Cronache Pongistiche del 19 novembre 2014

 DI NUOVO SERIE A

Dopo quasi un mese di sosta tornano in campo i protagonisti della massima serie maschile e femminile. La prima a riprendere confidenza con una gara ufficiale casalinga sarà la Marcozzi che venerdì (h. 19.00) giocherà un match delicato contro il Cral Roma, attualmente terza forza del campionato. I rossi sono alla ricerca della prima vittoria stagionale e potranno contare sull’apporto di un pubblico trascinante.

Luigi Rocca della Marcozzi di A1 (Foto Tomaso Fenu)
Luigi Rocca della Marcozzi di A1 (Foto Tomaso Fenu)

Il giorno dopo i riflettori della serie A1 si spostano a Norbello dove a partire dalle 18.30 si darà vita alla ormai collaudata partita doppia. Come sempre gli spettatori potranno assistere in contemporanea sia al match femminile tra le padrone di casa vice campionesse d’Italia e le alto atesine dell’Eppan (ancora a zero punti), sia a quello dei ragazzi che affronteranno a viso aperto la formazione di centro classifica del Cus Torino. Trasferta in Lombardia per lo scudettato Zeus Quartu che farà visita alla sempre pericolosa Bagnolese: c’è in palio il posto di vice capolista.

Tian Jing dello Zeus Quartu (Foto Gianluca Piu)
Tian Jing dello Zeus Quartu (Foto Gianluca Piu)

Sempre di sabato, ma alle 19.00, la Marcozzi di A2 maschile, dopo la pausa forzata della scorsa settimana, causa allarme meteo, ospiterà il Città di Sessa Aurunca.

Sarà un fine settimana nutrito con la disputa anche del concentramento di A2 femminile a Termeno con protagoniste Tennistavolo Norbello e Zeus.

La Thailandese del Norbello Pam impegnata nel concentramento di A2 (Foto Gianluca Piu)
La Thailandese del Norbello Pam impegnata nel concentramento di A2 (Foto Gianluca Piu)

Concentramento oltre Tirreno anche per le formazioni della Muraverese, Azzurra Cagliari e Muravera che militano nel girone G di B femminile. L’appuntamento per loro è a Roma presso le strutture del TT L’Isola che non c’era.

Delphine Perrodin giocherà il concentramento di B femminile con l'Azzurra (Foto Fabio Bernardini)
Delphine Perrodin giocherà il concentramento di B femminile con l’Azzurra (Foto Fabio Bernardini)

Già dallo scorso fine settimana sono ripresi i restanti campionati nazionali e regionali di cui in basso si possono leggere i commenti e le interviste.

Le competizioni a squadre proseguiranno consecutivamente per altre due giornate, seguirà una pausa per i tornei e poi altre due giornate prima dell’interruzione natalizia.

SERIE B1: DUE SCONFITTE PER LE SARDE

Combattuto e ben giocato, l’incontro casalingo della 3^ giornata del campionato Nazionale di B1 maschile di tennistavolo tra la Libertas Sassari e i laziali dell’Eureka Roma. Purtroppo Alberto Ticca, Marco Sarigu e Tonino Pinna, si sono dovuti arrendere per 5-2. Il capitano Tonino Pinna l’ha vista così: “Sinceramente di più non potevamo chiedere a una squadra giovane come la nostra, che ha come obbiettivo primario la salvezza e la crescita di giovani come Ticca e Sarigu. Si ci siamo dovuti arrendere, ma a giocatori di assoluto livello tecnico-tattico e di maggiore esperienza, mostrando però progressi, soprattutto dal punto di vista della convinzione e determinazione”. La bandiera della società turritana racconta il match: “L’incontro cominciava bene: vincevo facilmente 3-0 contro Marco Colantoni. A seguire Alberto Ticca, con Fabio La Rosa, perdeva la migliore partita di tutto l’incontro, arrendendosi al quinto set. Poi Marco Sarigu soccombeva 3-0 con uno dei migliori giocatori del campionato, Antonio Morgante, il quale ha militato per tanti anni nella Nazionale Italiana Giovanile e Assoluta, e ha inoltre partecipato a tanti campionati di serie A1. Anche io mi devo arrendere all’ostico Fabio La Rosa per 3 set a 1, in una partita molto tirata in tutti i suoi parziali. Marco Sarigu si sbarazzava agevolmente di Marco Colantoni per 3-0. Nulla ha potuto Alberto Ticca contro Antonio Morgante n.1 della squadra ospite, perdendo per 3-0. Infine Marco Sarigu viene sconfitto da Fabio La Rosa per 3 set a 1”.Sabato prossimo i sassaresi saranno di scena a Terni, sul campo della capolista TT Campomaggiore.

Tonino Pinna della Libertas Sassari
Tonino Pinna della Libertas Sassari

Nel girone sud terza battuta d’arresto consecutiva del Muravera che si arrende al forte Siracusa. “La formazione siciliana si è dimostrata una grandissima squadra – spiega il sarrabese Stefano Macis – che lotterà sicuramente per la vittoria del campionato. Purtroppo la partita l’ abbiamo persa 5-0 come da pronostico. Per quanto mi riguarda sono rammaricato per aver perso il quarto incontro al quinto con uno più avanti di me in classifica. I miei compagni di squadra Nicola Pisanu e Leonardo Marino hanno giocato secondo le loro possibilità avendo dovuto misurarsi con atleti di grande spessore. In conclusione il livello del campionato è molto alto rispetto alle nostre possibilità, ma ci servirà come esperienza”

Stefano Macis del Muravera (Foto Luciano Saiu)
Stefano Macis del Muravera (Foto Luciano Saiu)

SERIE B2: MARCOZZI INARRESTABILE

MURAVERESE PERDE CON ONORE

Veleggia a punteggio pieno la formazione cagliaritana che non ha trovato ostacoli insormontabili nella tana del Roma 12. “Siamo molto felici del 2-5 conclusivo – rimarca il siliquese Federico Concas – perché stiamo avendo il merito di non prendere con leggerezza nessuna avversaria. E riusciamo pure a sopperire alle difficoltà insite nella trasferta in sé visto che anche domenica scorsa ci siamo dovuti svegliare alle primissime ore del mattino per prendere l’aereo. Una nota di merito la spendo per il mio compagno Johnny Oyebode perché migliora settimana dopo settimana. Per quanto riguarda invece l’altro mio compagno Massimo Ferrero devo ammettere che nella gestione mentale degli incontri abbia fatto dei passi da gigante. E poi dulcis in fundo arrivo io; e anche in questo caso la soddisfazione è massima per la mia prima vittoria stagionale. Purtroppo ho cominciato con molto ritardo la preparazione e all’inizio ne stavo pagando le conseguenze. Per fortuna che c’è anche Mario Bistrussu che completa il poker di una squadra molto affiatata che ha come scopo primario la salvezza. Ma allo stesso tempo spero che i risultati positivi continuino”.

Federico Concas della Marcozzi (Foto Gigi Loi)
Federico Concas della Marcozzi (Foto Gigi Loi)

Secondo stop consecutivo per la Muraverese, stavolta nella Valle del Sacco. Riccardo Dessì ne commenta l’esito: “Affrontiamo il Collefferro, un’ottima squadra e Marcello Porcu subito fa il punto su Del Bravo. Io, senza essere a buoni livelli come un mese fa, vinco comunque 3-0 su Costanzi. Sul punteggio di 2-0 per noi Michele Buccoli si trova ad affrontare Ferranti e seppur conducendo per 9-7 al quinto, purtroppo perde. Da lì inizia un’altra partita: io senza giocare perdo con Del Bravo, Marcello con Ferranti, Michele con Costanzi. 4-2 per loro e io sotto 2-0 contro Ferranti e ancora senza tirare top. In quel momento dico “ci provo” e senza pensarci troppo decido di tirare il top in ogni situazione di punteggio e riesco a portare a casa la partita. Entra Michele con Del Bravo e si porta subito 2-0; poi il laziale aumenta l’intensità del gioco e la partita precedente è fresca nei ricordi. Non commettendo grossi errori subisce comunque la rimonta e perdiamo 5-3”.

Riccardo Dessì della Muraverese (Foto Tomaso Fenu)
Riccardo Dessì della Muraverese (Foto Tomaso Fenu)

SERIE C 1: GUSPINI E LA SAETTA INSEGUONO PETER PAN

La capolista Isola Peter Pan Roma approfitta della trasferta sarda per giocare due gare in due giorni. E ottiene altrettante vittorie conservando il pieno punteggio. La prima tappa è a Iglesias contro la locale ITC Enrico Fermi. Il sulcitano Giovanni Siddu ne racconta le fasi: “Partita per noi molto importante per cercare di uscire dall’inferno della classifica. Abbiamo sfiorato il colpaccio in diverse occasioni, infatti sia io, sia Bruno Pinna e anche Roberto Pili potevamo strappare benissimo un punto a Matteo Carletti, autore di tre punti. Purtroppo ciò non è successo; un po’ perchè da parte mia ho ripreso ad allenarmi da poco tempo. Bruno invece ha avuto un calo di concentrazione a causa dell’eccessiva tensione. Apre le danze Bruno che batte 3 a 1 Riccardo Carletti, senza grosse preoccupazioni. La partita successiva vede opposto Giancarlo contro Liberatori, n° 470 in Italia: il nostro compagno nulla può anche perchè Liberatori dimostra di non soffrire la puntinata di Giancarlo; finisce 3 a0. A seguire la partita che avrà un certo peso per l’esito dell’incontro, tra me e Matteo Carletti: vinco i primi due set abbastanza bene controllando il gioco; poi non sono più riuscito a rispondere al servizio in maniera efficace e perdo nettamente i restanti tre set. Bruno riporta in parità l’incontro disputando una bella partita sopratutto dal punto di vista del gioco: batte Liberatori 3 a 0. Subito dopo ci portiamo in vantaggio con il mio punto su Riccardo Carletti. Sul 3 a 2 per noi entra Roberto Pili al posto di Giancarlo che riesce ad arrivare sino al 5 set , ma alla fine prevale Matteo Carletti 11 a 8. Sul 3 pari vinco anch’io contro Liberatori, vittoria che mi dà una certa soddisfazione perchè in classifica lui è circa 400 posizioni avanti a me. Siamo 4 a 3 per noi, gioca Bruno contro Matteo Carletti: l’ospite ha la meglio, favorito da qualche attimo di eccessiva tensione da parte di Bruno. Infine sul quattro pari, per scongiurare ogni pericolo, la squadra capitolina fa entrare il suo giocatore di riserva, Carbotta Giuseppe n° 425 in Italia: contro Roberto finisce 3 a 0. Sabato ci giochiamo un’ altra partita importantissima, contro il Castello di Roma; sappiamo di essere sfavoriti ma venderemo cara la pelle”.

Bruno Pinna dell'ITC Enrico Fermi di Iglesias (Foto Tomaso Fenu)
Bruno Pinna dell’ITC Enrico Fermi di Iglesias (Foto Tomaso Fenu)

Il giorno successivo la compagine romana va nel Sarrabus per affrontare la Muraverese per l’anticipo della settima giornata d’andata. Termina 2 a 5 con il solo Luigi Pusceddu, tra i padroni di casa, capace di ottenere due punti. “Dopo la sconfitta dello scorso anno – rileva il laziale Matteo Carletti – siamo arrivati più in forma e rinforzati. Abbiamo affrontato una valida squadra e siamo soddisfatti per questi due punti importanti che abbiamo portato a casa. I nostri avversari sono stati, nonostante qualche sfogo agonistico, comunque ospitali (pure i pasticcini), in virtù della lunga amicizia fra le due società. La nostra squadra quest’anno è ben attrezzata e motivata e sono molto contento del mio personale rendimento, frutto di sette vittorie e tre sconfitte”.

Matteo Carletti dell'Isola Peter Pan Roma
Matteo Carletti dell’Isola Peter Pan Roma

Ma alle spalle del club laziale conservano un ruolino di marcia impeccabile anche le isolane Guspini e La Saetta. La formazione del Medio Campidano non lascia scampo al Castello Roma: “La partita ci vede in partenza favoriti – dichiara Michele Lai – però nonostante il finale sia stato 5 a0 in nostro favore tutte le partite sono state tirate. Inizio io contro Angiolella e per la prima volta ne esco vincitore per 3-1 dopo molta pazienza. Segue la vittoria di Riccardo Lisci su Marzulli per 3-2 in un match che il romano getta alle ortiche dopo un’iniziale supremazia che però scuote Riccardo nel finale verso la rimonta. Arriva il turno di Francesco Lai che sciorina colpi d’alta classe contro Marcolini e vince 3-1. Infine Riccardo batte 3-1 Angiolella e io in un match brutto e con troppe retine a mio vantaggio supero Marcolini 3-2”.

Francesco Lai del Guspini (Foto Tomaso Fenu)
Francesco Lai del Guspini (Foto Tomaso Fenu)

A raccontare il derby tra la squadra quartese e la Muraverese è Christian Ferro: “Inizia subito male perché io e Claudio Rossi perdiamo da Roberto Chessa e Luigi Pusceddu che anche grazie ai consigli di Sandro Poma e Andrea Manis dalla panchina, disputano una buona gara vincendo 3-1. Mattia Contu continua a dare sicurezza concedendo solo un set in tre partite disputate. Negli altri due incontri io vinco al quinto set con estrema fatica e un po’ di esperienza contro un buon Luigi e Claudio si riscatta della sconfitta vincendo 12-10 al quinto set una partita iniziata 2-0 sotto contro Andrea Piras. Per i risultati siamo soddisfatti, non altrettanto possiamo dire per il gioco. Ora arrivano le partite più difficili e domenica a Roma ci potremo rendere conto a che punto siamo. Sono fiducioso”.

Claudio Rossi de La Saetta (Foto Tomaso Fenu)
Claudio Rossi de La Saetta (Foto Tomaso Fenu)

Finalmente un esito felice per Il Cancello Alghero che fa suo il match in casa dello Zeus Quartu. “Sono molto soddisfatto della squadra – analizza un radioso Fabio Costantino, vice presidente del sodalizio catalano – apparsa in crescita dopo un inizio non brillante. La nostra formazione titolare (Carlo Fois, Marco Tiloca e Maurizio Muzzu) ha mostrato soprattutto carattere contro l’ottima Zeus di Quartu: il risultato è stato un incontro molto tirato che ci ha visto vincitori per 5-4. Questo ci ha permesso di abbandonare lo zero in classifica e soprattutto ci dà fiducia per i prossimi impegni. Il fatto positivo è che tutti i titolari hanno realizzato dei punti (2 Fois, 2 Tiloca e 1 Muzzu), cosa non facile contro degli avversari molto ostici, tra cui Giancarlo Carta autore di tre punti. Speriamo di continuare su questa linea in un campionato dove ogni partita presenta delle insidie, dato il livello delle squadre avversarie”.

a dx Maurizio Muzzu de Il Cancello Alghero
a dx Maurizio Muzzu de Il Cancello Alghero

SERIE C2: LIBERTAS SASSARI SOLA AL COMANDO

LA MARCOZZI FRENA IL QUARTU CELESTE

Tutto facile per il club turritano che vince a mani basse sul campo dell’Oristano Giallo. L’analisi del vincitore Luca Baraccani: “Partita cominciata con la mia vittoria su Nicola Cuccureddu per tre a zero in maniera abbastanza agevole. Poi Alberto Ganau contiene un buon Piergiorgio Mura sul tre a uno, quindi Luca Pinna fa lo stesso risultato con Francesco Garau, che gioca bene, ma non riesce a contenere gli attacchi continui e pesanti dell’esperto sassarese. Tocca nuovamente a me contro Mura, il risultato e’ ancora di tre a zero. A partita chiusa, prima Pinna contro Garau e poi Ganau contro Cuccureddu chiudono l’incontro con altri due vittorie convincenti per tre a zero”.

Luca Baraccani della Libertas Sassari
Luca Baraccani della Libertas Sassari

La lotta per la vetta della classifica di serie C2 – aggiunge Pierluigi Montalbano – pone questa stagione una serie di contendenti che accenderà l’interesse per questo campionato. Fra le più accreditate ci sono quella dei giovani della Marcozzi e il Quartu Celeste, autori di una sfida che è terminata in pareggio 3-3 dopo che i neopromossi ragazzini terribili si erano portati sul 2-0 sugli esperti quartesi grazie al punto di Edoardo Loi su Zanelli e, soprattutto, di Marco Poma sul nigeriano Oladimeji Bisiru Taiwo. Il rovesciamento dell’incontro avviene con Mario Bordigoni che supera Mattia La Gaetana. Scendono in campo i due big della squadra ospite, Lampis e Oladimeji che superano rispettivamente Loi e La Gaetana. Il punto del pareggio per i locali è ottenuto da Marco Poma che riesce ad imporsi su Mario Bordigoni in un difficile match nel quale mette in mostra le sue qualità di attaccante veloce e preciso. Il campionato mostra già i suoi gioielli e l’avvincente calendario pone incontri interessanti a ogni giornata”.

Marco Poma ha compiuto una grande impresa (Foto Tomaso Fenu)
Marco Poma ha compiuto una grande impresa (Foto Tomaso Fenu)

Inaspettato pareggio in quel di Monserrato per la squadra di casa contro il forte Guilcer Ghilarza. Punti ben distribuiti per la squadra del presidentissimo Sandro Picciau che va a segno con Marco Saiu, Alberto Puzzoni e Franco Esposito rispettivamente su Davide Pusceddu, Mario Marchi e Ignazio Calderisi. “Partiamo molto tranquilli – afferma Marco Saiu – sicuri del nostro uomo forte Puzzoni che però soffre il gioco particolare di Briam Mele. Ci pensa Franco Esposito a pareggiare i conti. A seguire un match molto bello tra un poco allenato Pusceddu e un furbo Saiu che alla fine la spunta in una partita molto equilibrata. Nel quarto incontro Puzzoni lascia le briciole a Marchi e sul punteggio straordinario di 3 a 1 per il Monserrato iniziamo a crederci. Mele fa a fettine un Saiu senza soluzioni e Davide Pusceddu si riscatta battendo Franco Esposito sempre molto generoso. Nonostante fossimo vicini alla vittoria, il pareggio sta stretto soprattutto al Ghilarza che essendosi rinforzato molto durante questa sessione di mercato, può potrà dire la sua fino alla fine del torneo, mentre per noi c’è ancora tanto da lavorare”.

Marco Saiu del Monserrato (Foto Tomaso Fenu)
Marco Saiu del Monserrato (Foto Tomaso Fenu)

Scontro che anticipa la lotta per la salvezza quello disputato a Lanusei fra la squadra locale e il Quartu. “È terminato con un giusto pareggio 3-3 – continua Pierluigi Montalbano – dopo una maratona di oltre tre ore che ha visto protagonista per i locali il forte difensore Francesco Spatara, al suo esordio in campionato, autore di due punti sofferti sui quartesi Luigi Congiu e Stefano Riva.

Pierluigi Montalbano in versione coach (Foto Tomaso Fenu)
Pierluigi Montalbano in versione coach (Foto Tomaso Fenu)

A pareggiare le sorti dell’incontro, per gli ospiti c’è il sempreverde Montalbano che riesce a superare Franceschi e Piroddi dimostrando di attraversare un buono stato di forma fisica. Un punto a testa per Luigi Congiu su Ubaldo Franceschi e Carlo Piroddi su Stefano Riva chiudono l’incontro. Le due compagini dovranno soffrire fino all’ultima giornata, insieme a Oristano, per tentare una salvezza parecchio difficile. Solo una delle tre rimarrà in serie C, e la lotta sarà vinta da chi riuscirà a mantenere saldi i nervi fino all’ultimo punto dell’ultima giornata”.

Ubaldo Franceschi dello Sporting Lanusei
Ubaldo Franceschi dello Sporting Lanusei

SERIE D1 A: IL TANDEM AZZURRA A – LA SAETTA INSISTE

Le due compagini del sud Sardegna veleggiano a punteggio pieno grazie ad altrettanti successi esterni. L’Azzurra A ritorna a mani piene dal sempre ostico tavolo del Top Suelli. “È stata una partita più semplice del previsto quella di Suelli – argomenta Maurizio Piano – che abbiamo messo al sicuro già dopo le prime quattro partite, soprattutto grazie alla vittoria del nostro Vincenzo Salustro su Salvatore Garau, conquistata per 3-2 al termine di una gara molto combattuta, e a quella di Massimo Atzeni su Marco Verminetti, l’avversario più pericoloso nelle file dei nostri avversari e ancora imbattuto. Un 3-0 quello di Atzeni conquistato grazie a una bella partita sia sotto il profilo tecnico che agonistico; solo nel secondo set Verminetti è andato vicino alla vittoria, ma dall’8-10 Atzeni è riuscito a recuperare e vincere 12-10 grazie ai tre servizi avuti a disposizione. Gli altri due incontri, il primo e il quarto, li ho invece vinti io, entrambi per 3-0, contro Sirigu e Garau. Le ultime due partite, ininfluenti ai fini del risultato finale, hanno invece visto le sconfitte di Anna Podda, subentrata ad Atzeni, per 3-2 contro Sirigu, bravo nel recuperare da una situazione che lo vedeva sotto di due set, e di Salustro contro Verminetti per 3-0”.

Il saettino Alberto Manos dà conto su i due punti conquistati nell’impianto del Monserrato: “Partita sulla carta insidiosa contro il club dell’ex Giuseppe Lepori, Walter Casti e Gianfranco Soi. Tuttavia siamo riusciti a portare a casa una bella vittoria per 5-1 grazie a due punti miei su Walter (3-0) e Gianfranco (3-1), due punti di Luca De Vita su Giuseppe (3-2) e Gianfranco (3-0) e uno di Giampaolo Manca su Lepori (3-0) giocando una gran bella partita. Per il Monserrato, sul 5-0 per noi, il punto della bandiera lo conquista Walter su Giampaolo (3-2)”.

Alberto Manos de La Saetta (Foto Tomaso Fenu)
Alberto Manos de La Saetta (Foto Tomaso Fenu)

Muovono finalmente la classifica l’Azzurra B e il Decimomannu. Sugli esiti del match vinto all’Oratorio del San Orione Rosmarino di Carbonia la cronaca è del presidente-giocatore Gianni Pomata: “Si trattava di una partita importante perché eravamo ancora a quota zero in classifica. Per fortuna l’ottima forma di Alessandro Polese e di Luna Aprile, hanno archiviato la partita. In modo particolare le vittorie nette per 3 a 0 di Luna con i due più forti della squadra avversaria (Lai e Pittau) ci lasciano ben sperare anche per il prossimo raggruppamento della serie B femminile. Gli altri due punti sono arrivati da Mauro Serra (3 a 2 contro Moccia) e l’ultimo l’ho fatto io (3 a 0 su Serri subentrato a Pittau)”.

Gianni Pomata dell'Azzurra (Foto Tomaso Fenu)
Gianni Pomata dell’Azzurra (Foto Tomaso Fenu)

Il decimese Maurizio Saiu può fare un gran sospiro di sollievo per i preziosi punti incamerati contro la Muraverese: “Finalmente abbiamo giocato meno tesi e più concentrati contro una squadra che sicuramente si è indebolita dalla “promozione” di Andrea Piras, ma che non è per nulla facile da affrontare. Ultimamente siamo riusciti ad allenarci almeno un pochino e se riusciremo a anche ad avere un barlume di continuità penso non potremo che migliorare. Per la cronaca, abbiamo iniziato in salita con la mia sconfitta 11-9 al 5° set contro Luca Paganelli che non incontravo da tempo e che ho trovato migliorato veramente tanto. Nella seconda partita Daniele Pitzanti ha vinto contro Gianluca Mattana in un incontro tiratissimo finito anche questo al 5° set. Con un punto di Carlo Poddighe 3-0 contro Alice Mattana e uno mio contro Gianluca andiamo 3-1 e facciamo un pensiero alla vittoria che arriva con il punto di Daniele su Alice dopo il punto del 3-2 di Luca Paganelli su Carlo Poddighe. Speriamo che sia la prima vittoria di una lunga serie, visto che questa formazione, anche nel campionato di D1 2012/2013 non aveva mai vinto”.

a sx Maurizio Saiu in versione tecnico (Foto Tomaso Fenu)
a sx Maurizio Saiu in versione tecnico (Foto Tomaso Fenu)

SERIE D1 B: MONOLOGO NULVI AL VERTICE

IL MONTEROSELLO BLOCCA L’ORISTANO BLU

Grazie al successo casalingo sul neopromosso Sporting Lanusei B la formazione anglonese dà un importante sussulto alla graduatoria. “Abbiamo preparato questa partita con grande attenzione per tutta la settimana – confessa il tecnico giocatore rumeno Cristian Mateiu -perché era importante per noi conservare la vetta della classifica. I miei ragazzi hanno cominciato bene e rimanendo concentrati per tutto il match sono riusciti ad imporsi in tutte le partite disputate. Gli avversari hanno combattuto punto su punto ma la nostra maggior determinazione ha fatto si che la partita si risolvesse a nostro favore. Rimaniamo imbattuti e aumentano le nostre possibilità di promozione, anche se siamo solo all’inizio del campionato. La speranza è di continuare lo stesso percorso. l miei compagni di squadra, Francesco Ara e Roberto Caddeo, hanno giocato molto bene questa partita, sapevano che la posta in palio era importante. Il loro gioco cresce ogni settimana, li vedo sempre più coinvolti negli allenamenti quotidiani. Sono giovani desiderosi di vincere e vogliono conoscere tutti i segreti di questo bellissimo sport. Mi congratulo con loro per l’ultima prestazione offerta e mi piacerebbe vederli  tutti i giorni così determinati e anche di più. Contro il Lanusei hanno ascoltato i miei consigli e hanno messo in pratica quello che facciamo in allenamento durante la settimana. E i risultati stanno cominciando ad affiorare”.

Il tecnico giocatore del Nulvi Cristian Mateiu
Il tecnico giocatore del Nulvi Cristian Mateiu

L’impresa della giornata la compie il Ping Pong Monterosello Sassari che blocca la marcia dell’ex capolista Oristano Blu, candidandosi ad essere anch’esso team da zone alte. “Rientriamo da Oristano con un bel pareggio – sottolinea Samuel Paganotto – frutto di una ottima prestazione da parte di Salvatore Coghe per gli oristanesi, e di un super Luca Pilo per noi, entrambi vittoriosi nei due incontri da loro disputati. Il terzo punto veniva messo a segno, per gli oristanesi, da un ormai recuperato Mario Littarru, in forma come un tempo, e dal sottoscritto che solo grazie ad un pizzico di fortuna riusciva ad avere la meglio sul battagliero Carlo Carta al quinto set. Nessun punto per il nostro pur bravo Piero Aru che nonostante l’impegno non riusciva a sviluppare i livelli di gioco che conosciamo. Nel complesso un pareggio che credo soddisfi entrambe le formazioni”.

Samuel Paganotto del Monterosello
Samuel Paganotto del Monterosello

Primo e importante punto per il Tt Oristano Rosso che prende il pareggio nella difficile trasferta di Alghero. Il resoconto nelle parole dell’oristanese Carlo Maulu: “Partiamo bene con Emanuele Marras che vince su Marco Cassitta per 3-0 e porta i suoi compagni di squadra sullo 0-1 dopo un incontro abbastanza equilibrato. Dopo è la volta di Adolfo Simbula che nulla può contro il più grintoso Christian Mulas (3-1) e partita che va sul 1-1. La gara seguente mi vede opposto al padrone di casa Salvatore Motzo, bravo nel mettermi in seria difficoltà con la sua gomma puntinata (3-0); e l Alghero si porta in vantaggio sul 2-1. Dopo un’ estenuante battaglia contro Mulas, Marras vince (3-2), dà fiducia ai suoi compagni e si va sul 2-2. Sulla quinta partita è il mio turno: al quarto set perdevo 9-5, e con “insolita” pazienza riesco ad andare sul 9-9 e a vincere la partita con due servizi vincenti contro un Cassitta stranamente più falloso di me. 3-2 in nostro favore. È la volta del mio compagno di squadra Ado Simbula contro Motzo: perde per 3-0 con risultato finale che si fissa sul 3-3. Questo pareggio ci fa ben sperare per il proseguo del campionato; ora dimentichiamo questa trasferta e pensiamo già al prossimo incontro sperando che arrivi la prima vittoria”.

Carlo Maulu dell'Oristano Rosso
Carlo Maulu dell’Oristano Rosso

“Quello tra Neoneli e Nulvi Rosso è stato un vero e proprio scontro diretto per non retrocedere – sentenzia Alessandro Faedda – nonostante fossimo appena alla terza giornata. Inizio io contro Stefano Conconi col quale vinco abbastanza facilmente. Poi ci ritroviamo sotto due a uno dopo le vittorie di Massimo Posadinu su Agostino Campanello e di Marcello Bianco su Ignazio Piras. Viene di nuovo il mio turno; in quattro set riesco ad avere la meglio su Posadinu. Siamo due pari e a portarci in vantaggio é Ignazio Piras che finalmente si sblocca e regala alla squadra il suo primo punto in campionato. Infine chiude agevolmente Campanello con un tre a zero su Bianco, il loro migliore giocatore”..

SERIE D2 A: LIBERTAS SASSARI SOLITARIA

Grazie ai due punti scaturiti dal derbissimo in famiglia la Libertas Sassari prosegue la sua marcia verso il titolo di campione d’inverno. Marcello Cilloco fa una disamina della sfida: “ Io e Gigi Scudino (entrambi reduci da un infortunio), e Sandro Renna abbiamo giocato contro le ragazze del Monterosello: Chiara Scudino, Giulia Carta, Martina Bonomo e Emanuela Piras. Nonostante il risultato netto dettato da un po’ d’esperienza in più, hanno fatto vedere notevoli progressi grazie agli insegnamenti del coach Idini”.

Giovani pongiste del Monterosello
Giovani pongiste del Monterosello

Ad una lunghezza di distacco segue l’Alghero vincitore a mani basse sul Nulvi C grazie ai punti incassati da Massimiliano Salis, Maurizio Lipari e Salvatore Serra.

Gara equilibrata quella tra Olbia e Marpin 2007. Lo conferma il pongista gallurese Pier Paolo Melis: abbiamo affrontato una squadra solida; Marcello Pinna è di serie superiore, Maurizio Ledda tecnicamente ben preparato. Grazie alle loro prestazioni hanno fatto patta con i nostri Stefano Corda (che è riuscito a portare via un set a Marcello Adriano), io (che ho sofferto ma poi battuto Ledda) e Piergiuseppe Russino (che non è riuscito con l’esperienza a superare la tecnica di Ledda). Buono l’esordio di Gaspare Piccinnu che poco ha potuto con il forte Marcello Pinna”.

Pier Paolo Melis dell'Olbia
Pier Paolo Melis dell’Olbia

SERIE D2 B: TENNISTAVOLO NORBELLO E GUSPINI “A” FANNO LA DIFFERENZA

In attesa del big match di sabato prossimo, le due favorite del campionato vincono entrambe in trasferta. Tra le vittime del vortice norbellese c’è anche il giovane del Guspini “B” Raffaele Sanna che commenta così: “La partita svoltasi domenica a Guspini è stata divertente e fin da subito a senso unico. I nostri avversari hanno mostrato di essere molto determinati e concentrati. Dal nostro canto abbiamo provato a fare tutto il possibile per metterli in difficoltà ma non è bastato. Devo comunque riconoscere che seppur noi non abbiamo vinto ancora una partita, possiamo dire la nostra perché lavorando per raggiungere degli obbiettivi prima o poi si viene ripagati. Infine voglio rimarcare le ottime prove dei miei compagni Cristiano Melis, Francesco Broccia e dei nostri avversari (Silvio Dessì, Antonio Ledda e Giuseppe Mele) che costituiscono una squadra forte”.

Raffaele Sanna del Guspini B (Foto Tomaso Fenu)
Raffaele Sanna del Guspini B (Foto Tomaso Fenu)

Non di meno l’impeto del Guspini A che provoca il primo dispiacere stagionale all’ex capolista Cagliari TT. Le prime tre gare sono di marca mineraria con Massimiliano Broccia, Fabrizio Melis e Gioele Melis sugli scudi. Il punto della bandiera arriva al quarto incontro con Mariano Zucca. Poi di nuovo buio pesto con Broccia e Fabrizio Melis che si impongono nettamente.

Fabrizio Melis del Guspini (Foto Tomaso Fenu)
Fabrizio Melis del Guspini (Foto Tomaso Fenu)

Scontro nei bassi fondi tra le due cagliaritane Fintes A e Saturnia. Prevale la formazione di casa che lascia un solo punto agli avversari. Vanno a segno Antonio Esposito, Antonello Mura, Hai Jiang e Alessandro Amoroso.

Tra i perdenti ha voglia di parlare Guglielmo Casale: “Con un risultato così è chiaro stabilire che l’esperienza della Fintes ha fatto da padrone. Ne so qualcosa io e Gabriele Martini e che abbiamo dovuto subire gli effetti, seppur puntinati, degli avversari. L’unica nota positiva della Saturnia è il punto firmato da Delia Sanna, un buon maestro per i suoi allievi e una garanzia per la sua squadra”.

SERIE D2 C: MONSERRATO A PUNTEGGIO PIENO

Tre vittorie su tre gare. Il Monserrato fa sul serio e lo dimostra battendo la Marcozzi del coach Tore Scotto. “Superiamo agevolmente la formazione cagliaritana – puntualizza Andrea Zuccato – anche se l’incontro, sulla carta, sembrava difficile. Grazie alle nostre ottime prestazioni riusciamo a portare a casa un secco 6 a 0 Sempre lusinghiere le uscite di Lorenzo Piras che vince prima con Edoardo Soro e poi con Andrea Franceschi. Il nostro presidente Sandro Picciau supera facilmente Franceschi per 3 a 0 ed io vinco senza patemi d’animo con Giaime Porcu e Soro. Chiude Marco Sanna che si impone senza problemi su Porcu. Sono molto soddisfatto della squadra che si sta dimostrando solidissima; io e Lorenzo finora non abbiamo mai perso, Marco ha l’80% ma anche tutti gli altri componenti si sono sempre fatti trovare prontissimi. La cosa più importante adesso è non perdere la concentrazione per arrivare sempre in vetta all’incontro con la Fintes B, decisivo per chiudere al primo posto il girone di andata”.

Andrea Zuccato del Monserrato (Foto Tomaso Fenu)
Andrea Zuccato del Monserrato (Foto Tomaso Fenu)

Il Decimomannu Blu dilaga contro l’Azzurra e si mette all’inseguimento della capolista. “È stata una partita dominata – chiarisce Fabio Ferrabue – anche se ho rischiato di perdere nel match contro Alberto Puddu. Ero sotto 2 a 0 e poi ho recuperato. Francesco Mela, entrato al mio posto, ha rimediato una sconfitta piuttosto pesante con Marino Faggioni. Tomaso Fenu e Italo Fois, apparsi molto in forma, hanno vinto entrambe le partite in scioltezza senza perdere un set. La prossima partita sarà molto dura, giocheremo fuori casa con la Fintes B”.

Fabio Ferrabue del Decimomannu (Foto Tomaso Fenu)
Fabio Ferrabue del Decimomannu (Foto Tomaso Fenu)

A pari punti con i Blu anche la Fintes B a valanga sul Decimomannu Gialla grazie alle doppiette di Gianni Capaccioli, Dino Aresu e Riccardo Di Giovanni.

SERIE D2 D: DUE IN FUGA

Derby in famiglia tra i piccoli Muraverinos, leader della classifica assieme a La Saetta Gialla e i più “grandi” del Muravera. “Vincono i primi per 4-2 – racconta il presidente del prolifico sodalizio di viale Rinascita Luciano Saiu – grazie al contributo di tutti e tre i componenti la squadra. Parte bene il Muravera grazie a Maurizio Tocchetti che non ha problemi contro uno spaesato Marco Nieddu, impossibilitato ad entrare in partita: tre a zero e primo punto per Muravera. Riequilibra la gara Giulia Zucca che grazie a una buona prestazione, con colpi fino ad ora fatti vedere solo in allenamento, batte Gavino Mela per tre a due dopo essere stata in svantaggio 1-2. Buon impatto di Sara Congiu che entra concentratissima e non lascia chance per Gerardo Colombu. Il “diversamente giovane”, annichilito nel primo set perso a uno, combatte negli altri due persi a nove e otto. Sul due a uno per i piccoli Muraverinos Tocchetti fa suo l’incontro con Giulia Zucca al termine della gara più bella per contenuti tecnici e agonistici. Non poteva finire se non con un 12-10 al quinto set. Si riprende Marco Nieddu, a spese di Colombu, per tre a zero ma deve lottare punto su punto 13-11, 11-7 e 11-9 i punti set. 3-2 per i Muraverinos che chiudono la gara con la vittoria di Sara Congiu per 3-2 su Gavino Mela, anche questa molto bella con scambi da categoria superiore, molto apprezzati dal pubblico presente che non ha lesinato applausi a scena aperta. Questi i parziali set, 6-11, 11-5, 11-8, 6-11, 11-5 per il 4-2 finale. Importante ricordare che i Muraverinos sono due (Zucca – Nieddu) classe 2004 e una (Congiu) classe 2003”.

Sara Congiu del Muraverinos (Foto Luciano Saiu)
Sara Congiu del Muraverinos (Foto Luciano Saiu)

Sul successo de La Saetta Gialla sulle Muraverinas commenta il veterano Mariano Cossellu: “L’incontro di sabato ha avuto esito positivo per noi. Gli avversari, vista la giovane età, mancavano di esperienza e questo ci ha permesso di arrivare abbastanza facilmente alla vittoria. Siamo sicuri che al ritorno sarà più dura. In ogni caso altri due punti importanti per il nostro cammino”. Oltre a Cossellu sono andati a segno anche Mario Ancis e Francesco Mascia.

Mariano Cossellu (Foto Tomaso Fenu)
Mariano Cossellu (Foto Tomaso Fenu)

L’unico pareggio della giornata lo siglano La Saetta Rossa e Muraverese B. “Incontro un poco scialbo – dice il saettino Gabriele Aresu – cui ne è scaturito un pareggio meritato per le due formazioni. Primo incontro vinto da me sul piccolo Marco Cocco, ben impostato tecnicamente ma privo di esperienza. Nel successivo il mio compagno Francesco Murtas si arrende nei confronti dell’ “anziano” Antonio Agostinelli. Poi Simone Sebis si arrende ad Aurora Piras, molto più esperta e tecnica. Poi vinco senza problemi su Agostinelli mentre Simone supera il giovane Cocco non in maniera facile. Francesco perde da Aurora: deve migliorare la sua tecnica e mettere un poco di cattiveria nel gioco. Faccio i miei complimenti ai giovani della Muraverese veramente ben preparati tecnicamente”.

Aurora Piras della Muraverese (Foto Tomaso Fenu)
Aurora Piras della Muraverese (Foto Tomaso Fenu)

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: