Cronache Pongistiche Sardegna del 23 settembre 2015

TURISPORT 2015: LA FITET SARDEGNA CREDE NELLA SINERGIA CON I SINGOLI CLUB ISOLANI

Sarà la solita overdose di adrenalina pura da condividere con la scuola, la famiglia e gli amici. Per l’edizione del 2015 il Turisport incrementa le giornate a disposizione del pubblico di appassionati che potrà varcare i cancelli della Fiera Internazionale della Sardegna di Cagliari a partire da venerdì 2 ottobre e fino alla sera di domenica 4 ottobre 2015. Come ormai accade ininterrottamente dal 2010 le federazioni sportive aderenti, sempre più numerose, approfitteranno dell’evento voluto e patrocinato dal CONI Sardegna per organizzare esibizioni e coinvolgere attivamente il pubblico in quello che è stato ribattezzato il Salone dello Sport per via delle interminabili attrazioni caratterizzanti la tre giorni.

Un'esibizione di tennistavolo durante il Turisport 2014
Un’esibizione di tennistavolo durante il Turisport 2014

Il Tennistavolo risponde “presente” anche in questa circostanza e lo fa volentieri perché da questa manifestazione ha sempre ricavato molta audience. Ci saranno come di consueto due tavoli a disposizione dei visitatori che potranno provare l’ebbrezza di una partitina in assoluta spensieratezza. Ma non mancheranno gli appuntamenti più solenni con le esibizioni di campioni della disciplina e rappresentative giovanili. Il presidente della Fitet Sardegna non vuole perdersi questa grande occasione e vorrebbe un maggiore coinvolgimento anche da parte delle singole società sarde. “In questi anni siamo riusciti a tenere vivissimo lo stand – dichiara Simone Carrucciu – e con tutta sincerità devo ammettere che la nostra presenza all’interno del padiglione fieristico è sempre stata gradita. Ma non ci accontentiamo, vorremmo proporci ad un pubblico sempre più vasto e di questo aspetto dovrebbero approfittarne i club, soprattutto quelli che devono fare meno fatica a raggiungere la Fiera, perché hanno una irripetibile opportunità di farsi conoscere e di sperare concretamente in un aumento dei propri tesserati. Dobbiamo far sapere al popolo sardo che la nostra è una disciplina a tutti gli effetti che da quasi 28 anni è diventata olimpica”.

Gli orari di apertura: da venerdì 4 ottobre a domenica 6 ottobre dalle 10 alle 20,00.

Un'esibizione di tennistavolo durante il Turisport 2014
Un’esibizione di tennistavolo durante il Turisport 2014

ALL’OPEN DI NULVI PROVE TECNICHE DI CAMPIONATI CON LE VITTORIE DI CARLO ROSSI E ANTONIO LEDDA

Con l’arrivo dell’autunno aumenta anche la tensione pre campionato. Domenica scorsa ancora l’Anglona ha agito da test misuratore dello stato di salute degli atleti tesserati in Sardegna che si cimenteranno in competizioni nazionali e regionali. Dopo il successo del macomerese Antonio Ledda (Tennistavolo Norbello) negli over 3001 di sabato, l’indomani il Palazzetto dello Sport di Nulvi ha accolto atleti di livello superiore che hanno dato spettacolo con la vittoria finale dell’asso azzurrino Carlo Rossi (Marcozzi Cagliari).

a sx il presidente del Santa Tecla Francesco Zentile con i suoi atleti (Foto Gianluca Piu)
a sx il presidente del Santa Tecla Francesco Zentile con i suoi atleti (Foto Gianluca Piu)

La società ospitante Santa Tecla ha saputo gestire egregiamente la doppia giornata ed è soddisfatta dal rendimento dei propri giocatori in vista dei primi impegni di squadra regionali. “Siamo rimasti meravigliati da ciò che ha fatto vedere il nostro tecnico giocatore rumeno Mihai Craiovenau – ha subito evidenziato il presidente Francesco Zentile – perché a dispetto delle impressioni iniziali ha fatto vedere delle belle cose sia in attacco, sia col block”. Ma il dirigente nulvese riserva buone parole anche nei confronti degli altri suoi gioiellini: “Roberto Caddeo è riuscito a battere per la prima volta il forte Samuel Paganotto (Ping pong Monterosello) e ha lottato sino all’ultima pallina con Briam Mele del Guilcer Ghilarza. Poi anche Francesco Ara acquisisce sempre più esperienza, penso che nel prossimo campionato di C2 ci siano buone possibilità di salvezza”. Infine un elogio alla piccola Rossana Ferciug: “Sta crescendo a vista d’occhio, può riservarci tante sorprese”.

TOP 3000

L’evento più importante del week end ha visto la partecipazione di venti atleti in rappresentanza di nove società. La Marcozzi Cagliari è giunta nel nord Sardegna con un dispiegamento di forze notevole, considerato che tra le prime sette teste di serie, sei appartenevano al blasonato sodalizio. Ma a sorprendere è sempre lui, il quartese della nazionale italiana Carlo Rossi che ha avuto la meglio anche su chi lo precedeva nei pronostici: il suo compagno di scuderia ma non di squadra (visto che giocherà in A1) Alessandro Di Marino. Prima di batterlo in cinque set, Carlo si è misurato con altri marcozziani: prima Marco Poma, superato in quattro frazioni e poi il suo “socio” in A2 maschile, Alessandro Pizzi, liquidato alla quinta partita. L’altro finalista ha invece marciato sul tabellone respingendo gli attacchi del sopraccitato Craioveanu (Santa Tecla) e quelli di Mattia Contu (Libertas Sassari). Tra coloro che sono approdati ai quarti di finale anche Stefano Curcio e Massimo Ferrero (Marcozzi).

Il Podio dei Top 3000 (Foto Cristian Mateiu)
Il Podio dei Top 3000 (Foto Cristian Mateiu)

“Ogni tanto mi piace confrontarmi con i miei compagni di squadra – ammette Carlo Rossi – perché è un modo per vedere se sono migliorato. A dirla con tutta sincerità a Nulvi non ho giocato per niente bene, ma anche gli altri mi è sembrato che non fossero al top. Contro Marco Poma non ho mai avuto problemi in partita, però rispetto a qualche mese fa lui è migliorato tantissimo e si vede. La gara con Alessandro Pizzi è stata molto equilibrata, sono riuscito a portarla a casa soprattutto con la tattica. Di Marino inizio a conoscerlo perché ci ho giocato tantissime volte; in un momento in cui nessuno dei due giocava bene sono bastati due punti di scarto a mio vantaggio per vincere. Salire sul podio in Sardegna o su scenari internazionali non fa alcuna differenza, anche opposto ai miei compagni di squadra ho solo un unico obiettivo: vincere. L’organizzazione della società Santa Tecla è senz’altro buonissima, la palestra è all’altezza, tutto è stato perfetto. Ho cominciato l’anno scolastico in una nuova scuola, presso il liceo sportivo del convitto di Pirri. Mi basterebbe chiuderlo con una promozione. Ma con le assenze che faccio per via dell’attività con la nazionale non è per niente facile seguire le materie, ma darò il meglio di me per reggere il passo”.

Carlo Rossi (Foto Cristian Mateiu)
Carlo Rossi (Foto Cristian Mateiu)

OVER 3001

Il Torneo Open era cominciato sabato con 27 atleti provenienti da undici società, di cui quattro ragazze che figuravano come teste di serie. Anche in questo caso il pronostico è stato sovvertito con la favorita Silvia Deligia (Quattro Mori Cagliari), che ha dovuto inchinarsi per la prima volta nella sua carriera ad Aurora Piras della Muraverese. La forte atleta sarrabese si è però arresa in finale ad Antonio Ledda del Tennistavolo Norbello che partiva come testa di serie n. 6. Il giocatore del Marghine, per la prima volta nella sua carriera, vince un torneo Fitet, ma ci era andato vicino almeno altre tre volte nel 1999, nel 2000 e nel 2007. Sono però freschissimi i suoi podi al 4° Torneo Internazionale Veterani di Bosa nel doppio maschile over 40 in coppia col nigeriano Gbenga Kayode e il secondo posto nel doppio Misto over 50 assieme alla forte giocatrice irlandese Teresa Devaney.

Il podio degli over 3001
Il podio degli over 3001

Prima di battere Aurora Piras, Ledda ha avuto la meglio su Carlo Maulu (TT Oristano), Roberto Caddeo (Santa Tecla) e Piergiorgio Mura (TT Oristano). Aurora ha invece superato Lorenzo Piras (Monserrato), Deligia, Andrea Zuccato (TT Monserrato).

“Per diversi motivi tutte e sette le gare disputate all’Open sono state impegnative – ammette Antonio Ledda – ma due in particolar modo. Sicuramente la finale con la bravissima Aurora Piras della Muraverese, alla fine della quale ero stremato, considerato anche che avevo solamente due allenamenti nelle gambe. È stata una partita un po’ strana, in competizioni ufficiali era la prima volta che mi capitava di affrontare una ragazza, peraltro di diverse categorie superiore alla mia. La seconda è quella più tirata, ovvero il quarto di finale con Roberto Caddeo di Nulvi, che ho portato a casa dopo cinque set.

Quali sono state le tue armi vincenti?

Sono molto contento, perché a due anni dal mio rientro all’attività agonistica, mi sembra di aver ritrovato la sicurezza del gioco di rovescio con la puntinata lunga che lo scorso campionato latitava e probabilmente è anche normale, considerato che durante i 6 anni di inattività sono cambiate diverse cose, specialmente per quel che riguarda i materiali di gioco.

Antonio Ledda vincitore a Nulvi (Foto Gianluca Piu)
Antonio Ledda vincitore a Nulvi (Foto Gianluca Piu)

Cosa ti attendi da questa stagione?

Di mettere a frutto quanto fatto la scorsa stagione. Questo bel risultato spero sia di buon auspicio per il prossimo campionato, poiché quello scorso, visto com’è andato a finire con la fallita promozione, ci ha lasciato tutti con l’amaro in bocca.

Un giudizio sull’organizzazione di Nulvi?

Buona, come sempre. Complimenti alla dirigenza. Questa società ormai è divenuta una piazza importante del tennistavolo sardo. Fa sempre piacere venire a giocare da queste parti, specialmente ora che è stata sistemata la strada. Ora aspettiamo con trepidazione la composizione dei gironi di D2 e poi ci tuffiamo nel prossimo torneo di 5^ categoria del 25 Ottobre che giocherò “in casa” a Norbello.

CONVOCAZIONE IN GERMANIA PER CARLO ROSSI E JOHNNY OYEBODE

Johnny Oyebode (Foto Tomaso Fenu)
Johnny Oyebode (Foto Tomaso Fenu)

I due atleti marcozziani prenderanno parte ad uno stage di preparazione fisica e tecnica ad Ochsenhausen, nel Land tedesco di Baden – Wurttemberg. Con loro ci sarà il tecnico della nazionale Valentino Piacentini. Partiranno da Este (Padova) il 4 ottobre con il pulmino federale. Il ritorno a casa è previsto per il 9 ottobre.

Maxim Kuznetsov sarà di scena a Terni (Foto Tomaso Fenu)
Maxim Kuznetsov sarà di scena a Terni (Foto Tomaso Fenu)

Intanto il prossimo fine settimana i due atleti, assieme ai loro compagni Massarelli, Di Marino e Pizzi saranno impegnati nel Torneo predeterminato “Nero” a Terni. Con loro anche il pongista del Tennistavolo Norbello Maxim Kuznetsov.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: