Cronache Pongistiche Sardegna del 28 ottobre 2015

A NORBELLO GRANDE AFFLUENZA DI ISCRITTI PER IL QUINTA CATEGORIA. VINCONO ZUCCATO E MURA

Essere attivi al centro della Sardegna porta i suoi vantaggi. Dopo l’exploit di sette mesi fa il Tennistavolo Norbello si ripete in questa sessione autunnale dei 5^ categoria maschili e femminili: ottanta atleti di diciannove società si sono riversati nella palestra del piccolo borgo del Guilcer. Un successo di numeri legittimato dal largo consenso da parte dei partecipanti. Lo stesso Simone Carrucciu, presidente del sodalizio padrone di casa, non manca di congratularsi con tutti i pongisti giunti da tutta l’isola: “È per merito loro che il movimento, nonostante le difficoltà, riesce ad andare avanti. Per tutti noi sono state delle ore trascorse in totale amicizia e con l’agonismo che l’ha fatta comunque da padrone. Ringrazio tutti i partecipanti per la stima concordataci e una menzione particolare va al mio “valletto” Alessio Picciau de la Saetta Quartu che mi ha assistito con tanta simpatia al rito delle premiazioni”.

Tanta gente presente a Norbello per i quinta categoria
Tanta gente presente a Norbello per i quinta categoria

I risultati consacrano due talenti in continua ascesa: tra i maschi trionfa Andrea Zuccato del Monserrato che in finale ha ragione del sassarese Marcello Cilloco (Libertas Sassari). Una conferma arriva nel femminile con Michela Mura che si rimette subito in carreggiata dopo una stagione ferma ai box.

Il presidente Simone Carrucciu e il suo aiutante Alessio Picciau de La Saetta
Il presidente Simone Carrucciu e il suo aiutante Alessio Picciau de La Saetta

PER ANDREA ZUCCATO NON È STATA UNA FACILE FORMALITÀ

Diciotto gironi hanno caratterizzato la prima intricatissima fase del torneo maschile. Un vanto maggiore per Andrea Zuccato che ha superato una concorrenza decisamente agguerrita. È lo stesso leader masese che racconta la sua domenica bestiale: “Sono felicissimo di aver vinto questo torneo anche perchè è stato un gran torneo con tanti iscritti in un palazzetto in cui si gioca davvero bene; inoltre erano presenti quasi tutti i migliori quinta del momento.

Il podio dei quinta maschili
Il podio dei quinta maschili

Tutte le partite sono state difficili ma in particolare le più grosse difficoltà le ho incontrare nel girone contro Andrea Franceschi (Tennistavolo Norbello) con cui ho vinto al quinto 11-9. E ancor di più in semifinale contro Gianni Pintus (TT Neoneli): perdevo prima 1-0 poi 2-1 ma sono riuscito poi a vincere al quinto set, giocando molto bene e riuscendo a tirare forte col dritto. In finale incontro il forte Marcello Cilloco che però, forse un po’ per la stanchezza, cede 3 a 0 lottando comunque in ogni set. Un ringraziamento speciale va sicuramente al capitano della mia squadra di D1 Marco Sanna, Eleonora Trudu, Silvia Deligia, Lorenzo Piras e Pio Piras che mi hanno sostenuto per tutto il torneo facendo un gran tifo e tenendomi calmo nei momenti più complicati”.

Andrea Zuccato (Foto Gianluca Piu)
Andrea Zuccato (Foto Gianluca Piu)

Di seguito l’opinione del secondo arrivato Marcello Cilloco: “Sono molto soddisfatto del risultato. Nonostante nel girone abbia perso una partita con Christian Mulas (Alghero) e sia passato nel tabellone come secondo: infatti successivamente sono riuscito a superare in ordine Mario Littarru (TT Oristano), Mario Marchi (Guilcer Ghilarza), Antonello Ledda (Tennistavolo Norbello). Poi nei quarti Emanuele Marras(TT Oristano) ed in semifinale Stefano Conconi (Santa Tecla Nulvi) che ha battuto la testa di serie n.1 Efisio Pisano (Il Cancello Alghero). Non c’è stato niente da fare in finale contro un ottimo Andrea Zuccato che ha meritato senza dubbio di vincere il torneo dai tantissimi iscritti”.

Tra i primi otto nel tabellone compaiono anche i nomi di Giancarlo Pili (ITC Fermi Iglesias), e Matteo Pala (La Saetta).

Marcello Cilloco (Foto Gianluca Piu)
Marcello Cilloco (Foto Gianluca Piu)

PIÙ SEMPLICE L’ASCESA AL PRIMATO DI MICHELA MURA

Dieci concorrenti si presentano a Norbello per movimentare la competizione femminile. La spunta Michela Mura de La Saetta Quartu che dopo la prima fase composta da tre gironi, supera prima Lorena Ferciug (Santa Tecla Nulvi) e in finale la sua compagna di scuderia, nonché sorella Alessandra Mura. Sul podio più piccolo sale anche Rossana Ferciug, ironia della sorte, sorella e compagna di Lorena. Tra le eliminate nell’eliminazione diretta figurano anche la lanuseina Eleonora Piras e Maria Egle Fanni (TT Oristano).

Michela Mura (Foto Luciano Saiu)
Michela Mura (Foto Luciano Saiu)

Mura ha cominciato cinque anni fa, sotto l’ala protettiva di Mattia Contu che l’aveva vista a scuola e ne era rimasto profondamente colpito. E infatti l’ha seguita fino alla scorsa stagione, migliorandone gradualmente il tasso tecnico. Attualmente è monitorata da Christian Ferro e Gabriele Aresu che tra l’altro curano la parte tecnica di tutto il settore giovanile de La Saetta. E proprio Christian Ferro descrive le qualità della sua atleta: “Quello che ci è piaciuto constatare è come sia andata sicura del fatto suo verso la vittoria finale. L’unico piccolo ostacolo, come lei stessa ha ammesso a fine gara, l’ha incontrato nella sfida finale contro la sorella Alessandra. Non ci rimane che attendere sue conferme dai prossimi tornei riservati ai quarta femminili. Il suo gioco è impostato soprattutto sul top spin, tecnica un po’ strana da vedere nelle atlete in gonnellino, ma che interpreta molto bene; e poi possiede un servizio dirompente. È molto motivata e sa dove vuole arrivare”. La compagine saettina sta investendo molto sui giovani e fa in modo di partecipare dignitosamente anche al prossimo campionato di serie C femminile.

Il podio dei quinta femminili
Il podio dei quinta femminili

“Anche Alessandra Mura, che ha cominciato dopo la sorella, sta crescendo parecchio, ora ha più fiducia ed entra in campo con maggiore consapevolezza – dice Christian Ferro – e già dal torneo di Nulvi ha fatto vedere grandi cose”. Oltre alle sorelle Mura la squadra annovererà un’altra quartese doc arrivata nel team da appena sei mesi e che si chiama Simona Cabras. “Con lei ci sarà molto da lavorare ma l’approccio è ben augurante – conclude Ferro – e siamo molto ottimisti sul buon andamento del campionato anche se per noi sarà un esordio assoluto. Come sodalizio siamo molto soddisfatti in quanto a Norbello ci siamo presentati con 15 tesserati, di cui sette sono delle new entry”.

 

IL MEMORIAL ROBERTO ARTICOLO AL CINESE ZENG

Venti partecipanti hanno caratterizzato il torneo assoluto organizzato dalla Marcozzi Cagliari per ricordare Roberto Articolo, indimenticato presidente del Quattro Mori Cagliari. La competizione, aperta anche al gentil sesso, ha visto il coinvolgimento complessivo di dieci club sardi. Profeti in patria si sono rivelati gli atleti del sodalizio di via Crespellani che hanno occupato i primi due gradini del podio. Vince l’orientale Guozhao Zeng della Marcozzi che in sei partite disputate concede un solo set al masese Mattia Contu (Libertas Sassari), sconfitto in semifinale. Nell’incontro precedente si era imposto sul suo compagno di scuderia Gabriele Melis. Nella gara decisiva lo straniero della formazione marcozziana di A2 maschile si impone sul suo compagno di squadra Alessandro Pizzi che commenta così il suo secondo posto: “Mi sento abbastanza in forma grazie ai duri allenamenti che il coach Stefano Curcio ci propone ogni giorno. L’impatto con la Marcozzi lo reputo molto positivo sia in campionato, sia nel rapporto di amicizia che si sta creando. Il livello del torneo non era alto, ho fatto quello che dovevo fare. Potevo giocarla di più con Zeng nonostante sia più bravo di me. Spero che si continui su questa strada e adesso bisogna pensare al campionato che è molto importante sia per me che per la società. Detto questo forza Marcozzi”. Pizzi ha eliminato Marco Sarigu (Marcozzi) e Riccardo Lisci (Guspini). Tra i primi otto Marcello Porcu (Muraverese) e la pongista nigeriana dei Quattro Mori Rashidt Ogundele.

Il marcozziano Alessandro Pizzi in un momento di relax
Il marcozziano Alessandro Pizzi in un momento di relax

A MURAVERA SETTE SPERANZE SI ESERCITANO CON TECNICO REGIONALE E SPARRING

La Palestra di viale Rinascita ha ospitato il secondo stage regionale dell’annata 2015 – 16. Sotto la direzione del tecnico regionale Stefano Curcio e la preziosa collaborazione di Massimo Ferrero, Christian Ferro e Nicola Pisanu sono stati osservati attentamente i sette convocati. Nel centro sarrabese erano infatti presenti le padrone di casa Sara Congiu, Giulia Zucca, Serena Anedda (AD Muravera TT), il compagno Federico Mascia e il concittadino Marco Cocco (Muraverese). Tra le ragazze anche Michela Mura (La Saetta Quartu) e Rossana Ferciug (Santa Tecla Nulvi). “È stato uno stage molto utile – ha rimarcato Stefano Curcio – durante il quale ho notato che alcune ragazze sono migliorate parecchio, Sara e Rossana su tutti. Le società stanno lavorando bene e questo non può che farmi piacere”.

I protagonisti dello stage giovanile a Muravera (Foto Luciano Saiu)
I protagonisti dello stage giovanile a Muravera (Foto Luciano Saiu)

IL PUNTO SULLA SERIE A

La Marcozzi prosegue con il piede giusto il campionato di serie A1 maschile. Dopo aver costretto al pari i campioni d’Italia uscenti del Cus Torino, la formazione coordinata dal sempre più sorprendente tecnico Alessandro Poma, si scopre corsara andando ad infliggere una pesante sconfitta al Mugnano Stet. Il risultato di 0-4 porta la firma di Stefano Tomasi (2), Alessandro Di Marino e Maurizio Massarelli. Ora il sodalizio di Mulinu Becciu si trova al secondo posto in classifica, distante un solo punto dall’Apuania Carrara che conduce a punteggio pieno. Venerdì nuovo impegno casalingo: riceverà la visita del Cral Comune Roma (Palatennistavolo h. 19,00). E proprio la formazione capitolina ha dato il secondo dispiacere consecutivo al Tennistavolo Norbello che sta risentendo più del dovuto dell’infortunio di Massimiliano Mondello e dell’assenza di Daniele Sabatino. Tra le note meno amare la prima vittoria del nuovo arrivo Artem Panchenko che però non si ripete contro il vice campione italiano Paolino Bisi. Rimane a secco il veterano Maxim Kuznetsov.

Sabato prossimo alle 18.30 nuovo appuntamento stagionale con la partita doppia nell’impianto norbellese di via Azuni. I maschi cercheranno di muovere la classifica contro il forte Castel Goffredo. Ma le attenzioni saranno riservate soprattutto alla compagine femminile che ha racimolato tre punti in trasferta nelle prime due uscite di campionato. La prima vittoria stagionale risale a sabato scorso in quel di Novara con la ucraina Anna Farlandaska e l’italo – cinese Jian Wei che raccolgono due vittorie a testa. Sabato il trio gialo blu composto anche da Irina Bàghina riceve ugualmente il Castel Goffredo che guida la classifica in tandem con la scudettata Cortemaggiore.

Ottiene un altro pari casalingo lo Zeus Quartu che neutralizza le offensive della Bagnolese grazie ai due successi personali della greca Laoura Nikoulae e al punto di Elisa Trotti. Sabato prossimo Il team del patron Gianfranco Cancedda sarà ospite del Parma, ancora a zero punti.

CONVOCAZIONE ROSSI E OYEBODE

 

Ci sono anche i due marcozziani Carlo Rossi e Johnny Oyebode tra i tredici convocati allo stage della nazionale italiana giovanile previsto al centro di preparazione olimpica di Formia dal primo al tre novembre. Si affilano le armi in vista dell’importante ITTF J&C Open di Ungheria che si terrà a Szombathley dal quattro all’otto novembre. Nella città laziale gli azzurrini saranno seguiti dai tecnici Valentino Piacentini, Antonio Gigliotti e Lorenzo Nannoni.

 

I COMMENTI DEI RECUPERI NEI CAMPIONATI REGIONALI

A Monserrato si sono recuperate le due gare di C2 e D1 che non si poterono disputare a causa della mancanza della corrente elettrica nell’impianto scolastico di via Argentina.

Una fase di gioco tra Monserrato - La Saetta
Una fase di gioco tra Monserrato – La Saetta

Con i due punti ottenuti ieri La Saetta Quartu raggiunge a punteggio pieno il duo Fermi Iglesias – Marcozzi Cagliari nel campionato di serie C2. Tra gli sconfitti non perde la sua carica di humour il siliquese Marco Saiu: “Davanti ad una spettacolare cornice di pubblico, tra cui l’entusiasta presidente dalla federazione sarda Simone Carrucciu, si è svolto ieri sera l’incontro di recupero della prima giornata di campionato. Nel palatennistavolo paluese le due squadre si sono date battaglia senza esclusione di colpi. Noi eravamo tutt’altro che favoriti, e l’assenza di Fabrizio Carta (alla presa con problemi influenzali) ci rendeva ancora meno sicuri. Dall’altra parte La Saetta faceva giocare da titolari Davide Pusceddu, Gianpaolo Manca e Matteo Pala, oltre a circa una decina di loro compagni di squadra: è nota infatti la panchina lunga della saetta. Pronti via Davide batte un Alberto Puzzoni un po’ troppo frettoloso, che dopo aver dimostrato nel primo set di poter dominare, si scarica e soccombe 3 a 1 davanti al gioco costante di Davide. Io rimetto in piedi l’incontro battendo il buon Gianpaolo che temo sempre per via delle gomme puntinate. A questo punto il nostro “panchinaro di lusso” Sergio Puzzoni perde contro Matteo Pala dandogli parecchio filo da torcere. Sul 2 a 1 per noi io purtroppo vengo battuto da Davide che naturalmente meritava di vincere l’incontro, anche se non sarebbe stato uno scandalo avessi vinto io che sul 2 a 1 ho avuto uno sprecatissimo match point. Sul 3 a 1 Alberto vince facile contro Matteo Pala ma a Sergio non riesce il miracolo di battere Gian Paolo. Complimenti alla Saetta che con la formazione titolare può ambire a ben altre prestazioni. Peccato per noi che siamo nelle zone basse e si prospetta un anno molto duro”.

Marco Saiu (Foto Gianluca Piu)
Marco Saiu (Foto Gianluca Piu)

Segue il commento dalla parte dei vincitori di Christian Ferro: “Giocare di martedì è stato un po’ strano. Abbiamo schierato una formazione quasi completa, manca Mario Bistrussu che sta recuperando da un infortunio ma è venuto ugualmente a seguire il match in panchina. Vincere è stato più complicato di quello che pensavamo, perché Davide Pusceddu, un po’ impaurito, ha sofferto parecchio Alberto Puzzoni e ha faticato anche sui servizi di Marco Saiu. Però è stato bravo nel portare a casa i due punti, dimostrando di essere tra i migliori giocatori della categoria. I due diversamente giovani delle due compagini hanno dato vita ad una bella partita e alla fine si è imposto il nostro Giampaolo Manca, regalandoci la seconda vittoria stagionale”.

Davide Pusceddu
Davide Pusceddu

Nel recupero della prima giornata di serie D1 girone A, a sorpresa, il Monserrato Rosso è riuscito a ottenere un importante pareggio contro il più quotato Monserrato Verde. Il commento del paluese Marco Sanna: “I “rossi“ si portavano subito in vantaggio per 2-0, con vittoria di Andrea Zuccato su Gianluca Devita (3-0) e Lorenzo Piras su Sini (3-1). I “verdi” reagivano immediatamente e, grazie ai due punti del forte Giuseppe Lepori su Marco Sanna e Zuccato (entrambi per 3-0), inframmezzati dal punto di De Vita sul giovane Piras, riuscivano a portarsi sul 3 a 2. A questo punto, nel sesto incontro, si trovavano di fronte Sanna e Giordano Sini per la sfida decisiva. Il favorito Sini, dopo aver perso il primo set, vinceva agevolmente i due successivi set, e nel quarto set, quando sembrava avviato alla vittoria “facile” (vinceva 7-4), subiva l’inaspettata rimonta dell’esperto avversario che riusciva a vincere ai vantaggi per 15-13. Il quinto e decisivo set vedeva il trionfo di Sanna e, pur con un tentativo finale di rimonta di Sini, terminava 11-7. Per i “rossi” un altro punto importante in chiave salvezza, che si aggiunge ai due già ottenuti contro la Saetta. Per i “verdi” rimangono intatte le possibilità di lottare per il primo posto, soprattutto se sapranno recuperare la giusta concentrazione nei momenti decisivi”.

Marco Sanna (Foto Gianluca Piu)
Marco Sanna (Foto Gianluca Piu)

Sabato e domenica prossimi saranno di nuovo in campo tutte le squadre che partecipano ai campionati nazionali di serie B e C. Le imitano anche le protagoniste dei campionati regionali di C2, D1 e D2. In questa categoria esordiranno anche i gironi C, D, E.

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: