Cronache Pongistiche Sardegna del 2 novembre 2016

CARLO ROSSI FRUTTIFERO ANCHE IN CINA

Mietere sempre è la parola d’ordine di Carlo Rossi: dalla Sardegna sta diffondendo con successo i valori che questo sport gli ha trasmesso negli anni. È tornato dal World Cadet Challenge di Shangai in compagnia di tre bronzi, conquistati a squadre con la selezione Europa (composta anche da Vladimir Sidorenko, Maciej Kolodziejczyk, Csaba Andras), nel doppio maschile (con il magiaro Andras) e in quello femminile, coadiuvato dall’australiana Danni-Elle Townsed. Altro passaggio importante per il suo perfezionamento tecnico – tattico nella nazione in cui era già stato per uno stage esente da gare ufficiali.

Movimento plastico di Carlo Rossi (Foto ITTF)
Movimento plastico di Carlo Rossi (Foto ITTF)

Per i prossimi appuntamenti internazionali si dovrà attendere l’arrivo del 2017. Però dal 14 al 24 novembre sarà impegnato a Ochsenausen (Germania) per un periodo di allenamento inserito nel progetto di alto livello della Fitet.

Che aria si respirava a Shangai?

All’interno del centro sportivo si vedeva che da parte nostra c’era molta voglia di fare, ma mi aspettavo un’atmosfera del genere.

Impressioni sul bronzo a squadre?

Potevamo battere la Cina nel girone. Sul 2 – 2 Kolodziejczyk aveva buone possibilità di avere la meglio su Yin Tianyue, avversario che ho superato pure io nel singolo. L’ideale sarebbe stato affrontare l’Asia in finale anziché in semi, ma a parte tutto abbiamo disputato una buona sfida alla pari, non abbiamo molto di cui rimproverarci.

Carlo Rossi e Danni Elle Townnsed (Foto ITTF)
Carlo Rossi e Danni Elle Townnsed (Foto ITTF)

Sensazioni sul bronzo nel doppio misto?

A livello personale posso essere soddisfatto perché l’accoppiamento era a sorteggio e poteva capitarmi di tutto. Con l’australiana sono riuscito a salire sul podio, risultato che non è mai da buttare.

E nel doppio maschile?

Come nel misto, anche il doppio maschile era una gara a cui non davo molta importanza, ma ripeto, una medaglia è sempre una medaglia.

Differenze con le recenti prestazioni praghesi?

Sono state due competizioni molto vicine. L’aspetto più importante che sto cercando di cambiare è sul come impormi davanti alle difficoltà, all’atteggiamento in partita e a quello in allenamento. Ogni giorno ho questo come obiettivo primario. Penso sia ancora presto per poter dire che sia cambiato qualcosa.

Carlo Rossi e Csaba Andras (Foto ITTF)
Carlo Rossi e Csaba Andras (Foto ITTF)

L’impatto con i tuoi compagni di selezione come è stato?

Li conosco molto bene da tempo. Purtroppo lo svedese Moregart, che avrebbe giocato da numero 2 della squadra, non è potuto venire causa infortunio. Con lui secondo me avremmo potuto vincere la competizione. Comunque ho a che fare con compagni molto forti e soprattutto con tanta voglia in corpo di migliorare.

TORNEO GIOVANILE MURAVERA: LA NOVITÀ ARRIVA DALLO SPORTING LANUSEI

Poco meno di cinquanta atleti in nome di una dozzina di società hanno varcato la soglia dell’impianto sito in viale Rinascita, a Muravera. Qualcosina in più rispetto all’appuntamento precedente di fine estate. Si può fare ancora di meglio.

Otto podi in palio con le società locali che hanno ottenuto più del 50% dei successi. In casa Ad Muravera TT vittorie di Alessandra Stori (Giovanissimi Femminile), Serena Anedda (Ragazzi Femminile), Federico Mascia (Ragazzi Maschile). Sul fronte Muraverese TT gioisce Alice Mattana (Juniores Femminili).

Ma il primo posto di Elia Licciardi (Giovanissimi Maschile) dello Sporting Lanusei rende grande merito ad una società periferica del panorama pongistico isolano. In Ogliastra e in provincia di Nuoro si stenta a far decollare la disciplina: si spera che con l’aiuto e il lavoro della società presieduta da Maurizio Cuboni si riesca a catturare nuovi adepti.

Michela Mura de La Saetta Quartu è prima negli Allievi Femminile, Andrea Perna del TT Quartu è leader negli Juniores Maschile. Infine onori anche a Marco Poma della Marcozzi Cagliari che vince negli Allievi Maschile.

GIOVANISSIMI MASCHILE

Guspini (5 iscritti) e Sporting Lanusei (3), fanno la differenza tra gli undici partecipanti. L’ogliastrino Elia Licciardi rispetta i pronostici della vigilia vincendo tutte le gare del girone. Lo imitano i due virgulti del Medio Campidano Manuel Broccia e Davide Scanu. Alla resa dei conti Broccia supera in semi il suo compagno Scanu, mentre Licciardi vince la sfida in famiglia con Emanuele Cuboni. Molto intensa la finalissima che si decide al quinto set in favore del lanuseino che così fa gioire tutti i tifosi al seguito.

Il podio Giovanissimi Maschile (Foto Luciano Saiu)
Il podio Giovanissimi Maschile (Foto Luciano Saiu)

GIOVANISSIMI FEMMINILE

Sfida a tre puramente sarrabese con Alessandra Stori del Muravera TT che non ha problemi ad imporsi prima sulla compagna Francesca Seu e poi sulla fanciulla della Muraverese Maila Melis.

Podio Giovanissimi Femminile (Foto Luciano Saiu)
Podio Giovanissimi Femminile (Foto Luciano Saiu)

RAGAZZI MASCHILE

Per i quattro iscritti viene riservato un girone unico. Lo scafato locale Federico Mascia lascia un solo set a Matteo Fois (Tennistavolo Olbia) che si piazza alle sue spalle e poi non concede nulla al compagno Lorenzo Pilia e al saettino Luca Molia che si piazza al terzo posto.

Il podio Ragazzi maschile (Foto Luciano Saiu)
Il podio Ragazzi maschile (Foto Luciano Saiu)

RAGAZZI FEMMINILE

Anche in questo caso si opta per il tutte contro tutte e con otto iscritte c’è di che divertirsi. E non manca il colpo di scena perché Serena Anedda precede la sua favorita compagna Giulia Zucca che batte in tre set. Le due pongiste del Muravera TT lasciano il vuoto sia in classifica, sia nei punteggi, abbastanza netti. Dietro le due leader si classificano Beatrice Mozzi (Azzurra Cagliari) e Rossana Ferciug (Quattro Mori Cagliari).

Podio ragazzi femminile (Foto Luciano Saiu)
Podio ragazzi femminile (Foto Luciano Saiu)

ALLIEVI MASCHILE

Sempre appassionante il duello in casa Marcozzi tra Marco Poma ed Edoardo Loi, dove solitamente il vincitore si aggiudica anche il torneo. E anche in questo caso la sfida iniziale che ha contrassegnato il girone unico composto da cinque atleti (uno si è ritirato), ha visto prevalere Poma al quinto set nei confronti del cagliaritano – decimese. Fa quel che può Francesco Broccia del Guspini che costringe al quinto Loi ma poi si arrende e si accontenta della terza piazza. Ancora più indietro Nicola Macis (Muravera) e Marco Cocco (Muraverese).

Marco Poma più in alto negli Allievi maschile (Foto Luciano Saiu)
Marco Poma più in alto negli Allievi maschile (Foto Luciano Saiu)

ALLIEVI FEMMINILE

Il podio Allievi Femminile (Foto Luciano Saiu)
Il podio Allievi Femminile (Foto Luciano Saiu)

Tre partecipanti di cui due che si rendono sempre protagoniste di sfide piacevoli. Michela Mura (La Saetta) bissa il successo settembrino prevalendo in tre set tiratissimi su Sara Congiu che praticamente li perde col minimo scarto. Terzo posto per Lorena Ferciug del Santa Tecla Nulvi.

JUNIORES MASCHILE

Si assiste ad un’altra coinvolgente battaglia tra otto giocatori. La lotta per il primato è però una questione riservata a due atleti della stessa scuderia, seguiti dal tecnico Franco Esposito. Andrea Perna del TT Quartu ha così la meglio con sette successi su sette gare disputate, in cui deve sudare le proverbiali sette camicie solo nei confronti del suo compagno Andrea Franceschi che soccombe al quinto set. Sul podio salgono i due ex compagni di club del vincitore: Matteo Lorrai e Alessandro Mercenaro de La Saetta Quartu.

Entusiasmo tra i protagonisti dello Juniores Maschile (Foto Luciano Saiu)
Entusiasmo tra i protagonisti dello Juniores Maschile (Foto Luciano Saiu)

JUNIORES FEMMINILE

Tenzone a tre con Alice Mattana della Muraverese che vince sia nei confronti della compagna Letizia Pili, sia nei confronti di Giulia Carta della Libertas Ping Pong Monterosello che si piazza al terzo posto.

Podio juniores femminili (Foto Luciano Saiu)
Podio juniores femminili (Foto Luciano Saiu)

LA PRIMA VOLTA DI MARTINA BONOMO NEI 5^ CATEGORIA

Un’altra bella notizia arriva dai Quinta Femminil, che con i Quarta femminili si alternano in contemporanea ai tornei giovanili. Tra le nove atlete iscritte spicca la sassarese Martina Bonomo della Libertas Ping Pong Monterosello che mette a frutto ciò che di buono le sta trasmettendo il tecnico romeno Aurelian Postole. La giovane pongista turritana (classe 2005) vince inizialmente il suo girone a punteggio pieno.

Martina Bonomo (Foto Luciano Saiu)
Martina Bonomo (Foto Luciano Saiu)

Nei quarti supera Alessandra Stori (Muravera TT) e in semi Beatrice Mozzi dell’Azzurra Cagliari. Nel match che vale il podio più alto non si fa intimorire dall’esperienza consolidata della veterana Delia Sanna del Saturnia Cagliari che alla fine riesce a superare, arginando con meticolosità tutte le insidie di una sfida comunque molto combattuta. La Sanna ha ottenuto l’accesso alla finale superando la sua compagna di scuderia Silvana Santagati.

Martina Bonomo prima nei Quinta femminili (Foto Luciano Saiu)
Martina Bonomo prima nei Quinta femminili (Foto Luciano Saiu)

EFFICACE STAGE GIOVANILE A QUARTU S. ELENA

Continua l’attività rivolta allo sviluppo armonico e sistematico del settore giovanile isolano. Sabato scorso nella Palestra di via Vespucci a Quartu S. Elena si è tenuto lo stage pensato per i più piccoli, nati nel 2006, 2007, 2008, 2009, in previsione del prossimo trofeo Teverino Ping Pong Kids nel 2017.

Sono state contattate le società che stanno portando avanti progetti con i più piccini e quasi tutte hanno risposto alla convocazione.

Sei i tavoli messi a disposizione dal TT Quartu, la società che gestisce l’impianto.

La coordinatrice del secondo appuntamento stagionale con il progetto giovani è stata Francesca Saiu, coadiuvata dagli sparring Francesco Lai, Alberto Mattana, Nicola Pisanu. Presente anche il consigliere regionale in quota tecnici Riccardo Lisci ricoprente il ruolo di responsabile dell’attività giovanile in Sardegna e che si confronterà continuativamente con il futuro tecnico regionale.

Manuel Broccia (Foto Luciano Saiu)
Manuel Broccia (Foto Luciano Saiu)

“Considerata la giovane età dei partecipanti, ha spiegato Francesca Saiu – abbiamo evitato di effettuare un lavoro pesante, imperniando la serata sui fondamentali, come i colpi base e anche qualche passo. Il lavoro svolto è stato apprezzabile, ho visto nei partecipanti tanto entusiasmo; chi più chi meno ha svolto con profitto la mole di esercizi proposti, ma globalmente abbiamo ravvisato parecchi miglioramenti rispetto all’ultima volta che ci eravamo raffrontati con loro”.

I partecipanti allo stage di Quartu: Eva Mattana, Rebecca Madrau, Daniel Melis, Alberto Piras, Samuele Camboni (Muraverese), Francesca Seu, Alessandra Stori, Nicolò Pilia (Muravera), Christian Liscia, Lorenzo Onnis, Manuel Broccia, Davide Scanu, Luca Broccia (TT Guspini), Elia Licciardi, Emanuele Cuboni (Sporting Lanusei).

STEFANO MACIS MATTATORE NEI 3^ E 4^ DI NORBELLO

La posizione strategica nel bel mezzo dell’isola garantisce un flusso costante sia dal capo di sopra, sia dal capo di sotto. Anche questa volta i dirigenti del Tennistavolo Norbello possono rimanere più che soddisfatti dall’organizzazione del i tornei riservati ai 3^ e ai 4^ categoria maschili e femminili. Nella serata di domenica c’è stato un autentico mattatore. Si chiama Stefano Macis e milita nel Muravera TT. Il suo splendido stato di forma, complice anche l’ottimo lavoro che il suo tecnico Francesca Saiu sta implementando con regolarità in palestra, gli ha consentito di prevalere in entrambe le manifestazioni maschili. Tra le ladies primi posti per Silvia Deligia (Quattro Mori Cagliari) ed Eleonora Trudu (Monserrato TT) rispettivamente nei 3^ e nei 4^.

La finale dei 4^ femmili (Foto Gianluca Piu)
La finale dei 4^ femmili (Foto Gianluca Piu)

Assente il padrone di casa e presidente della Fitet Sardegna Simone Carrucciu, impegnato in Spagna con la ETTU Cup, è stato degnamente sostituito dal vice presidente Fitet Sardegna Gianluca Mattana e dal neo consigliere regionale Maurizio Muzzu che ben volentieri hanno dato una valida mano all’organizzazione.

TERZA MASCHILI: MACIS INDEMONIATO

Tra i sedici partecipanti, il vincitore partiva come testa di serie n. 6. Davanti a lui nomi altisonanti del panorama pongistico sardo quali Riccardo Lisci, Marco Poma, Edoardo Loi, Francesco Lai e il suo compagno di squadra Nicola Pisanu. Dopo una prima fase composta da tre gironi e in cui Macis ha la meglio su Loi (Marcozzi), Massimiliano Broccia (TT Guspini) e Roberto Caddeo (Santa Tecla Nulvi), si procede con l’eliminazione diretta. Il sorprendente atleta sarrabese comincia la cavalcata sbarazzandosi di Francesco Ara (Santa Tecla Nulvi), e poi con un secco 3-0 si impone anche sul forte Marco Poma della Marcozzi Cagliari. Lo attende nuovamente al varco per la sfida finale un Edoardo Loi che non può fare niente davanti ad una verve atletica sopra le righe. Sul podio più piccolo sale anche Marco Saiu (Monserrato), mentre tra i primi otto figurano Riccardo Lisci, Francesco Broccia(Guspini), Nicola Pisanu (Muravera TT).

Il podio dei 3^ maschili (Foto Gianluca Piu)
Il podio dei 3^ maschili (Foto Gianluca Piu)

TERZA FEMMINILI: IL RITORNO DI SILVIA DELIGIA

Una sfida a nove con fase iniziale di tre gironi dominati rispettivamente dalla vincitrice, Sara Congiu (Muravera TT) ed Eleonora Trudu (Monserrato TT).

Nel commento di Silvia Deligia dei Quattro Mori si entra nel vivo: “Questo è stato il mio primo torneo della stagione e sono davvero felice che l’esito sia stato positivo. Sono partita con un girone per nulla facile con Michela Mura (La Saetta Quartu) che oramai mi conosce bene e noto in lei continui miglioramenti. Non a caso ha prevalso su di me per 3-1. E Letizia Pili (Muraverese) che si allena spesso con me e di conseguenza mi conosce davvero bene. La sconfitta con Michela mi ha segnato psicologicamente perché non sono riuscita a sviluppare il mio gioco, però mi ha fatto tanto piacere vedere la giocatrice de La Saetta salire di livello: sono molto affezionata a lei.

Silvia Deligia (Foto Gianluca Piu)
Silvia Deligia (Foto Gianluca Piu)

La cosa fondamentale era non pensare più a questa sconfitta e rivolgermi alle gare successive. Passando come seconda del girone ho incontrato subito Eleonora Trudu (Monserrato) che batto per 3-1. In questa partita ho giocato davvero bene perché ho tradotto in realtà le mie intenzioni, aspettando la palla e aprendo il gioco tutte le volte in cui ne ho avuto la possibilità. In semifinale mi attende Sara Congiu (Muravera TT) che riesco a battere per 3-0. La partita in cui ho riscontrato maggiori difficoltà è stata quella con Aurora Piras (Muraverese). Ha regnato l’equilibrio e la tensione, parimenti alla stanchezza, era alta. Ma la voglia di fare risultato, la grinta e la determinazione hanno prevalso e sono riuscita a portarmi a casa, con un punteggio tirato, la finale e vincere. Ad ogni torneo mi rendo conto che la parte “giovanile” cresce in maniera smisurata, bisogna impegnarsi sempre di più, cosa che farò senza dubbio. Ora il mio unico obiettivo è giocare bene in campionato sia femminile, sia maschile e continuare così con gli allenamenti”.

Dietro le prime quattro anche Serena Anedda (Muravera TT).

Podio 3^ femminile (Foto Gianluca Piu)
Podio 3^ femminile (Foto Gianluca Piu)

QUARTA MASCHILI: RIECCO MACIS

Tra i 39 partecipanti il futuro vincitore ha più chances di vittoria perché figura come testa di serie n. 3. Ma davanti a lui c’è il suo compagno di serie B2 Nicola Pisanu che per sua fortuna incappa in una delle classiche giornate no. Ben otto gironi caratterizzano la prima fase, poi via al rush finale. Stefano si ritrova subito agli ottavi di finale dove vince la concorrenza di Francesco Ara (Santa Tecla Nulvi). Poi è superiore anche nei confronti di Andrea Zuccato (Monserrato). Si entra in zona medaglie con la vittoria su Marco Saiu (Monserrato). Finalissima molto combattuta contro il giocatore – consigliere Maurizio Muzzu (Il Cancello Alghero) che viene superato dopo quattro set, di cui due chiusi ai vantaggi e uno col minimo scarto. Sul podio anche Cesare Mozzi (Santa Tecla Nulvi). Nei primi otto figurano pure Carlo Orrù (TT Decimomannu) e Nazzaro Pusceddu (Tennistavolo Norbello).

Stefano Macis (Foto Gianluca Piu)
Stefano Macis (Foto Gianluca Piu)

“Entrambe le vittorie sono state inaspettate – commenta a freddo Stefano Macis – considerando il tipo di torneo e la qualità degli avversari. Mi sono trovato in una giornata di grande concentrazione che mi ha permesso di arrivare fino in fondo, anche nel terza categoria, con avversari più freschi di me. Devo comunque fare i complimenti a tutti gli avversari che mi hanno fatto sudare ogni punto, rendendo queste due vittorie ancora più belle e soddisfacenti. Particolarità di questa bellissima giornata norbellese è la forma fisica e la concentrazione che non avevo ancora trovato questo anno. Il lavoro che facciamo in palestra ha come obbiettivo primario le gare di campionato. Purtroppo non mi sto allenando quanto vorrei per motivi di studio, ma cerco sempre di arrivare preparato al massimo in tutte le gare. Propositi? Fare sempre meglio e cercare, anche se sarà difficile, la salvezza in campionato”.

Podio Quarta Maschile (Foto Gianluca Piu)
Podio Quarta Maschile (Foto Gianluca Piu)

ELEONORA TRUDU: LA MIGLIORE NELLA SUA EX PATRIA

Ha vinto in un campo che conosceva come le sue tasche perché per anni ha militato con la casacca gialloblù. Eleonora Trudu racconta il suo trionfo a Norbello nei Quarta femminili: “É andata benissimo. Nella mia categoria non ho perso una partita. Nel girone ho sfidato Serena Anedda (Muravera TT): mi ha dato più problemi delle altre, nonostante abbia un gioco abbastanza passivo nel senso che non attacca mai. Ma è stata brava a reggere lo scambio quando io aprivo; non mi permetteva di fare il mio gioco. Ho battuto Letizia Pili (Muraverese) ma anche con lei è stato difficile perché mi ha spiazzato parecchie volte. Poi ho giocato e vinto con Francesca Ganau (Libertas Ping Pong Monterosello): lei è migliorata soprattutto nell’apertura. Approdo direttamente in semi con Alice Mattana che temo molto per il gioco molto veloce condito da furbizia. In quella circostanza mi sono innervosita parecchio causa i suoi servizi fastidiosi; riuscendo comunque a tenere duro e a vincere arrivando in finale con Sara Congiu (Muravera TT). Anche lei giovane speranza molto combattiva. E così ho vinto i quarta.

Eleonora Trudu (Foto Gianluca Piu)
Eleonora Trudu (Foto Gianluca Piu)

Nei terza categoria passo il girone come prima incontrando nuovamente Mattana e Anedda. Ma questa volta sono più sicura e le difficoltà diminuiscono. Sono contenta perché ho capito come devo giocare per vincere con più tranquillità, anche se mi hanno sempre fatto stare sull’attenti. Le ragazze sono in continuo miglioramento. Alla fine ho sfidato Silvia Deligia ma nonostante abbia vinto il primo set, non sono riuscita a batterla; rispetto all’altro anno vedo in lei un altro gioco e devo ancora capire come contrastarlo. Ma sono soddisfatta così”.

Podio anche per Michela Mura (La Saetta Quartu). Raggiungono i quarti Anna Podda (Azzurra) e Letizia Pili.

Podio 4^ Femminili (Foto Gianluca Piu)
Podio 4^ Femminili (Foto Gianluca Piu)

ETTU CUP E CAMPIONATI: DISASTRO SARDEGNA

Secondi turni sfortunati per Marcozzi Cagliari e Tennistavolo Norbello nella ETTU Cup maschile e femminile. In Olanda il terzetto guidato da Stefano Curcio e composto da Alessandro Di Marino, Stefano Tomasi e Makanjuola Kazeem totalizza tre sconfitte su tre.

Leggermente meglio da la compagine del Guilcier (Wei Jian, Marialucia Di Meo, Gohar Atoyan) che su quattro gare disputate, almeno due le fa sue. Ma entrambi i club sardi non andranno avanti nella competizione.

Esordio amaro anche per il Tennistavolo Norbello maschile nella A1. Opposto alla matricola Tennistavolo Lomellino ha avuto diverse possibilità per scongiurare il peggio, ma alla fine Maxim Kuznetsov, Stanislav Golovanov e il nigeriano Seun hanno peccato di lucidità perdendo con un sonante 4-0.

RIPRENDONO I CAMPIONATI

Voglia di agonismo (Foto Eleonora Piras)
Voglia di agonismo (Foto Eleonora Piras)

Per i campionati nazionali e regionali si profilano due settimane consecutive di fatiche. Giocano la serie A2, la B2 e la C1 e in Sardegna C2, D1 e D2. In quest’ultima categoria in campo anche le protagoniste dei gironi B ed E.

Per il quadro completo delle gare visitare i seguenti link:

 

http://portale.fitet.org/

 

http://www.fitetsardegna.org/portale-risultati/