Cronache Pongistiche Sardegna del 22 luglio 2015

DOPO GLI EUROPEI IN MAGLIA AZZURRA CARLO ROSSI E JOHNNY OYEBODE SI CONCEDONO UN BREVE MA MERITATO RIPOSO

Nessuna altra medaglia ma risultati al di sopra delle aspettative per i due sardi della Nazionale Italiana Cadetti Carlo Rossi e Johnny Oyebode, impegnati a Bratislava nel Campionato europeo di categoria. Dopo l’argento conquistato nella competizione a squadre assieme a Matteo Mutti e Gabriele Picilulin, i due marcozziani, sempre ben monitorati dal tecnico azzurro Valentino Piacentini, hanno gareggiato negli individuali e nei doppi maschili e misti.

Carlo Rossi e la pallina
Carlo Rossi e la pallina

Carlo da Quartu S. Elena ha sfiorato il podio nel singolo maschile: dopo aver superato Georges (Lussemburgo), Rho (Slovacchia), Amorim (Portogallo), Kolodziejczyk (Austria), è stato fermato ai quarti dal tedesco Xu contro il quale stava conducendo per  2 – 1.

“Nel singolo sono rimasto un po’ deluso – ha ammesso Carlo Rossi – anche se ad inizio competizione mai mi sarei immaginato di poter arrivare tra i primi otto d’Europa, restando in partita nel match che mi avrebbe aperto le porte al podio. Ho avuto delle chance contro un giocatore con cui avevo vinto in precedenza, sapevo che non era impossibile. Purtroppo non sono riuscito a tramutare il sogno in realtà, resta il rammarico di non aver superato un ostacolo che mi avrebbe aperto tante altre possibilità. Questa sconfitta dovrà servirmi come motivazione per le prossime competizioni internazionali”.

Il duo Mutti - Rossi
Il duo Mutti – Rossi

Avventura terminata ai quarti anche nel doppio maschile, in coppia con Matteo Mutti. Dopo aver passato i primi tre turni, gli azzurrini hanno tirato i remi in barca contro la coppia francese composta da De Nodrest e Rolland.

“Nel doppio mi aspettavo questo piazzamento – continua Carlo Rossi – anche se il podio sarebbe stato il massimo. I troppi errori in campo, dovuti molto probabilmente alla stanchezza, ci hanno limitato. Ma questo non toglie che essere arrivati tra i primi otto sia comunque un ottimo risultato”.

In coppia con la compagna di maglia Jamila Laurenti, Carlo ha superato i primi tre turni del doppio misto, ma nei sedicesimi sono stati bloccati dal duo svedese Friis/Holmsten. Il bilancio definitivo di questo europeo si è chiuso in positivo per il giovane della Marcozzi: “L’argento a squadre rappresenta un traguardo insperato alla vigilia – conclude Rossi -sono contento, ma allo stesso tempo consapevole che si sarebbe potuto fare di più. Già dalla fine di agosto sarò impegnato in vari stage, quindi in vacanza ci andrò tanto per dire. Per la prossima stagione i miei sforzi si concentreranno prevalentemente sulle competizioni internazionali. Mi piace pensare in grande e vincere un titolo europeo sarebbe davvero molto gratificante per me. So che sarà molto difficile, ma cercherò di prepararmi al meglio per questo”.

Il tecnico Valentino Piacentini parla con i suoi atleti
Il tecnico Valentino Piacentini parla con i suoi atleti

Esperienza slovacca di crescita anche per John Michael Oyebode. L’asseminese – cagliaritano ha superato due turni nel singolo prima di essere eliminato dal greco Sgouropoulos. I doppi li ha affrontati con Gabriele Piciulin (eliminati ai sedicesimi) e Elisa Armanini (fuori ai sessantaquattresimi di finale).

Ecco le dichiarazioni del figlio d’arte di sangue nigeriano: “Sono veramente soddisfatto del mio europeo sia di singolare, sia di doppio. In singolo ho superato le mie aspettative. Resta un po’ di amaro in bocca per non aver sfruttato l’ottima occasione di entrare nei primi 16 al mio primo europeo. Nonostante tutto sono contento e prendo piazzamento tra primi 32 d’Europa come punto di partenza per l’anno prossimo. Per il doppio ho raggiunto il mio obiettivo, cioè i primi 16. Anche lì c’è stato un po’ di rammarico perchè eravamo 2-2 5-5 con coloro che poi hanno vinto. Quindi ci è dispiaciuto perdere in quel modo, ma comunque sono molto soddisfatto. In generale la contentezza prevale perché teoricamente, in Europa, ero ancora “Minicadet”: per un ‘quasi’ cadet questi risultati sono buonissimi. Dato che l’anno prossimo frequenterò il centro federale di Formia, il mio obiettivo sarà di arrivare molto competitivo agli europei, fare bene le gare internazionali e vincere gli italiani allievi”.

Un ingresso in campo della nazionale italiana cadetti, davanti Rossi e John Oyebode
Un ingresso in campo della nazionale italiana cadetti, davanti Rossi e John Oyebode

 

EFISIO PISANO VITTORIOSO E CRITICO A CAMPOLIGURE

 

Da incessabile giramondo qual è, il bosano Efisio Pisano, classe 1939, timbra il cartellino anche a Campoligure (GE) dove nel corso del primo Torneo Internazionale Veterani, svoltosi la scorsa settimana, è riuscito a conquistare la medaglia d’oro nel singolare over 70 maschile. L’atleta del Cancello di Alghero ha preceduto Gianluca Curti del Cortemaggiore e i due pongisti dell’Athletic Club Genova (società organizzatrice), Luigi Fossati e Franco Ascone.

Efisio Pisano primo agli internazionali di Campoligure
Efisio Pisano primo agli internazionali di Campoligure

Non pago della brillante prestazione, il medico in pensione conquista un altro primo posto nel doppio over 70 maschile in coppia con Gianluca Curti. Si cimenta con profitto pure nelle competizioni riservate ai più giovani perché ottiene la piazza d’onore nel doppio maschile over 50 in coppia con Stefano Pontiggia del TT Brescia. L’atleta della Planargia tende a minimizzare il suo successo e non risparmia giudizi critici: “Il torneo è stato frequentato da appena 35 iscritti; in confronto il mio torneo internazionale primaverile di Bosa va alla grande. La palestra era molto bella, ma la sistemazione logistica non era all’altezza. Nella mia categoria ho inanellato quattro successi consecutivi. In finale ho prevalso per 3-1 con il solito gioco regolare e qualche sporadico attacco. In doppio abbiamo prevalso su una coppia già semifinalista agli italiani”.

 

ETTU CUP: PROTAGONISTE ZEUS QUARTU, TENNISTAVOLO NORBELLO E MARCOZZI CAGLIARI

 

Sono stati diramati i calendari della competizione europea a squadre ETTU Cup 2015 – 16. In quella riservata alle donne Zeus Quartu e Tennistavolo Norbello accedono direttamente al secondo turno che si disputerà tra il nove e l’undici ottobre 2015. La formazione del patron Gianfranco Cancedda è stata inserita in un girone composto dall’ungherese Budaörsi 2i SC, il Tecniges Linares (Spagna), club ospitante, e il G.D. Toledos (Portogallo).

Il club del Guilcer è invece compreso nel gruppo C e volerà a Istanbul per affrontare le padrone di casa dello BBSK, il club spagnolo CTT Balaguer-Villart Logistic e il Thessaloniki (Grecia).

Logo ETTU CUP
Logo ETTU CUP

Esordio ugualmente a Istanbul, ma ad agosto, per la formazione della Marcozzi impegnata nel primo turno della ETTU Cup maschile. Dal 21 al 23 parteciperà ad un raggruppamento che comprende GD Toledos (Spain), Istanbul BBSK (Turkey), NTK Iliria (Slovenia), Montoutojas (Lithuania

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: