite seguenti. Tra i miei compagni Marco Podda ha giocato discretamente, ma soffre di un problema al polso che lo ha limitato nelle prestazioni. Aldo Franceschi poteva fare di più, come me del resto che ho vinto di un soffio. Ho visto degli avversari tonici che non ci hanno regalato nulla; dovremo migliorare sotto l’aspetto tecnico”. Per il team quartese i punti sono stati di Marco Atzeri (2) e Massimo Carta (2).

Marco Podda (Foto Tomaso Fenu)
Marco Podda (Foto Tomaso Fenu)

Nei derby tra Saette a prevalere è la squadra verde. Francesco Murtas descrive così l’andamento del match: “Nella palestra di via Mar Ligure, sede della Saetta di Quartu S.E., la prima giornata segnala la pesante sconfitta della Saetta Gialla ad opera dei rivali interni della Saetta Verde, sulla carta più accreditati. Nella Saetta Verde, seguita dall’attento sguardo di Gabriele Aresu, si evidenzia un ottimo Simone Sebis, che si conferma essere l’avversario più ostico, in continua crescita, battendo per 3-0 entrambi gli avversari. Anche Alessio Picciau si difende bene, pur cedendo qualche set a Francesco Contu e Francesco Dessì, freschi esordienti di campionato e praticanti da breve tempo il tennistavolo. Molto bene Nicola Carboni, anche lui esordiente e giovane promessa della società, che cede solo con Francesco Murtas, ex compagno di squadra di Simone Sebis nella scorsa stagione. La partita si è svolta con grande rispetto reciproco da parte di tutti gli atleti, compagni abituali di allenamento, in un clima di sana tensione agonistica. Grande plauso alla Società, che sta svolgendo un grandissimo lavoro, sia con il settore giovanile che con il settore amatori”.

a sx Francesco Murtas sfida Nicola Carboni
a sx Francesco Murtas sfida Nicola Carboni

SERIE D2 GIRONE E: TUTTO DA SARRABUSLANDIA

Tra Muraverone e Muravertwo il risultato finale è a senso unico. Per l’analisi ci pensa Simone Boi, un gradito ritorno nel pianeta tennistavolo: “Nella partita d’esordio è subito derby. Sono contento di essere di nuovo protagonista nelle competizioni a squadre dove ho ritrovato, a distanza di qualche anno, il solito gradevole ambiente. La partita in realtà non ha riservato molte emozioni e il 6 – 0 finale dimostra quanto fosse netto il divario tra le due squadre. Però voglio sottolineare le due ottime prove di Federico Mascia, che giocava tra i miei “avversari”. I due set strappati a Giulia Zucca e Sara Congiu fanno emergere lo spirito combattivo che spesso lo contraddistingue. Ora testa alla prossima gara dove stiamo già pensando ad ipotecare il primo posto del girone”.

Simone Boi, Sara Congiu e Giulia Zucca (Foto Luciano Saiu)
Simone Boi, Sara Congiu e Giulia Zucca (Foto Luciano Saiu)

Il Muraverthree si impone sulla Muraverese: “Speravamo di vincere – chiosa Antonio Agostinelli ma Maurizio Tocchetti, giocatore di esperienza, riesce a vincere entrambe le partite. Incomincia Francesco Marotta al suo esordio nei tornei ma nulla può contro il più esperto Gavino Mela. Poi Marco Cocco perde 3a 2 contro Tocchetti ma per poco, ai vantaggi. Quando è il mio turno, supero facile per 3 a 0 Luciano Mascia. Poi perdo dopo aver rimontato due se contro lo stesso Tocchetti. Speravamo nella vittoria di Francesco per pareggiare ma avanti di pochi punti, non riesce a superare il Mascia. Ci stiamo allenando fiduciosi per i prossimi incontri”.

Marco Cocco (Foto Gianluca Piu)
Marco Cocco (Foto Gianluca Piu)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: