Cronache Pongistiche Sardegna del 16 dicembre 2015

Cronache Pongistiche Sardegna del 16 dicembre 2015

TRA LA SCUOLA MEDIA PORCU SATTA E LA FITET SARDEGNA L’IDILLIO NON SI È MAI SPENTOIl progetto prosegue senza soste. Fitet Sardegna e Istituto Scolastico Comprensivo ad Indirizzo Sportivo Porcu – Satta di Quartu S. Elena continuano la fruttuosa collaborazione. E proprio ieri gli stessi alunni che l’anno scorso appresero i primi rudimenti di Tennistavolo, e che ora frequentano la seconda media, hanno usufruito degli insegnamenti impartiti nuovamente dal tecnico regionale Stefano Curcio, assistito dall’insegnante di educazione motoria Ignazio Mulas.

Primo giorno di scuola al Porcu Satta
Primo giorno di scuola al Porcu Satta

Per questa prima lezione dell’anno scolastico 2015 – 16 era presente anche il presidente regionale della Fitet Sardegna Simone Carrucciu, accolto dal Dirigente Scolastico Vincenzo Pisano: “Con grande piacere continuiamo questo feeling – dice Carrucciu – esattamente nello stesso periodo dell’anno scorso. Il programma didattico durerà trenta ore, inserite nell’orario curriculare”. La convenzione con l’Istituto si prolungherà con gli stessi ragazzi fino alla terza classe. “Per il futuro valuteremo insieme alla scuola se ci saranno le condizioni di estendere il progetto anche alla prima – ha concluso un contentissimo Carrucciu – per ora ringrazio l’Istituto Porcu Satta per la disponibilità nel creare questa sinergia, sono sicuro che il bel lavoro mostrato lo scorso anno, produrrà ulteriori i suoi frutti anche in questi mesi”.

Lezione di Tennistavolo al Porcu Satta
Lezione di Tennistavolo al Porcu Satta

CONVOCAZIONI STAGE GIOVANILE REGIONALE

Tradizionale stage natalizio di due giorni che in questa edizione si svolgerà presso il Palatennistavolo di via Crespellani a Cagliari. Di seguito le designazioni da parte del tecnico regionale Stefano Curcio: Mascia Federico (ASD Muravera TT), Murgia Antonio (ASD Santa Tecla Nulvi),  Fois Matteo (ASD TT. Olbia), Anedda Serena (ASD Muravera TT), Congiu Sara (ASD Muravera TT), Stori Alessandra (ASD Muravera TT), Seu Francesca (ASD Muravera TT), Mura Michela (ASD TT. La Saetta Quartu S.E), Ferciug Rossana (ASD Santa Tecla Nulvi), Bonomo Martina (ASD Libertas Monterosello Sassari), Ganau Francesca (ASD Libertas Monterosello Sassari).

Si comincia lunedì 28 dicembre 2015 e proseguirà il giorno seguente.

Alessandra Stori e Matteo Fois (Foto Luciano Saiu)
Alessandra Stori e Matteo Fois (Foto Luciano Saiu)

IL PUNTO SULLA SERIE A

Sempre più in alto. La Marcozzi di A1 maschile coglie il quinto risultato utile consecutivo andando a vincere largamente sul campo del Tennistavolo Norbello. La classifica parla chiaro: il team di via Crespellani mantiene la piazza d’onore ad una lunghezza dalla capolista Apuania Carrara. E venerdì i tifosi cagliaritani potranno assistere al big match della giornata (h. 19,00) con i ragazzi allenati da Sandro Poma che accoglieranno la formazione toscana in cui milita anche l’ex Alessandro Baciocchi.

Buio pesto per il team maschile norbellese: sperava di avere un apporto più congruo da parte del russo Panchenko che sta deludendo sempre di più. Sabato prossimo avranno un altro appuntamento delicato per la salvezza: saranno ospiti del Mugnano e per quella circostanza dovrà esordire finalmente Daniele Sabatino.

In A1 femminile gioisce lo Zeus Quartu che si allontana dalla zona retrocessione sconfiggendo la pericolante Vallecamonica grazie alle performance della greca Nikoulae e della ex Trotti.

Trotti, Nicoulae e Daniele esultano per il successo dello Zeus Quartu
Trotti, Nicoulae e Daniele esultano per il successo dello Zeus Quartu

Nell’incontro clou della giornata il Cortemaggiore va avanti a gonfie vele schivando con merito le insidie che poteva portargli il Tennistavolo Norbello, fino a quel momento imbattuta. Conosce la prima sconfitta stagionale l’ucraina Ganna Farladanska ai danni di una Giorgia Piccolin che ha studiato a fondo i suoi movimenti. Le giallo blu mantengono il quarto posto utile per i play off e sabato prossimo scenderanno in campo a Parma. Il team del presidente Gianfranco Cancedda sarà impegnato nella roccaforte magiostrina.

In A2 maschile la Marcozzi Cagliari mantiene la terza posizione andando a cogliere un pari in Valle d’Aosta. Vanno a segno Carlo Rossi, e due volte Zheng Guozao.

SERIE B1: PROFONDO NERO

Visti gli infortuni di Cristian Mateiu, Alberto Ticca e l’indisponibilità di Tonino Pinna per le gare in trasferta, la Libertas Sassari è costretta a mettere in pantaloncini anche il presidente Sergio Ticca che nella trasferta a Carrara accompagna Mattia Contu e lo stesso figlio Alberto. Il risultato premia ovviamente i padroni di casa che però subiscono un punto da Contu che così si esprime: “La situazione risulta essere complicata, ma sarebbe potuta essere peggiore, noi continueremo ad onorare l’impegno del campionato”.

Mattia Contu (Foto Tomaso Fenu)
Mattia Contu (Foto Tomaso Fenu)

Nell’altro girone in cui vede impegnate le due squadre sarrabesi, il presidente della Muraverese, nonostante la sconfitta rimediata a Molfetta, elogia le gesta di Marcello Porcu, atleta cinquantenne che ottiene due punti e si fa sempre notare per serietà e attaccamento alla maglia. “Se Marcello si potesse clonare – ha detto Gianluca Mattana – il movimento del Tennistavolo ne gioverebbe assai”. Intanto il buon Marcello dice la sua sulla trasferta pugliese: “È stata una bella partita, ma anche stavolta non siamo riusciti a portarla a casa. Sarebbe stata importantissima per il proseguo del campionato. Ho iniziato con Germinario e non mi ha mai impensierito. Michele Buccoli dopo un buon inizio con Incardona non è riuscito a vincere. Valente con Riccardo Dessi è stata gara tirata ma il pugliese è molto solido e Ricky in calo. La svolta l’ abbiamo avuta dopo che ho vinto con Valente. Incontro giocato molto bene da me. Sempre all’attacco e sempre avanti nonostante i due set persi. Facile Buccoli su Germinario. E facile Valente su Buccoli. Gli incontri decisivi sono stati quelli con Incardona: prima Ricky perdendo una ottima occasione, 3-1, con rimpianti, poi la mia che dopo aver perso il primo set sono andato sul 2-1, incominciavo a faticare perché sempre all’attacco e lui in difesa. La svolta nel quarto set dove sono andato sul 7-3 e 10-9 ma non sono riuscito a chiuderla. Alla bella e senza benzina ho fatto 3 punti. Peccato, in un campionato tosto come questo sarebbero stati 2 punti pesanti. Ci proveremo fino alla fine”.

Marcello Porcu (Foto Gianluca Piu)
Marcello Porcu (Foto Gianluca Piu)

Il Muravera TT cede due punti anche all’Enna. “Dopo neanche quaranta minuti – riferisce Nicola Pisanu – ci ritroviamo 2-0 sotto con brutte prestazioni da parte mia e del mio compagno Stefano Macis rispettivamente a favore di Greca e Savoca. Mihai Giol entra e lotta come può col forte bulgaro Hristozov: Sul 2-1 Mihai ha diverse chance per portarsi sul 2-2 ma alcune ottime giocate del bulgaro-siciliano fanno si che il match si chiuda a favore del padrone di casa per 3-1. Sul 3-0 Stefano gioca leggermente meglio rispetto al primo match ma poi cala di livello e Greca s’impone per 3-1. Scendo in campo io contro il bulgaro – ennese. Dopo essere stato in vantaggio per 2-0, il mio avversario sfodera diversi colpi di alto livello e ci ritroviamo al quinto. Dal 4-4 in poi ho giocato abbastanza bene, facendo mio il set per 11-6, e quindi il match per 3-2. Mihai gioca e vince 3-1 contro Mario Savoca, vendicando il suo compagno di squadra. Opposto a Hristozov Stefano dimostra nuovamente di non essere assolutamente in giornata e perde 3-0. Complimenti ai vincitori e li ringrazio per l’ottimo terzo tempo prima di effettuare il lunghissimo viaggio che ci ha riportati a casa”

Nicola Pisanu e Stefano Macis (Foto Tomaso Fenu)
Nicola Pisanu e Stefano Macis (Foto Tomaso Fenu)

SERIE B2: MARCOZZI E GUSPINI ESULTANO SIMULTANEAMENTE

Riprende quota la Marcozzi al suo secondo successo consecutivo. “Quella con l’Isola Peter Pan Roma è stata una gara molto combattuta – considera Marco Sarigu – come si evince dal risultato di 4 – 5, che poteva finire anche prima (vincevamo 4-2). Ma merito agli avversari che ci hanno dato parecchio filo da torcere. Abbiamo giocato una buona gara, con un Massimo Ferrero che dimostra di essere in ottima forma siglando due ottimi punti e prendendosi una mezza rivincita con l’ ostico Carbotta. Due punti sono arrivati anche da parte mia; dopo un periodo di pessime prestazioni che sembravano non finire più, hanno riportato un po’ di fiducia in me stesso e nelle mie potenzialità. Un punto è arrivato anche da Marco Poma, quello decisivo visto che è riuscito a vincere la partita sul 4-4, nonostante fosse con Carletti (l’atleta più vulnerabile, tutti e tre l’abbiamo sconfitto), è sempre un match a parte e diverso sia come tensione che freddezza. Cosicché il “pomino” è riuscito a controllare portandoci così alla vittoria. Abbiamo concluso questo girone di andata con un ottimo risultato che ci fa ben sperare per il ritorno, consapevoli della crescita di Marco che secondo me, nel girone di ritorno, si prenderà parecchie rivincite su giocatori esperti che l’ hanno spuntata su di lui all’ andata. Ovviamente giocheremo ogni partita con un atteggiamento vincente, sperando di riuscire a conservare il secondo posto”.

Marco Sarigu (Foto Tomaso Fenu)
Marco Sarigu (Foto Tomaso Fenu)

E il Guspini ottiene il primo successo fuori le mura andando ad espugnare il feudo del King Pong Di Cesare nel più classico dei match salvezza. “Non dico che questo incontro era da ultima spiaggia – esplicita Riccardo Lisci – ma poco ci mancava. Siamo scesi in campo consapevoli della posta in palio riuscendo a strappare una vittoria che ci permette di abbandonare l’ultimo posto in classifica. È stata una vittoria sofferta con tre punti miei (prima tripletta stagionale) e due di Giancarlo; ancora una volta a secco Francesco che non riesce proprio a sbloccarsi mentalmente. Speriamo che il 2016 gli dia una spinta in più. Con questa vittoria, essendo anche l’allenatore della squadra, ho salvato la panchina e riuscirò a mangiare il panettone! A parte gli scherzi visto che si parla di panettone colgo l’occasione per fare i migliori auguri di un sereno Santo Natale e di un felice Anno nuovo a tutti i pongisti, dirigenti e amanti di questo nostro bellissimo sport”.

Riccardo Lisci (Foto Gianluca Piu)
Riccardo Lisci (Foto Gianluca Piu)

SERIE C1: BENE TENNISTAVOLO NORBELLO E IL CANCELLO

L’incontro di cartello si è disputato nel centro Sardegna con il Tennistavolo Norbello che ha ospitato e battuto il Roma 12, scalzandolo dalla prima posizione. Ora il team del Guilcer  è sempre secondo in classifica, con gli stessi laziali e un sorprendente Il Cancello Alghero. Tutte tre all’inseguimento della leader King Pong Di Cesare.

“Tenevamo a far bene e chiudere il girone d’andata positivamente – rimarca il siliquese Federico Concas – e ci siamo riusciti, nonostante la mia prestazione non sia stata delle migliori. Sono arrivato al match completamente scarico mentalmente perché ho trascorso una settimana particolarmente turbolenta. Tra gli ospiti, che formano una buona squadra, il più pericoloso è stato il cinese Zhang, giocatore d’esperienza che può mettere in difficoltà chiunque. Però gli anni passano anche per lui e i miei compagni Gbenga Kayode e Vilbene Mocci sono riusciti a batterlo. Ora terremo in particolar modo alla prossima partita che giocheremo in casa (23 gennaio) contro la capolista King Pong che all’andata ci sconfisse di misura (5-4). Solo dopo il risultato di quell’incontro potremo capire se siamo in grado di combattere per la promozione. Il nostro obiettivo è di batterli, raggiungerli in classifica, schierare sempre la formazione al completo per il proseguo del campionato e sperare in passi falsi delle altre dirette concorrenti”.

Federico Concas e Silvio Dessì
Federico Concas e Silvio Dessì

Bella vittoria de Il Cancello Alghero che vince sul campo del Castello Comitec nonostante l’assenza del presidente giocatore Marco Tiloca. “I padroni di casa – narra Maurizio Muzzu – a sorpresa non schierano Angiolella, giocatore forte e solido (a mio avviso sbagliando) e al suo posto fanno scendere in campo Nobile che pur vincendo con Efisio Pisano cede al valore di Carlo Fois che finirà vincendo tutte le tre partite.

Buona anche la prova di Fabio Costantino che nonostante la sconfitta dà filo da torcere al tenace Sabatini. Giornata sì anche per me che vincendo con Caldarini e con lo stesso Sabatini permetto al mio club di vincere per 5-2 e raggiungere la seconda posizione in classifica. Con dieci punti incassati sicuramente è stato un girone di andata positivo, probabilmente oltre ogni rosea previsione che ci permette di disputare un campionato tranquillo nella corsa per la salvezza”.

Carlo Fois (Foto Gianluca Piu)
Carlo Fois (Foto Gianluca Piu)

Nulla da fare per la Muraverese che esce sconfitta dal confronto con la capolista King Pong ‘Di Cesare’. “Siamo partiti ben consci della difficoltà del confronto con i primi in classifica – puntualizza Mario Bordigoni – e personalmente non è il mio momento migliore perché, reduce da gastroenterite, in campo non sono stato in grado di giocare in modo almeno accettabile. Unico incontro combattuto quello in cui Andrea Piras ha portato l’unico punto contro un buon Fatello. Ma il nostro campionato al momento è comunque positivo”.

Mario Bordigoni (Foto Tomaso Fenu)
Mario Bordigoni (Foto Tomaso Fenu)

Continua il viaggio dello Zeus Quartu verso la prevista retrocessione. Il rassegnato Pierluigi Montalbano la vede così: “Nulla possono i giocatori quartesi contro l’Eureka Roma, più concreta nell’affrontare questo campionato nazionale. Per i romani due punti di Lucchini, su Gianfranco Cancedda e Montalbano, e uno ciascuno di Forletta, De Zuliani e Corradini, rispettivamente su Montalbano, Giorgio Meloni e, ancora, Meloni. La pausa invernale consentirà alla squadra di Quartu di provare a recuperare gli atleti infortunati (tutti i tre titolari), assenti fin dalla prima giornata. Purtroppo questa stagione è iniziata male e nulla potevano fare le riserve per tentare una insperata salvezza”.

Foto ricordo tra Zeus e Eureka Roma
Foto ricordo tra Zeus e Eureka Roma

SERIE C2: LA SFIDA CLOU PARLA CHIARO

La Marcozzi Cagliari si laurea campione d’inverno battendo nettamente proprio la sua principale antagonista con cui condivideva la prima piazza. L’ITC Fermi Iglesias accetta sportivamente la sconfitta e il suo esponente Bruno Pinna fa sorridere tutti gli appassionati isolani ribattezzando i tre valorosi avversari con i seguenti nomignoli: Leprotto di Decimo (Edoardo Loi), Pantera Nera africana (Giacomo Oladimeji) e Cinghialotto di S. Giovanni Suergiu (Gabriele Melis). Ed è proprio il “leprotto” che racconta l’andamento della contesa. “Durante la settimana si è parlato tanto di questa partita, non a caso. Si preannunciava difficile sia dal punto di vista agonistico, sia sul piano psicologico in quanto tutti temevano tutti. Inizio io contro Giovanni Siddu; sentivo particolarmente questo incontro perché non lo conoscevo e tra l’altro non l’avevo mai visto giocare pur avendone sentito parlare dai miei compagni. Ho vinto 3 a 1 senza troppi problemi, solo il tempo di capire dove potessi dargli più fastidio.

Una recente sfida tra Bruno Pinna e Edoardo Loi (Foto Tennistavolo Norbello)
Una recente sfida tra Bruno Pinna e Edoardo Loi (Foto Tennistavolo Norbello)

La seconda partita è stata giocata da Giacomo contro un dolorante Giancarlo Pili (non solo problemi alla schiena in settimana; ci ha fatto spaventare quando, dopo essere scivolato è rimasto a terra per qualche minuto), che non ha opposto troppa resistenza al mio compagno, vittorioso per 3 – 1. Il terzo punto lo conquista Gabriele Melis su Bruno Pinna con un rotondo 3 a 0. E soprattutto con una bellissima prestazione da parte sua. Questo ci ha permesso di disputare in tranquillità la sfida successiva: Giacomo batte Siddu 3-0 per il quarto punto che ci assicura la vittoria. A risultato acquisito arriva la nota dolente: entro in campo con un dolore all’interno coscia che mi sto portando dietro da due settimane. Ma sono anche deconcentrato e scarico, forse per la vittoria appena ottenuta. Il mio avversario Bruno Pinna tiene alta la concentrazione vincendo per 3 a 1. Chiude con un bel 3 a 0 Gabriele Melis contro Pili per il definitivo 5 a 1. Il migliore in campo per me è stato sicuramente il “cinghialotto” che ha dimostrato determinazione e tenacia, a testimonianza che gli acciacchi siano solo un ricordo. Sono felice per la nostra squadra che ha ottenuto il primo posto. Ma terremo bene a mente che il girone di ritorno sarà quanto mai difficile: ci saranno diverse trasferte impegnative ed incontreremo avversari determinati”.

Edoardo Loi (Foto Luciano Saiu)
Edoardo Loi (Foto Luciano Saiu)

Si chiude con un pareggio il girone di andata del Santa Tecla Nulvi. “È terminato con un ottimo 3 a 3 l’incontro disputatosi ieri sul difficile campo della Saetta – afferma l’anglonese Francesco Ara – per noi grande prestazione del coach Mihai Craioveanu che gioca molto bene e riesce ad aggiudicarsi entrambi gli incontri per 3 a 1 contro Alberto Manos e Mario Bistrussu. L’altro punto lo realizzo io che porto a casa un incontro che sembrava già perso contro Alberto Manos: trovandomi sotto 2 a 1 e dopo aver perso il terzo set 11-0, riesco a reagire e mantenere la concentrazione fino all’ultimo. Contro Gian Paolo Manca, invece, gioco male e capisco ben poco del gioco avversario finendo per perdere 3 a 0 senza mai essere entrato in partita. Per Roberto Caddeo prestazione positiva nonostante il risultato negativo contro il forte Bistrussu. Anche con Manca perde 3 a 0, merito di un’altra ottima prestazione del suo avversario che si è dimostrato in ottima forma. Chiudiamo il girone di andata al quarto posto con 7 punti, un risultato molto lusinghiero per noi che abbiamo come obiettivo primario la salvezza. Ora ci attende una pausa di circa un mese in cui lavoreremo bene per preparare il girone di ritorno”.

Francesco Ara (Foto Gianluca Piu)
Francesco Ara (Foto Gianluca Piu)

Ennesimo pareggio del TT Monserrato contro il Ghilarza. “Un risultato che non accontenta nessuno – esordisce Fabrizio Carta – perché il Guilcer rimane penultimo con tre punti, mentre la mia squadra si fa staccare sia da Sassari, sia dal Santa Tecla Nulvi. Il pareggio è in ogni caso il risultato più giusto. Per la formazione del centro Sardegna buona la prova di Briam Mele che supera Alberto Puzzoni: forse troppo freddo, il mio compagno sbaglia tattica e si dimentica di attaccare fino a concedere la partita per 1-3. Briam poi concede il bis battendo anche un ottimo super Marco Saiu in un incontro spettacolare: sul 9-9 pari del quinto set, Marco sbaglia due tiri banalmente e lascia la posta al numero uno del Ghilarza. Negli altri incontri si assiste dapprima alla faticosa vittoria di Saiu su Mario Marchi per 3-2 e poi alla vittoria di Fabrizio Carta per 3-2 su un Ignazio Calderisi aggressivo e voglioso di cancellare lo zero dalla casella dai risultati. Calderisi inizia male ma poi si riprende e va sul 4-0 al set decisivo. Qui però cede al ritorno del veterano monserratino che conquista il punto. Sul 2-2 Alberto Puzzoni vince bene per 3-0 sul subentrante Nazzaro Pusceddu ma nell’ultimo incontro, per la seconda volta consecutiva, Carta soccombe ad un buon Marchi per 1-3. Un Marchi che nel suo primo incontro aveva messo in gran difficoltà Saiu perdendo solo al quinto set. In conclusione buona la prova di Mele, di Marchi e tutto sommato anche di Calderisi che ha venduto cara la pelle. Per il Monserrato ottimo Saiu, Puzzoni avrebbe potuto fare di più contro Mele, mentre Carta delude ancora perdendo l’ultimo match. Ci sarà da soffrire per entrambe, inguaiate nella zona retrocessione”.

Fabrizio Carta
Fabrizio Carta

Secondo successo stagionale per la Libertas Sassari che ha la meglio su un Oristano Bianco sempre più compromesso. L’analisi di Luca Baraccani: “La prima partita vede Baraccani contro Nicola Cuccureddu, finisce 3 a 1 per il primo in un incontro condito di numerosi errori. Successivamente Alberto Ganau ha la meglio di Federico Piselli in cinque set, dopo essere stato sotto 2 a 1. A questo punto Sergio Idini perde 3 a 1 con un ispirato Piergiorgio Mura. Però la sfida prosegue in discesa per Sassari, con tre vittorie nette: Baraccani su Piselli, poi Ganau su Mura ed infine un rinvigorito Idini su Cuccureddu. L’incontro termina 5 a 1 per i sassaresi”.

Sergio Idini (Foto Tomaso Fenu)
Sergio Idini (Foto Tomaso Fenu)

SERIE C FEMMINILE: DUE COPPIE DI SORELLE FANNO LA DIFFERENZA

Dopo il secondo concentramento disputato a Oristano, è un duo a comandare la graduatoria. Il Decimomannu delle sorelle Chiara e Francesca Saiu ha però una partita in più rispetto a La Saetta Quartu delle consanguinee Michela e Alessandra Mura. Queste hanno confermato le loro capacità imponendosi 5-0 contro la Libertas Ping Pong Monterosello Sassari. Le atlete turritane, nonostante la loro giovanissima età, hanno dimostrato di essere bene impostate nel gioco, tenendo testa alle atlete saettine. Nel secondo incontro disputato con la squadra di Oristano EVE, le “Arrow’s sisters” hanno ceduto una partita alla squadra avversaria. Così Alessandra Mura: “Durante l’ultimo incontro disputato con Eleonora Piras, ho trovato difficoltà nel contrastare il suo gioco particolare, che non avevo ancora avuto modo di testare in allenamento o scontrandomi con le altre avversarie. Sono riuscita a pareggiare il primo set, ma non a vincere l’incontro, mentre mia sorella non ha trovato alcuna difficoltà vincendo tutti gli incontri”.

Sfida tra le sorelle Mura de La Saetta
Sfida tra le sorelle Mura de La Saetta

Altra coppia formato famiglia rappresenta il Santa Tecla Nulvi. Lorena e Rossana Ferciug lasciano la città di Arborea con un po’ di amaro in bocca come confermato proprio da Lorena Ferciug: “Siamo andate a Oristano solo io e Rossana poiché la nostra compagna Monica Casu aveva un impegno. Mancavano anche i nostri allenatori impegnati nei campionati maschili e questo ha influito molto nella partita con Decimo, dove in vantaggio per 2 a 0, abbiamo finito per perdere 3 a 2. Stessa sorte contro Sassari dove nonostante fossero arrivati coach Mihai e Francesco Ara, abbiamo perso 3 a 2, imponendoci nel doppio e in un singolo (Rossana su Martina Bonomo). Mentre io, sotto per 2 a 0, rimonto ma perdo al quinto perché come al solito non ascolto i consigli del mio allenatore. Pazienza, cercherò di allenarmi meglio per vincere le prossime sfide”.

Lorena Ferciug (Foto Gianluca Piu)
Lorena Ferciug (Foto Gianluca Piu)

Ancora a secco l’Oristano Eve che però affronta gli impegni con molto entusiasmo, come testimoniato anche dall’atleta lanuseina Eleonora Piras. “Come prima partita abbiamo un anticipo della decima giornata contro il Decimomannu. Comincio io contro Francesca Saiu: l’incontro finisce con un netto 3 a 0 per me. Nel secondo singolo scendono in campo la mia compagna di squadra Egle Fanni opposta a Chiara Saiu che, super allenata, ha la meglio sulla mia compagna. Si va al doppio con tutto ancora da giocare. Punto su punto si arriva fino al quinto set che finisce 11-8 per le sorelle Saiu. Successivamente riesco a mettere in difficoltà Chiara Saiu prendendole un set, ma alla distanza è lei a prevalere. Infine Francesca Saiu vince nettamente su Fanni. L’incontro finisce  4 a 1 per il Decimomannu. Alle 13:00 inizia la nostra seconda partita della giornata. Scendiamo in campo con tante speranze e poche certezze visto che l’incontro è con La Saetta, squadra che al momento ha vinto tutti i suoi precedenti incontri in campionato con dei netti 5 a 0. Affronto Michela Mura che senza troppe difficoltà porta a casa l’incontro al terzo set. Egle si arrende con un netto tre a zero ad Alessandra Mura.

L'Oristano Eve
L’Oristano Eve

Nel doppio contro le sorelle Mura il primo set è un netto 11-2 per loro. Negli altri due cerchiamo di fare qualcosa di più ma sfortunatamente si conclude 3-0. Nel terzo singolo ancora niente da fare per Fanni contro Michela. Uno spiraglio arriva nell’ultimo singolo quando gioco contro Alessandra. Dopo un primo set in cui risulto nettamente superiore, segue una frazione giocata punto su punto che finisce 12-10 per lei. Ripasso in vantaggio e arriviamo al quarto set in cui io ho la meglio, e l’incontro finisce 4-1. Molto contente per come abbiamo giocato le prime due partite, arriviamo alla terza sfida della giornata molto provate. Incontriamo nuovamente il Decimomannu: assistiamo ad un netto dominio delle Saiu sia nel doppio, sia nei singoli, in cui giusto Fanni riesce a rubare un set a Saiu F. Poteva andare meglio ma complimenti al Decimomannu. Questo secondo concentramento finisce con un po’ di amaro in bocca, sia per la terza partita in cui avremmo sicuramente potuto fare di meglio, sia perché la nostra compagna di squadra Viviana Salvi avrebbe dovuto fare il suo esordio in campionato. Purtroppo durante gli allenamenti è caduta procurandosi una lieve frattura alla spalla, con conseguente fermo: siamo molto dispiaciute e le auguriamo una pronta guarigione sperando che riesca finalmente a esordire nel concentramento di fine gennaio. Siamo stati lieti di ospitare questo concentramento a Oristano Ciao a tutti e Buone Feste ci si vede l’anno prossimo”.

Egle Fanni ed Eleonora Piras
Egle Fanni ed Eleonora Piras

È stato un concentramento positivo per le ragazze della Libertas Ping Pong Monterosello. “Contro la forte Saetta – illustra il presidente Pier Paolo Idini – il tecnico Alberto Ganau ha fatto giocare le giovanissime Martina Bonomo e Francesca Ganau. Abbiamo perso 5 a 0 ma le nostre ragazze si sono ben difese. Opposte al Decimomannu hanno perso per 3 a 2 schierando Ganau e Giulia Carta, autrice dei due punti. Nel primo incontro ha sconfitto Francesca per 3-0 nel secondo Chiara Saiu Chiara 3-0. Buona la prestazione di Ganau che contro Francesca Saiu ha perso 3-1 difendendosi bene. Poi vittoria sul Santa Tecla Nulvi grazie alla buona prestazione di Carta (2) e Bonomo 1. Ci siamo portati subito in vantaggio per 2-0 grazie alle vittorie di Carta su Rossana Ferciug e Bonomo 3-1 contro Lorena. Nel doppio si è perso per 3-1 e Rossana battendo Bonomo 3-0 ha portato le due squadre sul 2-2. Ma Giulia superando Lorena ci ha dato il punto della vittoria”.

Francesca Ganau (Foto Gianluca Piu)
Francesca Ganau (Foto Gianluca Piu)

SERIE D1 GIRONE A: VACANZE NATALIZIE IN VETTA PER IL GUSPINI

Il Guspini scaccia anche le insidie del Monserrato Rosso e mantiene sempre un punto di vantaggio sul Monserrato Verde. Michele Lai riassume i momenti chiave del match: “Inizio io contro Marco Sanna e vinco 3-0 soffrendo solo nel terzo set che si chiude ai vantaggi. Segue Max Broccia opposto a Lorenzo Piras e il mio compagno ha la meglio per 3-0 sfruttando un po’ la troppa fretta dell’avversario che in alcuni frangenti non tollera il palleggio prolungato di Broccia e sbaglia. Nel terzo match Andrea Zuccato conferma il suo ottimo stato di forma chiudendo per 3-0 su Fabrizio Melis il quale oppone una resistenza opportuna solo nel terzo set. Al secondo giro io gioco contro Piras, il quale con più testa e calma rispetto a prima mi mette in difficoltà, sfruttando anche la mia scarsa efficacia odierna col dritto: alla fine ho la meglio per 3-1. Rientra Fabrizio e anche lui più sciolto e tranquillo supera Marco Sanna per 3-0. L’ultima disputa è tra Zuccato e il subentrato Raffaele Sanna che esordisce in campionato proprio contro uno dei migliori del torneo e non può nulla per cui perde 3-0. Finale Tt Guspini-Monserrato Rosso 4-2. Tanti auguri di buone feste a tutto il movimento pongistico sardo”.

Massimiliano e Francesco Broccia (Foto Tomaso Fenu)
Massimiliano e Francesco Broccia (Foto Tomaso Fenu)

Nessun problema per il Monserrato Verde che chiude con un sonoro 5 a 1 il match contro il fanalino di coda Muraverese. Vanno a segno due volte Giordano Sini e Giuseppe Lepori, mentre Luca De Vita assicura un solo punto perché viene sconfitto dalla sempre più sorprendente Aurora Piras.

Massimiliano e Francesco Broccia (Foto Tomaso Fenu)
Massimiliano e Francesco Broccia (Foto Tomaso Fenu)

Dopo due sconfitte consecutive, con Guspini e Monserrato Verde, l’Azzura B torna a far punti. “Il pareggio contro la Saetta però – dice Maurizio Piano – è per noi il passo falso che fa sfumare anche le residue remote speranze di rientrare in corsa per la promozione, visto che ora dal Guspini capolista ci separano ben quattro punti. Il match, giocato in una domenica mattina molto fredda, è iniziato bene per noi, con la mia vittoria per 3-1 contro un Mariano Cossellu mai domo, contro il quale ho faticato nei primi set, il primo vinto a 9 e il secondo perso ai vantaggi, a trovare la tattica giusta. Mentre ho portato a casa con maggiore scarto di punti i decisivi ultimi due set. Nei successivi incontri, vittoria per 3-0 senza difficoltà di sorta per Alessandro Polese contro Francesco Mascia, mentre la nostra Anna Podda, che ha sostituito l’assente Massimo Atzeni, ha perso per 3-0 contro Andrea Perna. La quarta partita ha visto in campo Polese contro Cossellu ed è stato questo un match molto combattuto, col nostro giocatore che col trascorrere dell’incontro ha sofferto ancora la non perfetta forma dovuta all’influenza che lo aveva colpito nelle ultime settimane, impedendogli tra l’altro di scendere in campo contro il Monserrato Verde nella partita precedente. Si è risolta al quinto set, con Cossellu che recuperava nel finale alcuni punti di svantaggio e vinceva poi per 12-10.

Anna Podda e Maurizio Piano (Foto Tomaso Fenu)
Anna Podda e Maurizio Piano (Foto Tomaso Fenu)

Sul 2-2 sono sceso nuovamente in campo io, per affrontare Perna, e ho portato a casa il punto per la mia squadra senza grosse difficoltà, vincendo per 3-0. L’ultimo e decisivo match ha invece visto in campo la nostra Podda contro Mascia. Anna ha vinto in scioltezza il primo set, per poi perdere improvvisamente sicurezza nei propri colpi e venire sconfitta nel secondo e nel terzo set. Ritornata in partita grazie alla vittoria del quarto parziale, nel quinto e decisivo set è invece partita molto male, concedendo a Mascia diversi punti di vantaggio, ed è così entrata nel pallone e anche la frenesia nel voler recuperare i punti di svantaggio è stata deleteria, col match che è stato così agevolmente vinto da Mascia.

Il bilancio di questo girone d’andata è per noi estremamente negativo, visto che eravamo partiti con l’obiettivo di rimanere in lotta fino alla fine per la promozione e invece a metà corsa siamo praticamente già estromessi dai giochi. Purtroppo c’è anche da dire che dopo le quattro vittorie consecutive nelle prime giornate, nelle ultime tre gare, quelle che includevano anche gli scontri diretti con Guspini e Monserrato Verde, per motivi diversi non abbiamo mai potuto schierare la formazione titolare. A questo punto non ci resta che sperare che il 2016 sia un po’ più fortunato per noi”.

Ultima partita del girone di andata anche per il Tennistavolo Quartu che porta a casa una vittoria importante battendo la Azzurra A per 4 a 2. “Causa assenza di Alessio Mascia e la non splendida forma di Luigi Congiu – spiega Stefano Riva – rispolveriamo il pur sempre forte Felice Leppori che conquista il punto decisivo per la vittoria. Onore al merito a Franco Esposito che grazie ad un ritrovato feeling con la racchetta porta a casa due vittorie fondamentali. Il quarto punto lo assicuro io con una attenta gara nei confronti di Roberto Murgiano. Grande prova per l’azzurrina Giorgia Luna Aprile che conquista i suoi due punti”.

Francesco Esposito
Francesco Esposito

SERIE D1 GIRONE B: ALGHERO CAMPIONE D’INVERNO CON MERITO

Il forte team catalano conserva media impeccabile e tre lunghezze dall’inseguitrice Sporting Lanusei (B). Importantissimo lo scontro in trasferta a Suelli contro una pretendente alla vittoria finale. Il resoconto di Marco Cassitta: “Arriviamo in Trexenta al completo (in cinque) e optiamo per una formazione “aggressiva” con i due capo cannonieri Gianpiero Occhioni e io (entrambi al 100%) e con il presidente Christian Mulas assetato di vittoria. In panchina pronti per il match restano Salvatore Motzo ed Emilio Albero. La partita inizia subito in maniera molto intensa con il primo confronto che vede Mulas con la sua excalibur duellare con l’ottimo Marco Verminetti, sulla carta uno degli avversari più forti del campionato.

In cinque a Suelli per mantenere la testa della classifica
In cinque a Suelli per mantenere la testa della classifica

Il presidente ferisce subito l’avversario vincendo il primo set, ma grazie all’esperienza il portabandiera suellese rientra motivato in campo e nonostante l’ottima prestazione condita di colpi stupendi, l’Alghero va sotto di un punto. Tocca a Gianni Occhioni misurarsi con Salvatore Garau in una partita difficilissima che vede l’attaccante catalano scontrarsi contro il difensore di casa che ha dalla sua tanta esperienza, colpi forti e una gomma puntinata molto fastidiosa. Lo strepitoso match viene però gestito in maniera eccelsa da parte di Occhioni che porta a casa il punto del pareggio con un 3-1. Io me la vedo contro Efisio Sirigu, altro difensore munito della stessa puntinata del compagno Garau. Per me è tutto difficile perché sento tutta la pressione della partita ma creo un bel gioco ricco di ottimi colpi chiudendo all’ultimo set con una prestazione perfetta che mi vede sul 10-0 mollare il punto in maniera elegante e sportiva al suo avversario. Sul 2-1 per l’Alghero è il turno di Occhioni contro Verminetti. Uno scontro ai vertici che vede i migliori giocatori delle due squadre sfidarsi direttamente. Una partita ricca di emozionanti colpi e un Gianni freddissimo nel gestire punto su punto e nel non regalare neppure un set all’avversario portando il nostro team ad un solo passo dalla vittoria. Punto che non perde occasione di aggiudicarsi Mulas, che entra in campo contro la riserva del Suelli, Paolo Giovanni Soraggi, subentrato per dei nervosismi nella panchina tra Sirigu e Verminetti. La partita si fa in discesa per Mulas e infatti la chiude subito portando la vittoria a casa.  L’ultimo match vede Me oppormi a Garau. Io sono poco motivato e in difficoltà con la gomma dell’avversari. Finisce che perdo il mio primo punto in campionato senza compromettere il risultato che si attesta sul 4-2. Un’importante vittoria che porta l’Alghero sempre più in alto verso la tanto sognata promozione. È stato un girone d’andata perfetto, la squadra è compatta e decisa a sprecar poco per concretizzare la promozione. Soddisfatto anche il presidente Christian Mulas che aggiunge: “abbiamo conseguito importanti vittorie ma il campionato non è ancora finito. Duri allenamenti ci aspettano in queste settimane per presentarci al ritorno più forti che mai. Anche Gianni Occhioni, al momento il giocatore più forte del campionato, statisticamente parlando, conferma: “è stato importantissimo chiudere in maniera perfetta il girone di andata, personalmente sto tornando alla forma migliore dopo l’operazione ai crociati, continuerò gli allenamenti in vista anche del torneo Nc di gennaio a Cagliari”.

Marco Cassitta e Gianpiero Occhioni
Marco Cassitta e Gianpiero Occhioni

Lo Sporting Lanusei conserva la seconda piazza in solitudine grazie ai due punti ottenuti alle spese dell’Oristano Rosso: “Nella fase di riscaldamento – commenta l’ogliastrino Fabrizio Licciardi – purtroppo mi ha ceduto il ginocchio, fa parte degli acciacchi di vecchiaia derivati dalla mia passione della prima ora, il calcio. Non avendo rimpiazzo ho affrontato le gare con dolore continuo ma con la consapevolezza che la vittoria ci portava al secondo posto con tre punti di distacco dalla capolista. Inutile dire che speravamo in un risultato utile del Suelli contro l’Aghero anche per rendere un po’ più interessante il resto del campionato. Comunque, risulta ancora tutto aperto grazie anche alle vittorie del Neoneli che pare non abbia nessuna voglia di stare a guardare. Per la cronaca, ci portiamo subito sul 3 a 0 con la vittoria di Maurizio Cuboni su Emanuele Marras, io su Sebastiano Urrai e Carlo Piroddi su Mario Littarru. Il quarto incontro vede me contro Marras. Sono andato in vantaggio per 2 set a 0 abbastanza agevolmente, maturando la convinzione di avere la chiave giusta per chiudere la partita. Subisco la pressione della sua puntinata e mi ritrovo sul 2-2. Perdevo il quinto 10 – 7, sono riuscito a recuperare passando pure in vantaggio per 11-10. poi? … Buio pesto! Marras ne approfitta mi rifila tre schiacciate secche e vince. Sul 3-1 Maurizio perde contro Littarru ma fortunatamente il solito Carlo Piroddi, chiude l’incontro ai danni di Urrai. Auguro a tutti buone feste e buon ritorno a tutti dopo un bellissimo girone d’andata!”.

Maurizio Cuboni
Maurizio Cuboni

Neoneli vince facile sulla Libertas Sassari. “Partita conclusasi con un perentorio sei zero per la nostra formazione – aggiunge Alessandro Faedda – che ci vedeva opposti agli amici ultimi in classifica. Da segnalare nelle nostre fila l’assenza di Ignazio Piras sostituito degnamente dal nostro capitano Agostino Campanello, autore di due punti, l’ultimo dei quali particolarmente sofferto contro il veterano Salvatore Biosa che in vantaggio di due set si faceva recuperare dal giocatore neonelese sul due pari. Al quinto, più fresco fisicamente, il mio compagno non lasciava scampo al giocatore sassarese portando a casa il match con tanto di piroetta finale. Chiudiamo il girone di andata in terza posizione in coabitazione col Suelli. Testa e gambe ora al torneo di inizio anno a Cagliari dove saranno sicuramente presenti i migliori giocatori di quinta categoria. Un particolare ringraziamento va al nostro amico Samuel sempre disponibile e cortese”.

Alessandro Faedda (Foto Tennistavolo Norbello)
Alessandro Faedda (Foto Tennistavolo Norbello)

Sulla gara vinta dalla Libertas Ping Pong Monterosello sul Lanusei A interviene Samuel Paganotto. “Abbiamo messo in campo il massimo dell’impegno, ben coscienti che un passo falso avrebbe permesso alle inseguitrici di avvicinarsi pericolosamente. La determinazione ci ha pertanto ripagati con un risultato a tutto tondo, un po’ severo per i nostri avversari (Cuboni Carlo, Cuboni Luca e Floris Andrea) ma molto soddisfacente per noi. Due punti per il sottoscritto, due per Piero Aru ed uno ciascuno per Gianni Palmas e Roberto Musiu, quest’ultimo in grado di dar vita all’incontro più bello della serata contro l’osticissimo Andrea Floris. Complimenti ai miei compagni di squadra ma anche agli avversari che, per nostra fortuna, nella quasi totalità degli incontri iniziavano a carburare solo a risultato già compromesso. Siamo così giunti al giro di boa con un bel risultato che ci auguriamo ci rilanci verso un girone di ritorno ricco di soddisfazioni. Buon Natale a tutti”.

Samuel Paganotto (Foto Gianluca Piu)
Samuel Paganotto (Foto Gianluca Piu)

SERIE D2 GIRONE A: LA LOTTA A DUE CONTINUA

Brinderanno insieme sotto l’albero, in attesa dello scontro diretto del girone di ritorno. Alghero e Santa Tecla Nulvi chiudono la prima parte del campionato convinti dei propri mezzii. I catalani hanno affrontato le Speranze Olbia scendendo in campo con Claudio Cassitta (che pian piano sta ritrovando la sua forma atletica dando una mano alla d2), Massimiliano Salis e Salvatore Serra: entrambi decisivi e in netto miglioramento grazie al programma di allenamento. Una partita a senso unico che fa emergere la netta superiorità tecnica degli algheresi che anche grazie alla maggior esperienza riescono a chiudere il match senza regalare alcun punto agli avversari. 6-0 secco che li mantiene in prima posizione proiettati verso la promozione in d1. “Sono contento di dare una importante mano alla seconda squadra – afferma Claudio Cassitta – ho ripreso gli allenamenti e sto ritrovando la forma fisica per ritornare a giocare con la prima squadra. Sono soddisfatto degli ottimi risultati della squadra, stiamo lavorando tutti insieme per vedere realizzate il prossimo anno una c2 e una d1 competitive. Grazie alla dirigenza capitanata dal presidente Christian Mulas sono convinto che l’obiettivo non sia cosi difficile da raggiungere”.

Il Santa Tecla Nulvi Rossa ottiene la sesta vittoria complessiva superando il Marpin 2007. È stato un bel incontro – conferma Massimo Posadinu – sopratutto perché i miei due punti sono stati quelli decisivi per vincere 4/2. Sapevamo che Marcello Pinna avrebbe avuto la possibilità di ipotecare le sue sfide con chiunque di noi tre incontrasse, e così è stato. Ma sono contento perché per la prima volta dopo tanto tempo sono stati i miei due punti a chiudere la partita. Speriamo di continuare così alla prossima”.

Francesco Zentile (Foto Gianluca Piu)
Francesco Zentile (Foto Gianluca Piu)

I piccoli Blu del Santa Tecla hanno la meglio sulla Libertas Ping Pong Monterosello. “Sono molto contento della prestazione dei miei ragazzi – esclama il presidente anglonese Francesco Zentile – che si sono imposti al termine di incontri equilibrati. Inizia Meloni Paolo che vince la sua prima partita dopo esser andato sotto 5 a 0 al quinto set. Antonio Murgia, rientrato dopo una lunga pausa, vince facilmente le sue partite. Poi spetta ad Antonio Dessena vincere anche lui la sua prima partita. Lasciamo spazio pure a Mario Latte al posto di Meloni: perde 3 a 0 ma gioca bene. Stessa sorte per Antonio Dessena nell’ultima partita. In conclusione ottima partita equilibrata a parte quella disputata da Murgia, tra due squadre giovani alle prime armi. Speriamo che sia di buon auspicio per noi e Sassari per la crescita di questi ragazzi”.

Una fase del match delel giovani leve di Nulvi e Sassari
Una fase del match delel giovani leve di Nulvi e Sassari

La sfida tra Libertas Sassari e Tennis Tavolo Olbia è stata posticipata al 20 dicembre 2015.

SERIE D2 GIRONE B: TENNISTAVOLO NORBELLO IN FUGA

Il match di vertice tra due compagini a punteggio pieno, vede prevalere il team di Norbello sull’Oristano Nero. “Abbiamo vinto nettamente – confida Antonio Ledda – ma nonostante il punteggio rotondo, i nostri avversari, in almeno tre partite, ci hanno fatto soffrire. La prima partita giocata da Eleonora Trudu contro Adolfo Simbula si è conclusa 3-1, ma nascondeva parecchie insidie per la nostra giocatrice che ha sofferto a tratti la doppia puntinata dell’esperto Simbula. Poi è sceso in campo il nostro coach Salvatore Scotto, che a dispetto dell’”avanzata” età (speriamo che non legga il commento), ha dominato il troppo nervoso Carlo Maulu, infliggendogli un pesante 3-0. Per la terza partita sono sceso in campo io contro Pierpaolo Cubadde e, onestamente, nonostante la vittoria per 3-1, posso dire di non aver giocato una delle migliori partite. Da subito ho mostrato di avere difficoltà con la sensibilità, mentre il mio avversario pareva non soffrire per niente la mia puntinata lunga. I quattro set sono stati sofferti e l’ultimo è finito ai vantaggi 12-10, dopo che avevo rischiato di perderlo malamente. Ritornano in campo Eleonora contro Maulu, il quale sempre più nervoso ha perduto ancora con un netto 3-0. La nostra giocatrice invece ha trovato la sicurezza nei colpi e questo le ha permesso di giocare più disinvolta set dopo set.

Antonello Ledda impegnato nel match contro l'Oristano Nero (Foto Gianluca Piu)
Antonello Ledda impegnato nel match contro l’Oristano Nero (Foto Gianluca Piu)

Il quinto punto l’ho portato a casa io contro Adolfo e, come capitato precedentemente ad Eleonora, anche io sono riuscito a giocare più sciolto e ad impormi per 3-1. Nell’ultima partita, il nostro allenatore ha fatto subentrare al suo posto Peppe Mele, autore di una bella prestazione culminata con il risultato di 3-1. Questa vittoria ci permette di conquistare la vetta della classifica e terminare il girone di andata a punteggio pieno. Ora ci tuffiamo nel campionato Veterani che Sabato prossimo ci vedrà esordire in casa insieme ad altre nove squadre nel primo concentramento che sarà organizzato proprio dalla mia società nella palestra di Via Azuni. Arrivederci a tutti e alla prossima”.

Nell’altro match del girone l’Oristano Azzurro ha avuto ragione del Tennistavolo Paulilatino con la doppia realizzazione di Daniele Vacca e punti singoli di Stefano Gregu e Lorenzo Salaris. Sul 3 a 2, incontro all’ultimo punto tra Vacca e il paulese Giuseppe Mellai che perde ai vantaggi del quinto set. Lo stesso Mellai ha realizzato un punto assieme al suo compagno Giovanni Careddu. Resta all’asciutto il presidente Pasqualino Putzolu.

Il presidente del Paulilatino Pasqualino Putzolu
Il presidente del Paulilatino Pasqualino Putzolu

SERIE D2 GIRONE C: DECIMO BLU IMPLACABILE

Continua la marcia perentoria del Decimomannu Blu. La formazione campidanese supera anche lo scoglio Serramanna con i punti di Carlo Orrù (2), Maurizio Saiu e Daniele Pitzanti. Dopo aver preso un bel margine di vantaggio (3-0) i padroni di casa hanno subito una doppia sconfitta con Mariano Zucca e Marcello Mocci sugli scudi. Il punto finale di Orrù, senza problemi su Beniamino Pillittu, ha fissato il risultato sul definitivo 4 a 2.

Marco Lai (Foto Luciano Saiu)
Marco Lai (Foto Luciano Saiu)

Il San Orione Rosmarino A non ha problemi nell’abbattere le resistenze del Decimomannu Rossa. Vanno due volte a segno Vito Moccia, Marco Lai e Angelo Serri che rilascia questa dichiarazione: “La partita è andata come da pronostico, anche se i set sono stati combattuti, sopratutto le mie due partite finite entrambe al quinto per mancanza di esperienza nel giocare con avversari diversi. Un peccato che sia già finito il girone di ritorno dato il così ridotto numero di squadre nel nostro girone. Per fortuna abbiamo la possibilità di disputare un torneo amatoriale a Cagliari nel quale io e la mia squadra incrementiamo il nostro tasso di esperienza”.

SERIE D2 GIRONE D: FINTES ‘A’ INSISTE

La capolista cagliaritana continua il suo percorso a vele spiegate. Vittima di turno Il Decimomannu Gialla dove ha giocato anche Fabio Ferrabue: “è stata una partita in salita sin dall’inizio. Solo Aldo Franceschi è riuscito a strappare un set ad Alessandro Borea. Io mi sono trovato in difficoltà nel contrastare il gioco degli avversari Riccardo Di Giovanni e Dino Aresu che avevano entrambi gomme puntinate. Leonardo Poddighe non è riuscito anche lui ad arginare il loro gioco, ma si sta allenando anche poco. Cercheremo di preparare meglio il girone di ritorno, approfittando del mese di stop che ci sarà in questo campionato”.

Poco da raccontare della gara svoltasi sabato sera nella palestra di via Vespucci tra La Saetta e l’ASD TT Quartu di Italo Pintor e compagni. “Il risultato riporta un sonante 6-0 a favore dell’avversario – osserva amaramente Francesco Murtas – sempre concentrato ed in partita, al quale vanno i nostri sinceri complimenti. Il girone di andata, purtroppo per noi, si chiude con zero punti in classifica. Pur essendo una squadra da esperienza, si sperava in qualche risultato migliore, sopratutto da parte mia, vista l’esperienza vissuta lo scorso anno in D2. Naturalmente io Francesco Dessì e Francesco Contu non ci daremo per vinti, e nella pausa natalizia lavoreremo duro per affrontare il girone di ritorno in maniera più incisiva”. I punti quartese portano la firma di Marco Atzeri, Massimo Carta, Marco Ancis.

Francesco Murtas
Francesco Murtas

Vittoria anche per la Fintes B su La Saetta Verde. Al punto di Antonello Mura risponde Simone Sebis, poi Antonio Esposito riporta in vantaggio i fintesini, ma nuovamente Sebis ripristina la parità. Ancora Esposito riporta in vantaggio i suoi, e match conclusivo pirotecnico con Amoroso che la spunta su Alessio Picciau solo dopo il quinto set.

SERIE D2 GIRONE E: VINCE LA MURAVERESE

In una fresca domenica mattina, nella palestra di viale Rinascita si sfidano il Muravertwo, ancora a zero punti e la Muraverese. Vince la compagine di Antonio Agostinelli che analizza così l’andamento della disputa. “Iniziano il primo set Federico Mascia e il nostro capitato Cocco Marco che, avanti di due set, si fa raggiungere dall’esile e svelto Federico che poi supera per 3 a 2 il paffutello Marco. Lo stesso Federico poi supera anche il nostro Francesco Marotta che anche lui, cicciotto, nulla può contro Federico che vince 3 set a 1. Nulla possono fare Nicola Macis e Rita Franzo’ contro l’atletico sottoscritto Antonio che si prende 2 punti concludendo 3 a 0 e 3 a 0. Vinciamo noi della Muraverese per 4 a 2 divertendoci. Grazie a tottusu”.

Marco Cocco (Foto Luciano Saiu)
Marco Cocco (Foto Luciano Saiu)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: