Cronache Pongistiche Sardegna del 23 dicembre 2015

Cronache Pongistiche Sardegna del 23 dicembre 2015

IL PUNTO SULLA SERIE A: MARCOZZI STELLARE

PAREGGI IN TRASFERTA PER LE DUE DI NORBELLO

Pensavano alla salvezza, trovarono il comando. Ancora increduli, ma consci delle loro potenzialità, Stefano Tomasi, Alessandro Di Marino e Maurizio Massarelli si lasciano crogiolare da un’ebbrezza che la società di via Crespellani non viveva da tanto tempo. Venerdì scorso hanno “fatto fuori” anche l’Apuania Carrara guadagnando la cima, assieme al Castel Goffredo. Non deve passare inosservato il ruolo del tecnico Sandro Poma, alla sua prima esperienza con la massima serie, ma dalle impostazioni ben oliate in anni di “gavetta” che per chi lo conosce bene, sono state ricche di soddisfazioni. L’aspirazione della squadra era di arrivare a quota dodici per non retrocedere: dopo tre vittorie consecutive ottengono la doppia cifra. Nel giorno della Befana, a Castel Goffredo, le preoccupazioni saranno di tutt’altra pasta: c’è in palio il titolo di Campione di inverno e, solo in secondo piano, l’ottenimento della permanenza in A1 con larghissimo anticipo.

Sandro Poma in panca con Massarelli e Di Marino (Foto Marcello Trois)
Sandro Poma in panca con Massarelli e Di Marino (Foto Marcello Trois)

Sorride anche il Tennistavolo Norbello che muove finalmente la classifica: la squadra scende in campo per la prima volta con tutti e tre i titolari. Ai soliti Kuznetsov e Panchenko si aggiunge Daniele Sabatino che a San Nicola La Strada porta serenità ai compagni, ma non punti. A quelli ci pensano i due russi che si spartiscono il bottino del pareggio. Anche per loro l’Epifania sarà cruciale: ospiteranno il TT Torino in una sfida che potrebbe rappresentare una rampa di lancio.

Nella A1 femminile pareggio a Parma per il Tennistavolo Norbello che viene trascinato dalla sempre verde Wei Jian, autrice di due vittorie. Va a segno anche l’ucraina Farladanska che però si arrende ad una sorprendente Colantoni. La zona play off viene conservata, anzi le giallo blù agganciano la Bagnolese in terza posizione.

Nulla da fare per il Tennistavolo Zeus contro la prima della classe e neo scudettata Cortemaggiore. Il team guidato da Gianfranco Cancedda era composto da sole italiane con Manuela Daniele, Elisa Trotti e Sara Montalbano. La classifica resta tranquilla.

SECONDO TORNEO GIOVANILE: LA MURAVERESE SU TUTTI

Trentasette atleti per sette società. Numeri in ribasso rispetto alle affluenze di inizio anno solare per il torneo giovanile organizzato dalla società Muraverese. Gli addetti ai lavori si augurano che sia solo l’effetto pre natalizio ad aver scoraggiato una più ampia partecipazione. Ma il dibattito è già stato aperto affinché le società sarde si diano maggiormente da fare per rinvigorire i vivai.

Intanto la società ospitante presieduta da Gianluca Mattana incamera tre successi sui sette in palio. Vincono infatti Marco Cocco (Ragazzi Maschile), Eleonora Piras (Allievi femminile) e Michele Buccoli (Juiniores Maschile). Salgono sul podio più alto anche Rossana Ferciug del Santa Tecla Nulvi (Giovanissimi femminile), Matteo Fois (Tennis Tavolo Olbia); Sara Congiu del Muravera TT (Ragazzi femminile), e il marcozziano Marco Poma (Allievi maschile).

GIOVANISSIMI FEMMINILE

Girone unico per cinque partecipanti. Rossana Ferciug dall’Anglona sbaraglia tutte le avversarie concedendo un solo set alla sassarese Martina Bonomo (Libertas Ping Pong Monterosello), che si piazza al secondo posto, precedendo la sua compagna di scuderia Francesca Ganau. Più dietro ancora un’altra turritana, Chiara Scudino e Alessandra Stori (MuraveraTT).

Podio Giovanissimi femminile (Foto Luciano Saiu)
Podio Giovanissimi femminile (Foto Luciano Saiu)

GIOVANISSIMI MASCHILE

Grande entusiasmo in Gallura per il primo successo personale dell’olbiese Matteo Fois che si aggiudica il girone all’italiana composto da altri quattro avversari. Le vince tutte senza cedere neanche un set. Nella classifica finale precede Antonio Salvatore Murgia e Davide Pio Sini del Santa Tecla Nulvi. Quarto posto per il sarrabese del Muravera TT Michele Macis e quinto di Mario Latte del Santa Tecla Nulvi.

Podio Giovanissimi maschile (Foto Luciano Saiu)
Podio Giovanissimi maschile (Foto Luciano Saiu)

RAGAZZI FEMMINILE

Anche in questo caso c’è la mattatrice di turno. Si chiama Sara Congiu e milita nel Muravera TT. Ottiene cinque vittorie su cinque, ma soffre contro la sua compagna Giulia Zucca a cui rimonta due set di svantaggio. Le restanti sono gare molto più semplici che vince tutte per 3-0. Giulia si deve accontentare della piazza d’onore e l’en plein delle ragazze allenate da Francesca Saiu si concretizza con Serena Anedda che fa suo il podio più piccolo. Quarta posizione per Michela Mura (La Saetta). Completano la classifica Rita Franzo’ (Muravera TT) ed Elisa Camedda (Muraverese).

Sara Congiu prima nella categoria Ragazzi femminile (Foto Luciano Saiu)
Sara Congiu prima nella categoria Ragazzi femminile (Foto Luciano Saiu)

RAGAZZI MASCHILE

Una sola partita che si identifica nel derby tra le due società sarrabesi. Marco Cocco della Muraverese si impone per 3-1 su Federico Mascia del Muravera TT.

Marco Cocco (Foto Luciano Saiu)
Marco Cocco (Foto Luciano Saiu)

ALLIEVI FEMMINILE

La disputa più appassionante con la solita lotta a tre in famiglia Muraverese. Alla fine Aurora Piras vince per migliore classifica avulsa nei confronti di Alice Mattana e Letizia Pili: tutte e tre hanno chiuso il girone a sei con quattro vittorie e una sconfitta. Terminano a pari punti anche le altre tre partecipanti, con Giulia Carta (Libertas Ping Pong Monterosello) che fa meglio di Lorena Ferciug (Santa Tecla Nulvi) e di Alessandra Mura (La Saetta Quartu).

Il podio degli allievi femminili (Foto Luciano Saiu)
Il podio degli allievi femminili (Foto Luciano Saiu)

ALLIEVI MASCHILE

Non c’è storia neanche qui, con il marcozziano Marco Poma che raccoglie solo vittorie e lascia un solo set all’unico avversario che avrebbe potuto dargli noie: il suo compagno di squadra Edoardo Loi. Nicola Carboni de La Saetta si colloca alle spalle dei due protagonisti,facendo meglio di Emanuele Loddo (Marcozzi), Nicola Macis (Muravera TT) e Andrea Demurtas (La Saetta).

Marco Poma primo neigli allievi maschili (Foto Luciano Saiu)
Marco Poma primo neigli allievi maschili (Foto Luciano Saiu)

JUNIORES MASCHILE

È il girone più popoloso composto da sette giocatori suddivisi in due gironi. Nel primo il muraverese Michele Buccoli è nettamente superiore ad Andrea Perna e Matteo Lorrai (La Saetta)

Nell’altro Stefano Macis concretizza la sua egemonia con vittorie ugualmente nette nei confronti di Francesco Ara (Santa Tecla Nulvi), Alessio Picciau (La Saetta) e Alessandro Mercenaro (La Saetta).

La seconda fase ad eliminazione diretta conferma il buon stato di forma di Buccoli che in semifinale supera Ara e si aggiudica la competizione liquidando Macis in quattro set. Nel podio più piccolo assieme al giocatore nulvese, anche Perna.

Il podio juniores maschile (Foto Luciano Saiu)
Il podio juniores maschile (Foto Luciano Saiu)

QUARTA FEMMINILE: ALICE MATTANA VINCE TRA LE SUE MURA

Un altro successo per il clan sarrabese color celeste che arriva con Alice Mattana nei Quarta femminili, disputati in contemporanea con il torneo giovanile. Dopo aver vinto il suo girone, Alice ha dovuto impegnarsi fino in fondo per superare l’ostilità di una Giulia Zucca (Muravera TT) che le aveva recuperato due set di vantaggio. Più semplice la finalissima che l’ha vista opporsi a Michela Mura de La Saetta, superata in tre set. Al terzo posto le due compagne di squadra Giulia Zucca e Sara Congiu. Ai quarti sono giunte anche Letizia Pili (Muraverese) e Alessandra Mura (La Saetta).

Alice Mattana vince i Quarta femminili (Foto Luciano Saiu)
Alice Mattana vince i Quarta femminili (Foto Luciano Saiu)

CAMPIONATO VETERANI: GRANDE FESTA DI SPORT A NORBELLO

Dopo il primo round disputato nella Palestra di via Azuni gli umori sono positivi per una formula che prevede un tutti contro tutti in incontri di sola andata. Nel Guilcer non si presenta la Fintes, ma le altre nove partecipanti rispondono all’appello con grande entusiasmo. Dopo le prime tre giornate un tandem guida la classifica: Fermi Iglesias e Tennis Tavolo Monserrato. Dietro di loro l’Oristano Verde con quattro punti. Prossimo appuntamento a Oristano il 5 marzo 2016.

Tanto divertimento nelle prime tre giornate dei veterani (Foto Gianluca Piu)
Tanto divertimento nelle prime tre giornate dei veterani (Foto Gianluca Piu)

Di seguito i commenti di alcuni protagonisti:

Bruno Pinna (Itc Enrico Fermi Iglesias): Dopo la sconfitta in campionato di C2 che ci ha relegato al secondo posto, il Fermi Iglesias, o meglio, le tigri del Sulcis avevano voglia di rivalsa. Così è stato: nonostante l’assenza di Giovanni Siddu rientriamo ad Iglesias con tre vittorie nette al seguito. Abbiamo incontrato due squadre di Oristano (Giallo e Porpora): entrambi formazioni che schieravano in campo giocatori con una classifica regionale inferiore alla nostra. Nonostante questo la Porpora ha evidenziato grande determinazione e in alcuni scambi ha dimostrato di giocare un buon tennistavolo.

Bruno Pinna (Foto Gianluca Piu)
Bruno Pinna (Foto Gianluca Piu)

Bene anche l’Oristano Giallo: anche se composta da amatori, la squadra ha mostrato una grande passione per questo sport e credo si siano divertiti nonostante stessero incontrando giocatori più esperti. Contro il Quartu, invece, la partita era decisamente tirata: la sconfitta del mio compagno Giancarlo Pili al primo incontro con Francesco Esposito mi costringe a giocare nella seconda partita con estrema attenzione col sempre bravo Luigi Congiu che però non riesce ad arginare i miei attacchi di dritto e, sopratutto di rovescio. Vinco con un punteggio rotondo (3 a 0) ma non rende onore al buon livello del mio avversario. Nel doppio riusciamo a vincere bene contro Stefano Riva/Carta, giocatori esperti ma non ben collaudati quanto io e Giancarlo. Nella quarta partita affronto Stefano Riva che mi mette molto in difficoltà con i servizi e con block rapidi sul tavolo. Nei punti decisivi però cede qualche punto di troppo e riesco a vincere la partita e l’incontro. Bella manifestazione sportiva, ci simo divertiti e il clima era quello di sempre: agonismo, allegria e correttezza hanno segnato questa bella giornata di sport”.

Giancarlo Pili e Bruno PInna primi in classifica con l'ITC Fermi Iglesias (Foto Gianluca Piu)
Giancarlo Pili e Bruno PInna primi in classifica con l’ITC Fermi Iglesias (Foto Gianluca Piu)

Adolfo Simbula (TT Oristano): “Come al solito la formula Coubillon del campionato Veterani regala divertimento a tutti i partecipanti non fosse altro che al momento è l’unica manifestazione ufficiale in cui è previsto il doppio. Dal punto di vista tecnico l’Oristano Verde chiude imbattuto il primo concentramento di Norbello battendo agevolmente i cugini dell’Oristano Giallo e il Decimomannu dopo aver saltato il primo incontro per l’assenza della FinTes Cagliari.

Littarru e Marras dell'Oristano Verde (Foto Gianluca Piu)
Littarru e Marras dell’Oristano Verde (Foto Gianluca Piu)

Emanuele Marras, Mario Littarru e Sebastiano Urrai cercheranno quindi di conquistare uno dei quattro posti disponibili per i play off conclusivi nei prossimi due concentramenti. Per l’Oristano Porpora di Adolfo Simula, Carlo Maulu e Pierpaolo Cubadde, dopo il pessimo inizio con Decimomannu, la situazione migliora leggermente con la vittoria nel derby con l’Oristano Giallo e la più che dignitosa prestazione contro Iglesias che è sicuramente favoritissima per la vittoria finale.

Adolfo Simbula (Foto Gianluca Piu)
Adolfo Simbula (Foto Gianluca Piu)
Cubadde e Maulu dell'Oristano Porpora
Cubadde e Maulu dell’Oristano Porpora

Infine resta a secco di punti l’Oristano Giallo di Daniele Vacca, Marco Marino e Paolo Domenici che comunque fa un’utile e preziosa esperienza nei due derby e nella partita d’esordio contro Iglesias”.

Il trio dell'Oristano Giallo (Foto Gianluca Piu)
Il trio dell’Oristano Giallo (Foto Gianluca Piu)

Stefano Riva (Tennistavolo Quartu): “Gli incontri da noi disputati sono andati tra alti e bassi. Il primo contro la compagine del Tennistavolo Norbello, dove l’unico a fare un punto é stato Antonello Ledda su Riva. Una partita combattuta vinta 3/2 per il portacolori norbellese. Scontati gli altri risultati dei suoi compagni che poco possono sui forti Congiu nel singolo e Italo Pintor/Massimo Carta nel doppio. Finisce 3/1 per il Quartu.

Stefano Riva (Foto Gianluca Piu)
Stefano Riva (Foto Gianluca Piu)

Poi affrontiamo gli intramontabili Pili e Pinna dell’Iglesias che incamerano una vittoria per 3/1. Mattatore Bruno Pinna in vena di colpi poderosi da ragazzino. Unico punto per i quartesi portato dal ritrovato Franco Esposito che incontro dopo incontro sta riacquistando dimestichezza con il suo classico gioco fatto di difese ed attacchi repentini.

Infine giochiamo contro la formazione del Monserrato composta da due volpi come Luca De Vita e Giuseppe Lepori. È stata una partita più combattuta con due punti nel singolo di De Vita e uno sempre nel singolo da parte di Lepori. Per il Quartu buona prova di Carta che in doppio con Esposito porta a casa un punto che fa sperare la squadra in un miracolo. Vanificata dalla non convincente prova di Riva, troppo nervoso per poter contendere la vittoria ad un De Vita attento e impeccabile. Vedremo nei prossimi due concentramenti il valore dei quartese”.

Luigi Congiu del TT Quartu (Foto Gianluca Piu)
Luigi Congiu del TT Quartu (Foto Gianluca Piu)

Alberto Cualbu (Tennistavolo Norbello): “Nuova esperienza per la nostra società con l’intrigante formato del campionato veterani ad unico girone con ben 10 squadre di 8 società. I nostri alfieri paralimpici, con il rinforzo del buon Antonello Ledda dalla D2, formano la rosa della squadra guidata e seguita dal mister Tore Scotto. Esordiamo contro i nostri neo gemellati del TT Quartu e da buona tradizione si assiste ad un incontro molto incerto e combattuto. Nonostante il 3-1 finale. Il nostro mister decide di applicare una turnazione dei nostri quattro moschettieri, semplice ed efficace: due giocatori faranno i singoli e i restanti il doppio. Con il Monserrato le parti si invertiranno.

Le compagini gemellate di Norbello e Quartu (Foto Gianluca Piu)
Le compagini gemellate di Norbello e Quartu (Foto Gianluca Piu)

Con il Quartu parte Antonello Ledda opposto a Stefano Riva: conferma i miglioramenti riscontrati nell’ultimo incontro-scontro al vertice con i cugini dell’Oristano Nero nel suo campionato di D2 e riesce a sconfiggere al quinto set il buon Riva. Dopo i primi due set in equilibrio, vinti uno per parte,(6-11 e 11-4), va avanti Riva vincendo il terzo set per 11-7. Ma è nel quarto che si decide il match, nel quale prevale Antonello per 13-11. Infatti si passa dalla possibile vittoria di Riva per 3-1 al pareggio per 2 a 2 ed il contraccolpo subito porta Antonello a vincere facilmente il quinto set per 11-5. Il secondo incontro vede opposti il nostro Franco Sanna a Luigi Congiu: quasi senza storia vinto 3-0 da Congiu con parziali 11-6, 11-4 e 11-3. È il momento del doppio: entrano in campo Mauro “Maccu meda” Mereu e Michele “Autist Arst” Bandinu, opposti a Italo Pintor e Massimo Carta. L’incontro finisce con un altro 3-0 per i quartesi, ma risulta un po’ più combattuto del precedente, almeno nel secondo set dove prevalgono 12 a 10. Gli altri parziali sono un doppio 11-6. Nel terzo singolo si affrontano Antonio Ledda e Congiu L., anche questo risulta incerto e combattuto fino al quinto set. il primo parziale viene vinto da Congiu per 14 a 12, anche nel secondo prevale Congiu per 11 a 8. Dal terzo set inizia una bella e meritata rimonta di Ledda con parziali di 11 a 8 e 11 a 6. Nel quinto e decisivo set si gioca punto per punto, con fasi alterne di errori e prodezze da una parte e dall’altra. Alla fine prevale Luigi Congiu 11 a 9 con un pizzico di freddezza ed esperienza in più rispetto ad Antonio (noto Antonello) Ledda. Peccato perché il macomerese avrebbe meritato la doppia vittoria per lui e per dar modo al suo compagno di singoli Franco di scendere nuovamente in campo: vince quindi Quartu 3-1.

Michele Bandinu del Norbello (Foto Gianluca Piu)
Michele Bandinu del Norbello (Foto Gianluca Piu)

Poi incontriamo i vincitori dello scorso campionato e favoriti per il bis in questa stagione: il TT. Monserrato. Noi schieriamo nei singoli Mauro Mereu e Michele Giuseppe Bandinu e nel doppio Antonello Ledda e Franco Sanna. Loro il cuoco naif Giuseppe Lepori e Gianluca De Vita sia per i singoli, sia per il doppio. Iniziano De Vita opposto a Bandinu, sia questo incontro, sia l’intera partita hanno poca storia e poche incertezze. I parziali sono a favore di De Vita 11-7, 11-6 e 11-2 per il 3-0 finale. Il secondo incontro vede di fronte Giuseppe Lepori e Mauro Mereu, storia ancora più breve con un 3-0 per Lepori con i parziali di 11-4,11-5 e 11-6. Si chiude con il doppio De Vita-Lepori contro Ledda-Sanna: ancora meno incerto dei due singoli precedenti. Si inizia con un doppio 11-3 e si conclude con un 11-6, un 3 a 0 che rispecchia l’intero incontro finito 3 a 0 per Monserrato con un triplo 3-0! Speriamo in una sterzata positiva in toto nel 2° concentramento di Oristano. Colgo l’occasione x porgere a tutto il movimento pongistico sardo un augurio di buone feste, di un sereno Natale e di un 2016 ricco di soddisfazioni sportive e non”.

Alberto Cualbu e Doni Carrucciu (Foto Gianluca Piu)
Alberto Cualbu e Doni Carrucciu (Foto Gianluca Piu)

Antonello Ledda (Tennistavolo Norbello): “Abbiamo disputato solo due delle tre gare in programma, poiché la Fintes non si è presentata. Nel primo incontro che ci ha visto sfidare il T.T. Quartu, ho disputato la prima partita contro Stefano Riva.

Coach Scotto e Mereu del Tennistavolo Norbello (Foto Gianluca Piu)
Coach Scotto e Mereu del Tennistavolo Norbello (Foto Gianluca Piu)

Dopo cinque set, dove ho dovuto sempre rincorrere, sono riuscito a spuntarla alla bella, conquistando il primo punto per la mia squadra. Durante i primi due set ho sofferto tantissimo i servizi del mio avversario, ma tenendo i nervi saldi e facendo tesoro dei preziosi consigli di Tore dalla panca, ho rovesciato a mio favore l’esito della gara.

Antonello Ledda e Tore Scotto (Foto Gianluca Piu)
Antonello Ledda e Tore Scotto (Foto Gianluca Piu)

Sul risultato di 2-1 per Quartu, ho avuto la possibilità di pareggiare la gara, affrontando Luigi Congiu. Sono andato vicinissimo alla vittoria finale e, nonostante abbia perso i primi due set, sono riuscito a raddrizzare la partita, afferrando il pareggio e con la concreta possibilità di vincere il quinto e decisivo set. Purtroppo, nonostante stessi conducendo per 9-4 e pregustassi la seconda vittoria, ho avuto un calo di concentrazione e il mio avversario è riuscito a superarmi 11-9. Complimenti a lui e ai suoi compagni.

Nel secondo incontro abbiamo affrontato il Monserrato, sceso in campo con solo due giocatori, ovvero Giuseppe Lepori e Gianluca De Vita.

Per questa gara il coach mi ha fatto disputare il doppio in coppia con Franco Sanna.

Da subito abbiamo palesato grosse difficoltà, rese ancora più evidenti dall’affiatamento della coppia avversaria e dal fatto di non avere mai fatto nemmeno un set di prova con Franco. Il risultato di 3-0 con appena 12 punti racimolati in tre set, riassume la partita e consegna al Monserrato la vittoria della gara”.

Il duo Fenu - Pitzanti del Decimomannu (Foto Gianluca Piu)
Il duo Fenu – Pitzanti del Decimomannu (Foto Gianluca Piu)

Tra le partecipanti al campionato anche il Decimomannu che ha ottenuto un successo sull’Oristano Porpora schierando Daniele Pitzanti, Maurizio Saiu e il Doppio Tomaso Fenu – Pitzanti. Ma il team campidanese si è dovuto arrendere al Neoneli che si è presentato nel Guilcer con il duo Gianni Pintus e Ignazio Piras.

Sfida nel doppio tra Neoneli e Monserrato (Foto Gianluca Piu)
Sfida nel doppio tra Neoneli e Monserrato (Foto Gianluca Piu)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: